Sport

Carpi-Cittadella 0-1 | La beffa è servita, al Cabassi passa il Cittadella

I biancorossi mettono paura alla capolista ma sprecano troppo e restano con un pugno di mosche. Decisivo un colpo di testa di Proia all''80'

Non bastano gli applausi della curva a consolare il Carpi, battuto (0-1) al “Cabassi” dal Cittadella al termine di 95’ in cui i biancorossi prima hanno sprecato, finendo per passare alla cassa, secondo l’antica ma sempre valida legge del… gol. Si rovesciano le parti rispetto allo scorso anno. Stavolta vince il Cittadella facendo poco o nulla, con concretezza e cinismo, sfruttando i piedi buoni del “play” Iori e del suo destro fatato che ha fornito a Proia la palla perfetta da girare in rete. All’80’ il Carpi, che ha speso molto, dopo aver fallito un gol quasi fatto con Mokulu, aver recriminato su un rigore non concesso e trovando sulla sua strada un ottimo portiere, non ne ha più per riacciuffare la partita e resta ancora malinconicamente a zero.  Una stagione che parte malissimo, numeri alla mano e con la trasferta di Verona subito dopo la sosta. 

LA CRONACA - Un “Cabassi” rinnovato e colorato (peccato per il terreno di gioco, non in perfette condizioni), accoglie i biancorossi al debutto casalingo nel quinto anno di serie B. Sono in quattro a debuttare sul terreno amico: gli ex Pezzi ed Arrighini, Frascatore e Di Noia, più Suagher che con vi gioca in maglia Carpi dalla primavera 2015.  Chezzi e Bortolas, rispetto alla gara di Foggia, presentano Arrighini in avanti al posto di Mokulu, Mbaye in mezzo e Sabbione avanzato nel tentativo di limitare l’azione di gioco del “regista” avversario Iori. La difesa è la stessa di Foggia, visto che Poli Nel Cittadella oltre agli assenti di lungo corso (Camigliano, Scaglia, Bizzotto e Bussaglia), non c’è neanche Branca (diventato papà in nottata), il suo posto nei tre di centrocampo viene occupato da Proia. Per il resto Venturato schiera gli uomini che hanno strapazzato il Crotone.

Al 7’ si fa pericoloso il Carpi con un bel sinistro di Di Noia dopo un pregevole arresto, Paleari vola e devìa in angolo. I veneti provano a sfondare sulla destra con Ghiringhelli, bravo Frascatore in fase di chiusura. Al 20’ deve intervenire ancora Paleari ad alzare in corner un colpo di testa di Concas, servito da destra da Jelenic. In pochi minuti di il Cittadella “pareggia” il numero delle opportunità in zona gol. Prima al 25’ con un’apertura di Proia che chiama al tiro al volo Schenetti (palla fuori, e neanche di molto), poi alla mezz’ora con un’altra coclusione volante di Settembrini, innescato da un rinvio non perfetto di un incerto Mbaye, che finisce a lato di pochissimo.  Al 34’ Colombi blocca a terra un colpo di testa di Finotto.  Fa capolino anche la pioggia che contribuisce a peggiorare lo stato del terreno di gioco. Si va al riposo a reti inviolate.  

La ripresa è decisamente meno sonnacchiosa. Al 7’ percussione centrale di Schenetti che non trova ostacoli fino a battere a rete da distanza ravvicinata, tiro centrale, Colombi fa scudo  e si oppone alla grande Dall’altra parte potrebbe starci il penalty per i biancorossi. All’8’ Arrighini va giù in area, proteste del Carpi, per Illuzzi è solo simulazione dell’attaccante. E rigore non è, perché arbitro non dà.  Pezzi si fa male, e Chezzi ne approfitta per cambiare assetto: entra Mokulu, e Sabbione va a fare il centrale di difesa. Proprio il belga si divora al 14’ il vantaggio a porta sguarnita dopo un assist di Jelenic dalla sinistra. Bell’assist di Di Noia, lo sloveno si infila in un interessante corridoio, salta Paleari in uscita, mette in mezzo per l’accorrente Mokulu che però non centra la porta sguarnita.  Si ripropone in avanti la squadra di Venturato: angolo di Schenetti, sceglie bene il tempo Ghiringhelli per il colpo di testa che però finisce fuori. Poco dopo il neo entrato Piscitella sfiora il palo con una bel destro in girata su  suggerimento di Jelenic, padrone della fascia destra.  Ancora Piscitella, al 28’, fa tutto da solo entra in area, cerca invano il gol da posizione difficile è bravo ancora Paleari a coprire il primo palo sul sinistro dell’attaccante romano.

La beffa è nell’aria e si materializza puntuale al 35’: fallo di Di Noia, e conseguente calcio di punizione che Iori calcia col contagiri dalla tre quarti sul quale Proia si stacca e gira di testa sul palo più lontano, rendendo vano il tuffo disperato di Colombi.  Il Carpi ha quasi finito la benzina, e non serve a molto l’inserimento di Vano al posto di Arrighini.

CARPI – CITTADELLA 0-1 (0-0) 
GOL:
 35’ st Proia. 
CARPI: (4-4-1-1): Colombi 6 ; Pachonik 6, Suagher 6, Pezzi 6 (11’ st Mokulu 5,5) Frascatore 6; Jelenic 6,5 Mbaye 5,5, Di Noia 6,5 Concas 5,5 (17’ st Piscitella 6,5); Sabbione 6,5; Arrighini 5,5 (37’ st Vano s.v.). In panchina: Pasotti, Colombo; Piu, Fantacci, Buongiorno, Barnofsky, Pasciuti, Saric, Van der Hejden. All.: Bortolas e Chezzi 6.
CITTADELLA: (4-3-1-2): Paleari 7; Ghiringhelli 6, Drudi 6, Adorni 6, Benedetti 5,5 (16’ st Cancellotti 6); Settembrini 6, Iori 6,5, Proia 7; Schenetti 6,5 (32’ st Siega s.v.); Finotto 6, Scappini 5,5 (19’ st Scappini 6).  A disposizione: Maniero (portiere), Frare, Rizzo, Pasa, Maniero, Malcore, Panico. All.: Venturato 6.
ARBITRO: Illuzzi di Molfetta  5,5 (Chioffi/Affatato; Colombo). 
NOTE: ammoniti pt 13’ Drudi, 38’ Benedetti. 39’ Di Noia;  nel s.t. al 20’ Sabbione, 28’ Ghiringhelli, 40’ Mbaye.  Recupero 0’ pt, 5’ st. Spettatori paganti 802 per un incasso totale di  6.055,80 euro.  Abbonati 698 (quota 5.541,62)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi-Cittadella 0-1 | La beffa è servita, al Cabassi passa il Cittadella

ModenaToday è in caricamento