rotate-mobile
Calcio

Carpi, ecco le avversarie: poche le sorprese, biancorossi di nuovo nel Girone D

Resi noti i gironi della serie D, biancorossi con nove corregionali, San Marino, quattro toscane e tre lombarde

Finalmente i gironi di serie D. Dopo una lunghissima attesa, dovuta al pronunciamento del Consiglio di Stato in merito ai ricorsi (poi rigettati) di Reggina (esclusa dalla B), e Perugia, finalmente anche i campionati cosiddetti "minori" hanno un volto ufficiale.

Il Carpi, al terzo anno di fila in serie D con la gestione Lazzaretti, riparte da dove aveva finito pochi mesi fa. Ovvero dal girone D che ricalca in larga parte la composizione della stagione passata. Tutte le emiliano-romagnole insieme, ad eccezione dello United Riccione, dirottato nel girone F con laziali, abruzzesi, marchigiane e molisane e del retrocesso Piacenza, inserito nel B con le lombarde.

Dopo due anni di fila a 20 squadre, stavolta la Lega ha snellito il gruppo, tornato a 18. Ma non sono certo diminuiti nè il tasso tecnico nè la presenza di club ambiziosi e blasonati. Il rinnovatissimo Carpi, disegnato dal nuovo ds Motta (ex Corticella) ha affidato a Serpini una squadra giovane ma di grande qualità complessiva.

Ad ostacolare i propositi dei biancorossi di primeggiare in categoria, tuttavia, ci saranno le ambiziosissime toscane Prato, Aglianese, Pistoiese e la matricola Certaldo, le lombarde Sangiuliano City, Fanfulla e S.Angelo Lodigiano, la promettente Victor San Marino e la nutrita batteria di emiliano-romagnole. Le bolognesi  Corticella, Mezzolara, e Progresso (l'ultima ripescata), la retrocessa dalla C Imolese (targata BO ma "romagnola" a tutti gli effetti), i capoluoghi delle omonime province Ravenna e Forlì, le parmensi Lentigione e Borgo San Donnino, e la romagnola Sammaurese. 

Il campionato partirà il prossimo 10 settembre, ma ancora non si conoscono i calendari. Il giorno propizio sembra quello di lunedì 4. Sabato 1 settembre il debutto ufficiale del Carpi, alle 18. Al "Cabassi" arriva in gara secca per il primo turno di Coppa Italia il Corticella che nella passata stagione ha battuto tre volte, sempre per 2-0, i rivali. Uno stimolo in più, sin da subito, per il Carpi, di dimostrare a sè stesso ed al pubblico di voler dimenticare le amnesie del passato e di proiettarsi verso un torneo che non termini già....a novembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi, ecco le avversarie: poche le sorprese, biancorossi di nuovo nel Girone D

ModenaToday è in caricamento