menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carpi - Sudtirol 0-0 | Carpi, zero gol ma un punto d'oro

I biancorossi bloccano il Sudtirol con una prova di grande sostanza e personalità

E’ passata una settimana dallo zero a sei di Padova, ma sembra passato un anno. Lo 0-0 col Sudtirol di stasera vale di sicuro molto di più del punticino guadagnato in classifica per i ibiancorossi di Pochesci, che è riuscito, in pochi giorni, a restituire compattezza ad una squadra sfiduciata e smarrita sotto la guida di Foschi. Una prestazione di sostanza, di personalità ed anche di grande equilibrio. Spesso sinonimi di un calcio non spettacolare, ma non era facile fermare la squadra che, a detta di molti, gioca il più bel calcio del campionato, e non fa misteri di vincerlo, prima o poi. Il Carpi non solo ha impedito al Sudtirol di costruire palle gol “pulite” attraverso il fraseggio, ma ha anche costruito buone trame, senza tuttavia riuscire a creare grossi grattacapi a Poluzzi. Pochesci a fine gara è soddisfatto: “Grande punto”. Si può quindi  guardare con fiducia alle prossime gare, a cominciare dal posticipo di lunedì sera a Cesena. 

LA PARTITA - Out Rossini (ne avrà per un mese), in porta c’è Pozzi. Squalificato Varoli, Pochesci in difesa si affida a Venturi, “scortato” tra Sabotic e Gozzi. Per il resto scelte quasi obbligate per il tecnico romano che torna al “Cabassi” dopo un mese. Ovvero Mastour tre-quartista dietro De Cenco e Giovannini. 
Il Sudtirol dell’ex Vecchi, si presenta al “Cabassi” secondo in classifica, voglioso di riscattare lo 0-2 patito per mano della Feralpisalò. 
Parte bene la squadra ospite, con un insidioso tiro cross di Tait al 3’ non agganciato da Fishnaller, che Pozzi smanaccia in angolo. Sempre il portierino è chiamato in causa, bloccando a terra al 70 una conclusione da fuori area dello stesso Fishnaller. Dopo una fase piuttosto equilibrata, con i biancorossi di casa a reggere discretamente l’urto con i più quotati avversari, riecco Pozzi sugli scudi. Magnaghi al 31’, spalle alla porta appena dentro l’area, si gira e scocca il tiro che Pozzi respinge in tuffo. 
Nella ripresa aumenta la pressione del Suditirol.  Prima Voltan spreca una punizione tirando sulla barriera, poi al 6’ un “liscio” di Gozzi su cross di Fishnaller mette in condizione Vinetot di battere in rete a non più di tre metri, ma Pozzi è bravissimo a chiudergli lo specchio.  E il Carpi?  Fa la sua gara, di lotta e di “squadra”, ed è già tanto visto cosa succedeva non più tardi di una settimana fa… Intanto Fink, entrato nella ripresa al posto di Greco, prova il destro a giro su punizione, fuori misura. 
La prima occasione “vera” per il Carpi arriva al 14’, quando da una bella discesa di Eleuteri viene fuori un assist per Lomolino che arriva da dietro e colpisce al volo, di sinistro, con la palla che sfiora il palo alla destra dell’ex Poluzzi. Lo stesso Lomolino, poco più tardi, affila il mancino, girando poco lontano dall’incrocio un calcio piazzato da posizione defilata. Giovannini cresce e in contropiede al 28’ serve una palla d’oro a De Cenco, che però perde l’attimo, la difesa altoatesina recupera posizione prima e palla poi.  Sudtirol in dieci a 5’ dalla fine perché Vinetot, appena ammonito commette un altro fallo su Giovannini. Il Carpi prova anche a vincerla, ma la palla gol più clamorosa della ripresa capita agli ospiti. Cross dal fondo di Rover, Tait si coordina e gira al volo, palla altissima. Finisce zero a zero, e va bene così.

CARPI (3-4-1-2): Pozzi 7; Gozzi 6,5, Venturi 6, Sabotic 7.; Eleuteri 6 (33’ st Marcellusi s.v.), Ghion 5,5 (41’ st Ferretti s.v.), Fofana 6,5, Lomolino 6,5 (41’ st Llamas 5,5); Mastour 6 (16’ st Ceijas 6); De Cenco 5 (34’ st De Sena s.v.), Giovannini 6,5. A disp.: Rossi, Ercolani, Bellini, Offidani, Ridzal, Motoc, Tripoli. All.: Pochesci 6,5.
SUDTIROL: Poluzzi 6; El Kouakibi 6, Vinetot 5, Curto 6, Fabbri 6; Tait 6, Greco 5,5 (1’ st Fink 6), Karic 6 (15’ st Beccaro 6); Voltan 6 (33’ st Casiraghi s.v.); Fishnaller 6 (15’ st Rover 6) Magnaghi 6,5 (42’ st Morelli s.v.) A disp.: Pircher, Meneghetti, Davi, Polak, All.: Vecchi 6.
ARBITRO: Panettella 5 (Mittica/Di Gregorio, quarto ufficiale Arace)
NOTE: espulso Vinetot per somma di ammonizioni. Ammoniti pt 31’ El Kouakibi; st 14’ Ghion, 16’ Fink, 35’ Vinetot.  Recupero 2’, 4’.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ferrari, a maggio apre il ristorante Cavallino di Maranello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento