rotate-mobile
Calcio

Carpi - Scandicci 5 - 1 | Cinquina biancorossa, per un giorno Carpi sale in vetta

Si scatena nella ripresa la squadra di Bagatti inarrestabile al Cabassi. Doppietta di Cicarevic, in rete pure Laurenti, Sall e Ranelli

La legge del "Cabassi" scatta ancora, a dispetto di un primo tempo così così contro uno Scandicci impelagato nei bassifondi della classifica. Sette su otto in casa, 25 punti, il secondo 5-1 stagionale dopo quello al S.Angelo regala alla squadra di Bagatti, sia pure per ventiquattr'ore, il primo posto in classifica. La Giana posticipa a domani contro il Crema per la concomitanza della  "Fiera di S.Caterina". E il Carpi ringrazia sentitamente, pur se consapevole che ci vuole ben altro rendimento esterno per insidiare con decisione la vetta ai lombardi e tener a distanza Forlì, Pistoiese e compagnia bella.

Ma intanto Bagatti si gode il successo, alla trasferta di Crema si penserà da martedì. È stata una settimana difficile, dopo i tre schiaffoni presi dal Fanfulla. Il giorno di riposo annullato, la pressione addosso di "dover" vincere, le decisioni arbitrali del primo tempo del leccese Totaro che annulla il repentino gol di Beretta e non vede, in occasione del provvisorio 1-1 il mani dell'attaccante toscano. Tutto spazzato via da un secondo tempo all'arma bianca, favorito altresì anche dagli errori marchiani degli ospiti che la combinano grossa in occasione di almeno due reti e non hanno le capacità per rimediare di fronte ad un avversario così arrabbiato. Sugli scudi Cicarevic, autore di una doppietta decisiva di fatto nell'artigliare i tre punti.   

La partita - Al 9' Carpi già in gol con Beretta, abile a ribadire in rete un pallone non trattenuto da Dainelli su tiro di Ranelli, innescato a sua volta da Cicarevic. Palla al centro, ma dopo due minuti abbondanti arriva l'annullamento dopo un conciliabolo tra arbitro e uno dei suoi assistenti. Il Carpi si innervosisce, non trova sbocco, almeno sino al 39', quando è un rasoterra di Laurenti e trovare l'angolino. Ma non fila tutto liscio. Nel recupero del primo tempo Cecconi interrompe un rinvio di Boccaccini con le mani, si trova tutto solo davanti a Kivila (all'esordio) e pareggia. A nulla servono le proteste. Si va al riposo sull'1-1.

La ripresa però è altra musica. Cecconi si "addormenta" e con un retropassaggio avventato regala il 2-1 ad un rapace Cicarevic che non si fa pregare. Dribbling secco sul portiere e palla in rete. Lo Scandicci sparisce ed il Carpi straripa. Ci pensano al 23' Sall (facile facile), ancora Cicarevic e Ranelli con i toscani che escono dal "Cabassi" a testa bassa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi - Scandicci 5 - 1 | Cinquina biancorossa, per un giorno Carpi sale in vetta

ModenaToday è in caricamento