Sport

Carpi Palermo 0 - 3 | I biancorossi si inchinano, i rosanero passeggiano al ‘Cabassi’

Biancorossi subito sotto, ma reazione infrutttuosa. L’espulsione di Pezzi complica tutto, ed I rosanero arrotondano nella ripresa

Niente impresa e niente riscatto, men che mai la prima vittoria al “Cabassi” dopo sette mesi. Per il Carpi una serataccia al cospetto della “corazzata” Palermo, che vince 3-0 e mette a nudo tutti i limiti dei biancorossi, ai quali, dopo la rete iniziale di Falletti, non è bastata una generosa reazione nella seconda parte del primo tempo. L’espulsione ingenua di Pezzi, allo scadere della prima frazione, ha di fatto mandato in frantumi tutte le velleità del Carpi di poter risalire una china già di per sé piuttosto difficile da risalire, visto l’evidente divario tecnico tra le due formazioni. Il calvario della squadra di Castori continua, ma il tecnico marchigiano non ha certo intenzione di arrendersi. A Crotone, domenica contro la squadra del nuovo allenatore Oddo, impegnato domani a Lecce, ci sarà la prima verifica.   
Castori si presenta con le due punte (Arrighini e Mokulu dal 1’), con la difesa a tre (accanto a Suagher e Poli, riecco Buongiorno), Pachonik e Pezzi sugli esterni. A centrocampo Jelenic, Sabbione e Di Noia. Stellone colloca Falletti appena dietro Moreo e Nestorovski. Difesa in fotocopia, con l’ex Struna “circondato” da Pirrello e Rajkovic. Rispoli e Mazzotta ad arare le fasce, Jajalo e Hass nel cuore del gioco. Una formazione ricca di tutto. Di talento, di esperienza, di organizzazione. Ma il Carpi non ci sta a fare da tappetino, non può permetterselo. Le buone intenzioni dei padroni di casa cozzano immediatamente con la cruda realtà. 
Partono infatti fortissimo i siciliani: prima (4’) i rosanero non approfittano di un cattivo posizionamento della difesa biancorossa, e Mazzotta di testa spedisce a lato con Colombi fuori causa. Subito dopo - non passa neanche un minuto - la squadra di Stellone passa in vantaggio. Bravo Haas a trovare l’imbucata per Falletti che evita Buongiorno ed incrocia il destro, gonfiando la rete. E per Castori si fa subito maledettamente difficile.  Il Palermo mantiene l’iniziativa, palleggiando “in faccia” ai padroni di casa per un decina di minuti buoni, senza far praticamente respirare gli avversari. I quali, però, si scuotono,  confezionando la palla del pareggio al 20’, con Mokulu bravo ad azionare Jelenic il cui traversone basso viene spedito alto da Arrighini, posizionato all’altezza del dischetto.  Il Carpi prende coraggio, al 23’ va anche a segno con Di Noia che però è in fuorigioco. Un minuto dopo lo stesso Di Noia colpisce malissimo di testa un bel cross di Arrighini, quindi è Mokulu ad indirizzare di testa verso Pomini un pallone crossatogli da Pachonik. Nessun problema per l’ex portiere del Sassuolo. Alla mezz’ora è Struna ad alzare il muro, mostrando il semaforo rosso a Mokulu che intendeva entrare in area. E’ un Carpi generoso e propositivo, ma improduttivo.  AL 40’ l’attacco palermitano torna a dare notizia di sé. Nestorovski dopo una bella discesa, sbaglia tutto e spedisce il destro lontanissimo dai pali di Colombi. Un’altra mazzata sulle chances del Carpi la fornisce Pezzi, che in pochi minuti colleziona due cartellini gialli e viene espulso. Carpi sotto di un gol e in’inferiorità numerica all’intervallo. 
Biancorossi in campo nei secondi 45’ con la voglia di dimostrare che nulla è perduto, neppure in queste condizioni di oggettive difficoltà. Baroni nei primi minuti della ripresa ammonisce Jajalo e Pirrello, E’ Colombi al 5’ a tenere vivo il Carpi, distendendosi sulla sinistra a neutralizzare un tiro di Moreo, innescato da Nestorovski. Al 10’ Pirrello non viene sanzionato col secondo giallo per “grazia” ricevuta del direttore di gara. Capitan Poli va educatamente ad esporre all’arbitro le sue perplessità sulla decisione. Brividi rosanero, con Poli  che all’11’ salta nel cuore della difesa rosanero, va a colpire di testa e per poco non centra il bersaglio. Non è serata, perché il Palermo raddoppia al 16’. Conclusione a botta sicura di Nestorovski, Colombi si oppone a terra, ma nulla può sull’accorrente Jajalo che conclude a rete. Gara in ghiaccio, con Castori che poco prima dello 0-2 prepara il cambio (Machach in, Mokulu out), ma riesce a concretizarla solo dopo il raddoppio avversario.  Al 19’ Moreo arma il sinistro che sibila vicino al palo ma esce.  Le due squadre tornano in parità numerica al 20’: cartellino rosso per Rispoli che calpesta Di Noia con l’arbitro di spalle, ma la scorrettezza non sfugge al quarto ufficiale Aureliano che segnala prontamente il tutto.  La forbice tra le due contendenti si allarga poco prima della mezz’ora con Nestorovski che trova la via della rete, dopo un tiro di Moreo sporcato da Poli. Il Carpi sparisce e rischia l’imbarcata dopo aver retto per un’ora abbondante. Finisce 0-3.
GOL: 5’ Falletti; nel s.t. 16’ Jajalo, 29’ Nestorovski.  
CARPI (3-5-2): Colombi 6,5; Suagher 6 (38’ st Concas s.v.), Poli 6,5, Buongiorno 5,5; Pachonik 6, Jelenic 6, Sabbione 5,5, Di Noia 5,5 (30’ st Wilmots 6), Pezzi 4,5; Arrighini 6, Mokulu 6 (17’ s.t. Machach 6). In panchina: Serraiocco, Concas, Piscitella, Vano, Romairone, Van der Heijden, Pasciuti, Barnofsky, Mbaye,Fantacci, Wilmots. All.: Castori 6.

PALERMO (3-4-1-2): Pomini 6; Pirrello 5,5 (26’ st Salvi 6), Struna 6,5, Rajkovic 6, Rispoli 4, Hass 6,5, Jajalo 6,5, Mazzotta 6; Falletti 7; Nestorovski 6,5 (32’ st Puscas s.v.), Moreo 6,5 (37’ Szyminski 6) In panchina: Brignoli, Avogadri, Accardi, Embalo, Ingegneri, Chochev, Alesaami, Fiordilino. All.: Stellone 7
ARBITRO: Baroni di Firenze 5 (assistenti Rossi e Bercigli, quarto ufficiale Aureliano).  Espulsi Pezzi al 46’ pt (doppia ammonizione) e Rispoli al 20’ st (rosso “diretto”).  Ammoniti 25’ Sabbione, 26’ Rajkovic, 39’ e 46’ Pezzi; nel s.t. 2’ Jajalo, 4’ Pirrello. Recupero 2’ pt, 5’ st.  Spettatori 1875 (972 paganti + 903 abbonati), incasso 8310,10, quota abbonati 6585,02.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi Palermo 0 - 3 | I biancorossi si inchinano, i rosanero passeggiano al ‘Cabassi’

ModenaToday è in caricamento