Carpi-Novara 1-2 | Carpi ko, il Novara fa il colpaccio al Cabassi

Eliminati i biancorossi sorpresi da Pinzauti e Sbraga, inutile il gol di Vano al 90'. Semifinali per la B Reggiana-Novara e Bari-Carrarese

Fine delle trasmissioni. Il Carpi dice addio ai sogni, e va in vacanza. Sarà ancora serie C per i biancorossi. Il Novara fa bottino pieno (1-2) con indubbio merito, passa al “Cabassi” sorprendendo la squadra di Riolfo già nel primo tempo, approfittando anche del peggior Carpi dell’anno e della giornata no di Biasci. Pezzi e compagni si fanno sorprendere in avvio, si divorano il pari, ma rischiano più volta lo 0-2, prima di incassarlo davvero. Il Novara prende fiducia, chiude ogni spazio, riparte che è una bellezza e non concede nulla agli avversari, artigliando la qualificazione alla semifinale di venerdì. Una serata no che getta alle ortiche una stagione che prometteva molto di più ma che conferma come i play-off siano davvero di difficile lettura per chiunque. 

Riolfo lo aveva detto, sibillino: “Qualche cambio ci sarà”. Ne sono quattro diversi rispetto al match di giovedì contro l’Alessandria. Pezzi torna al suo vecchio ruolo (a destra, nei quattro in difesa), Simonetti si piazza in mezzo al campo (esce Pellegrini), Boccaccini rileva Varga (neanche in panchina), Lomolino al posto di Sarzi Puttinia  sinistra,  infine Maurizi al posto di Jelenic dietro le due punte, almeno quelle, confermate, Vano e Biasci. Nel Novara gioca Bove in difesa al posto dello squalificato Pogliano. Gonzalez e l’ex Piscitella dietro il terminale offensivo Pinzauti. A centrocampo Nardi e l’ex Modena e Sassuolo Bianchi ai lati di Buzzegoli.

 Il match non parte certo con i migliori auspici per i biancorossi. Maurizi al 5’ si produce in un bello slalom e viene messo giù al limite da Bove. Poco dopo episodio contestato in area piemontese:  punizione di Lomolino, il cui sinistro a giro viene respinto con qualche difficoltà da Lanni, arriva Saric di gran carriera, ma viene spinto giù a due passi dall’area piccola. L’arbitro, il leccese De Santis, lascia correre. Ospiti in vantaggio dopo poco, al 9’. Punizione di Buzzegoli e deviazione vincente di Pinzauti con tocco decisivo di Sabotic che inganna Nobile. 

Il Carpi reagisce, al quarto d’ora Bianchi salva su conclusione a botta sicura di Boccaccini, con Lanni fuori causa. Al 25’ colossale palla gol per Vano, bel lanciato da Pezzi: il centravanti si lascia “ipnotizzare” da Lanni, in disperata uscita e gli tira addosso.  Rischio grosso per la squadra di Riolfo. Per due volte il Novara sfiora il raddoppio, ma gli errori sotto porta dei piemontesi, il palo e Nobile tengono in vita i frastornati biancorossi, che non riescono a servire una palla che sia una a Biasci, il suo attaccante più in forma. Alla mezz’ora un riflettore fa le bizze, non si gioca per sei minuti abbondanti. Alla ripresa del gioco il Carpi continua a pasticciare, e Gonzalez, bontà sua, alza il suo sinistro da posizione favorevolissima. Lo 0-2 è nell’aria ed arriva 5’ dopo lo stop, da angolo di Buzzegoli, Sbraga svetta su tutti ed indovina una capocciata che fa secco Nobile. Al 43’ altre proteste del Carpi per un affossamento di Biasci in area, ma De Santis fischia fallo all’attaccante toscano. Proprio un attimo prima del duplice fischio il Novara coglie anche un legno con lo scatenato Gonzalez, è bravo Nobile ad alzare sulla parte alta della traversa il velenoso sinistro dell’attaccante argentino. 

Ad inizio ripresa Jelenic e Rossoni rilevano Saber e Boccaccini e Pezzi si posiziona centrale in difesa. Il Carpi non trova sbocchi nella munita retroguardia azzurra, e solo all’8’ si fa vedere con un destro a giro fuori misura di Biasci dal limite. Al 13’ cross basso di Lomolino, rimedia Lanni in corner.  Riolfo le prova tutte, anche il 4-2-4, con Cianci al posto di Maurizi.  Al 25’ punizione dal limite di Jelenic, la palla “impazzisce” in area (e colpisce anche un braccio di un novarese) fin che arriva a Cianci che sparacchia alto da due metri. Al 45’ Vano incorna di testa e illude il Carpi. Nei 5’ di recupero però ottima la gestione difensiva dei piemontesi che portano a casa la semifinale (venerdì a Reggio Emilia).

GOL: 9’ Pinzauti, 36’ Sbraga; nel s.t. 45’ Vano. 
CARPI (4-3-1-2): Nobile 6,5; Pezzi 5,5,  Sabotic 5,5, Boccaccini 5,5 (1’ st Rossoni 6), Lomolino 5,5 (39’ stCarta s.v.);  Saber 5,5 (1’ st Jelenic 6), Simonetti 5,5 (39’ st Sarzi Puttini s.v.), Saric 6; Maurizi 5 (16’ st Cianci 5); Biasci 5,5, Vano 6. A disp.: Rossini, Varoli, Pellegrini, Carletti, Bellini, Jelenic, Fofana, Mastaj. All.: Riolfo 5,5.
NOVARA: (4-3-2-1): Lanni 6,5; Cassandro 6,5 Sbraga 7, Bove 5,5 (27’ st Bellich s.v.),  Cagnano 6; Nardi 6 (6’ st Schiavi 6), Buzzegoli 6,5 Bianchi 6,5; Gonzalez 7, Piscitella 6, 5 (15’ st Cisco 6); Pinzauti 7,5 (15’ st Bortolussi 6). A disp.: Marricchi, Schiavi, Zunno, Colledel, Barbieri, Pinotti, Peralta, Pagani, Strechie. All.: Banchieri 7.
ARBITRO: De Santis di Lecce 5,5 (Caso/Bahri). Note: ammoniti 10’ Maurizi, 21’ Bove; nel s.t. al 4’ Nardi, 25’ Sbraga. Recupero 1’ , 5’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

Torna su
ModenaToday è in caricamento