rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Calcio e virus, ancora molti dubbi sul prosieguo dei campionati

Nell'ambito del Consiglio Federale si è pensato a varie alternative per i campionati, tenendo conto della possibilità che il 3 aprile possano non riprendere

Avrebbe dovuto decidere sulla prosecuzione dei campionati il Consiglio Federale di questo pomeriggio, ma già ieri sera si sapeva dello stop di tutte le manifestazioni sportive fino al 3 aprile deciso dal Dpcm del 9 marzo 2020. Nella riunione di oggi si è quindi discusso delle modalità di ripresa dei campionati e delle possibili casistiche che potrebbero delinearsi nel caso in cui non fosse ancora possibile riprendere le gare nemmeno dopo il 3 aprile. Nuovi aggiornamenti nel Consiglio Federale il programma per il 23 marzo.

Per quanto riguarda la Serie A, in caso di ripresa, si sfrutteranno tutte le date disponibili fino al 31 maggio per cercare di completare il calendario; in caso contrario le possibilità saranno tre: la prima e meno auspicata sarebbe la non assegnazione dello scudetto, ma la comunicazione alla UEFA delle società qualificate alle coppe europee secondo l'attuale classifica; la seconda sarebbe di far riferimento alla classifica attuale; la terza e del tutto particolare sarebbe decidere il titolo di Campione d'Italia passando per playoff ed i playout per la retrocessione in Serie B.

Per quanto riguarda invece la Serie C dove sono impegnate Modena e Carpi, la previsione in caso di ripresa delle competizioni il 3 aprile sarebbe di slittare in avanti e terminare il campionato regolarmente nell'arco del mese di giugno; diversamente pare sarebbero comunque garantite promozioni e retrocessioni, ma ancora rimangono dubbi sulla formula.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio e virus, ancora molti dubbi sul prosieguo dei campionati

ModenaToday è in caricamento