rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Calcio

Cittadella Vis Modena, mister Salmi: "Contento della mia squadra, cercheremo di restare davanti a tutti"

A pochi giorni dal ritorno in campo, il mister del Cittadella Vis Modena ha parlato di vari temi, spendendo ottime parole su squadra, società e staff

Domenica riparte il campionato per il Girone A di Eccellenza e il Cittadella Vis Modena riprenderà la seconda parte della stagione dal primo posto in classifica. Mister Salmi ha parlato del momento della squadra dopo la sosta e degli obiettivi di fine stagione.

Come si è mossa la società sul mercato?

“Non so se il mercato riaprirà, ma l’idea della società e di non fare niente. Siamo intervenuti solo per il portiere dato che il nostro estremo difensore Agazzi ha avuto un infortunio dopo l’ultima partita; speravamo fosse una cosa lieve invece deve subire un intervento al ginocchio e faremo questa operazione perché ne siamo obbligati. Per il resto sono contento dell’organico e vorrei non fare altri interventi. Sinceramente se dovessi dire di non essere contento di qualcuno direi una bugia, perché la nostra è una buonissima squadra che lavora e si prende le proprie responsabilità e si è creato un buon gruppo di lavoro tra esperti e giovani, quindi sono contento di proseguire con questi ragazzi”.

Fisicamente come sta la squadra dopo la lunga sosta?

“E’ difficile per tutti allenarsi in questo periodo perché succede spesso che si arriva al campo e si scopre che qualcuno ha il Covid e bisogna fare un ciclo di tamponi. I ragazzi però si allenano bene, con coscienza e nel migliore dei modi, ma l’assenza dell’obiettivo settimane penalizza e condiziona. I miei ragazzi danno la massima disponibilità, ma sono 40 giorni che non giochiamo e domenica per noi sarà un po’ un’incognita. E’ vero che lo sarà forse per tutti, per noi sicuramente perché speriamo di avere tutto il gruppo al completo e di riuscire ad evitare gli infortuni: giocando poco e venendo da un periodo in cui ne avevo subiti alcuni, l’obiettivo è di non farci del male anche perché non siamo tantissimi in rosa. Comunque stiamo bene, non abbiamo altri problemi”.

Nelle ultime partite giocate qualcosa è andato storto…

“Sì, nell’ultimo periodo, in cinque partite abbiamo subito tre sconfitte e non siamo stati molto bravi, ma sono tutti episodi da analizzare singolarmente. La sconfitta di Nibbiano in modo particolare: abbiamo giocato forse la miglior partita dell’anno, sia dal punto di vista fisico che tecnico, siamo usciti male da due episodi particolari e forse l’errore è stato di pensare che eravamo stati sfortunati; poi siamo caduti a Rolo dove siamo incappati in una giornata storta e con il Salsomaggiore abbiamo ‘pasticciato’. Ci sono mancati aspetti del gioco che sapevamo fare bene e forse abbiamo avuto un calo mentale e fisico, ma la responsabilità è anche dell’allenatore che deve essere bravo a dare il massimo delle motivazioni e forse in quelle settimane - avevamo alcune assenze, ma non mi pare corretto piangersi addosso perché l’organico può sopperire - non sono stato attento a questo. L’obiettivo è di rimetterci subito sulla strada giusta, abbiamo finito vincendo con l’Arcetana e per questo l’incognita sarà capire se abbiamo ritrovato il momento giusto per essere ancora quelli che eravamo nella prima parte di stagione. Sicuramente non saremo la squadra più forte, ma possiamo competere con chi ha ambizioni”.

Cosa si aspetta da questa seconda parte di stagione?

“E’ un campionato molto equilibrato, non c’è una forza straripante, ma credo che Colorno, Piccardo e Nibbiano abbiano organici molto importanti anche numericamente, noi e Rolo un po’ meno ma possiamo competere. Inoltre c’è il Salsomaggiore che è una sorpresa: sono stati bravi a stare sempre lì e a dare fastidio, faccio loro i miei complimenti. Mancano tredici partite e sarà sicuramente una lotta avvincente fino alla fine: si potrà vincere o anche perdere tutte le domeniche contro qualsiasi squadra perché ora partono anche i giochi di classifica. Ci sono campi difficili da cui sarà dura tirare fuori punti, sia per noi che per le altre. Il campionato si deciderà su quei campi, dovremo essere bravi e un po’ fortunati, magari più degli altri, arrivando alle partite in buone condizioni”.

Domenica arriva l’Agazzese che non ha brillato fino ad ora…

“Quando guardo l’organico dell’Agazzanese vedo giocatori importanti e di grande esperienza. Quando siamo andati là abbiamo sofferto moltissimo. La differenza verrà fatta da chi avrà a disposizione la rosa più in forma e nelle migliori condizioni possibili”.

Ripartite dal primo posto, qual è l’obiettivo a questo punto?

“L’obiettivo è di fare il meglio possibile, se possiamo rimanere davanti a tutti meglio ancora e vogliamo provarci, non ci nascondiamo. Sarà fondamentale il primo mese per gli scontri diretti e la partita di recupero infrasettimanale, poi andremo a Fidenza quindi avremo 4 trasferte consecutive e lì il campionato potrebbe prendere una svolta, ma cercheremo di stare lì dove siamo”.

Ha qualcosa di particolare che vorrebbe comunicare?

“Sì. Vorrei ringraziare i giocatori per quello che hanno fatto fino ad oggi ma anche la società che si dà da fare e si impegna moltissimo per metterci nelle migliori condizioni per poter lavorare. E’ una società che sta crescendo e ha voglia di fare, cresciuta negli ultimi anni in maniera esponenziale con sacrifici non solo economici; c’è chi fa volontariato e si dà da fare sia per la prima squadra che per il settore giovanile. E’ una società che vuole fare bene e al di là di come andranno le cose stanno facendo il possibile per fare calcio seriamente. Ringrazio anche il mio staff che è fatto di persone eccezionali con cui il rapporto è buono e mi trovo veramente bene con ognuno di loro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadella Vis Modena, mister Salmi: "Contento della mia squadra, cercheremo di restare davanti a tutti"

ModenaToday è in caricamento