Sport

Calcioscommesse: Turati intratteneva contatti stabili con Gegic

Sono tante le partite in cui sarebbe coinvolto Marco Turati, soprattutto nel periodo in cui militava nel Grosseto. Nell'ordinanza si parla anche di un Sassuolo-Modena nella quale sarebbe coinvolto Ivan Tisci

C'è da rimanere a bocca aperta leggendo gli atti della Procura di Cremona relativi agli arresti avvenuti questa notte. Secondo quanto scritto nell'ordinanza il difensore gialloblù Marco Turati avrebbe intrattenuto contatti stabili con Gegic, informandolo costantemente delle partite del Grosseto, squadra in cui militava, che sarebbero potute essere oggetto di combine. Avrebbe così ricevuto dall'allora compagno di squadra Filippo Carobbio 3mila euro per Grosseto-Reggina del 23 maggio 2010 per poi doverli restituire agli "zingari" per il mancato conseguimento del risultato combinato.

Turati avrebbe fatto da intermediario per Grosseto-Ancona del 30 aprile 2010 in quanto giocatore della prima ed ex della seconda squadra. In occasione poi della partita Albinoleffe-Ancona del campionato di serie B 2008-2009, terminata con il risultato di 3-4, insieme a Colacone, sarebbe andato a parlare con Gervasoni, allora all'Albinoleffe, chiedendo che la sua squadra perdesse la partita. Avendo ottenuto il risultato, si sarebbe recato nuovamente da Gervasoni portandogli circa 15mila euro. Il 21 maggio 2011, ancora, avrebbe concordato con Gegic il conseguimento di un over con riferimento alla partita Grosseto-Crotone, risultato che poi non è stato raggiunto.

Non finisce qui: il difensore, insieme a Carobbio, Joelson, Acerbis e Job avrebbe partecipato alla manipolazione delle partite Torino-Grosseto, del 16 gennaio 2010, terminata 4 a 1, che doveva terminare appunto con la sconfitta dei toscani, e Gallipoli-Grosseto, del 6 febbraio 2010, terminata 2 a 2 . Infine, in occasione della partita Padova-Grosseto, avrebbe fatto da tramite a Italiano del Padova, che offriva denaro in cambio di una sconfitta del Grosseto.


Negli atti spunta anche un Sassuolo-Modena con riferimento al coinvolgimento di Ivan Tisci. "Il 17.3.2011 (Tisci) conversava con Erodiani in ordine alla combine della partita Sassuolo-Modena - si legge nell'ordinanza -, con particolare riferimento al numero dei giocatori da corrompere, individuati mediante il colore della maglia delle due squadre emiliane. Tisci proseguiva il discorso alle 17.08 con Bellavista sulla medesima partita, ed emergeva che gli zingari sarebbero stati favorevoli ad un over. Il 18 marzo 2011 alle 11.15 Bellavista informava Tisci sull'invio di Erodiani a Bologna (a parlare con il gruppo di Signori) con gli assegni e che si sarebbe puntato sull'over".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse: Turati intratteneva contatti stabili con Gegic

ModenaToday è in caricamento