rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Calcio

Modena, ds Vaira: "L'invito della Reggiana al Pontedera? Una mancanza di rispetto per i toscani"

Manca poco alla gara contro il Pontedera: "Facciamo questo mestiere per vivere giornate come quella che ci aspetta sabato"

Manca poco alla partita più importante di questa stagione del Modena e il direttore sportivo canarino, Vaira, ha parlato del momento, partendo col commentare alcune dichiarazioni fatte dal lato granata, tra cui l’ultima è stata l’invito al Pontedera di fare la sua partita senza “concedere” niente: “Per tutto l’anno noi abbiamo sempre pensato a casa nostra, mentre loro mettono sempre il becco dove non dovrebbero. A noi lascia indifferenti, abbiamo uno stile che abbiamo mantenuto fin dall’inizio, non lo perdiamo adesso e non lo perderemo a prescindere da come andrà la partita di sabato. Le dichiarazioni sul Pontedera sono una mancanza di rispetto per la società toscana, per il loro allenatore, il presidente e i giocatori; è una società che ha sempre lavorato bene negli anni, valorizzando tanti ragazzi e sicuramente verranno qua a giocare la loro partita come è giusto che sia senza avere bisogno di inviti particolari. Io sono sicuro che il Teramo farà la sua partita, ho troppo rispetto per loro per fare una dichiarazione del genere. Noi continuiamo a non commentare quello che dicono gli altri e andiamo dritti per la nostra strada, pensiamo alla partita di sabato come abbiamo sempre fatto guardando solo in casa nostra”.

Sul pareggio di Gubbio: “ Non abbiamo sciupato niente, abbiamo fatto un percorso straordinario e a livello di punti siamo andati oltre le aspettative. La media punti non si è abbassata rispetto al girone di andata. Ci siamo costruiti questa opportunità grazie alla nostra bravura, tutti contro la prima in classifica mettono in campo qualcosa in più e quello che abbiamo fatto ce lo siamo sudati. Lavoriamo sodo e così viviamo questa settimana bellissima con gioia e felicità perché avere possibilità di giocarsi in casa la promozione, davanti ad un pubblico eccezionale, è veramente emozionante. Avremmo messo tutti una firma per arrivare a questo punto e avere in mano il nostro destino. Sabato ci faremo trovare pronti e non saremo in 11 ma ci sarà una città che scenderà in campo e vogliamo regalare questo sogno ai tifosi meravigliosi e alla comunità. Una partita così importante non l’avevo mai vissuta, ma quando si fa questo mestiere è per vivere giornate così. Stiamo curando bene tutti gli aspetti, senza caricare la partita perché l’importanza la conoscono tutti, per primi i giocatori. Il campo è il mezzo migliore per scaricare un po’ la tensione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, ds Vaira: "L'invito della Reggiana al Pontedera? Una mancanza di rispetto per i toscani"

ModenaToday è in caricamento