rotate-mobile
Sport

Carpi Trapani 3 - 2 | Biancorossi all’ultimo tuffo: decide Memushaj al 91’

Prima vittoria per Pillon che ritrova anche Ardemagni. Mancosu fallisce il 3-3 al 95' e a ottenere i tre punti sono i biancorossi che escono dalla crisi di risultati

Il Carpi è tornato! Batte in extremis il Trapani, dopo più di un mese di stenti, di pareggini e di brucianti sconfitte. Riecco i tre punti a ridare colore ad una classifica che stava diventando preoccupante. Ci pensa Ledian Memushaj, a piegare al 93’ un Trapani mai domo, ma anche ingenuo nel farsi infilare di rimessa nel tentativo di far suo il match. Una giostra di emozioni, un luna park con lieto fine quello del Cabassi. Col sinistro del nazionale albanese che beffa Nordi e consegna al Carpi la prima vittoria della gestione Pillon, la prima in casa dopo tre mesi. Il Trapani, dal canto suo si mangia le mani per i suoi errori, compreso quello del capocannoniere Mancosu che tutto solo davanti a Colombi spedisce alto quando l’arbitro (l’incerto Fabbri) ha già il fischietto in bocca per fischiare la fine. Una vittoria fondamentale per la classifica del Carpi che a quota 43 può guardare con meno apprensione agli ultimi due mesi campionato, con una salvezza decisamente alla portata. Pillon ridisegna il Carpi in tutti i settori ma non deroga dal 4-4-2. Coppia centrale Legati-Gagliolo, in luogo degli squalificati Pesoli e Romagnoli. Recuperato Concas, rientra Memushaj, confermato Porcari, il rientro di Ardemagni al centro dell’attacco, assistito da Sgrigna che gli gira largo e dall’esterno sinistro Di Gaudio. Il Trapani lascia in panchina Mancosu (il derby col Palermo incombe ed è sentitissimo) , e schiera la coppia d’attacco Abate-Iunco. Anche Boscaglia è un fedelissimo del “four-four-two” che la sua squadra ha digerito da tempo ed interpreta nel migliore dei modi. La gara promette bene sin dall’avvio. Il Carpi si impossessa della metà campo avversaria e dopo 10’ è già avanti. Sgrigna fa viaggiare Concas sulla destra, il cross trova pronto Ardemagni che gira a rete di destro sul secondo palo. E’ il primo gol su azione del numero nove al “Cabassi”. Il Trapani non ci sta e dopo una serie di tentativi con Feola (13’ esterno che va fuori di un niente), Pirrone (15’, destro a sfiorare il palo), Rizzato (17’ punizione sporcata in angolo da Letizia) e con lo stesso Rizzato (tiro cross al 19’ che Colombi alza in angolo), trova il pari a stretto giro di posta con Pagliarulo al 20’, che scaraventa di destro dal centro area un pallone proveniente da sinistra da parte di Nizzetto sugli sviluppi del corner. La gara è vivace, equilibrata e piacevole. I biancorossi comunque non demordono e ci riprovano. L’unica palla gol degna di questo nome arriva alla mezz’ora e viene fallita da Sgrigna, che da posizione decentrata angola troppo il destro. Si va al riposo sull’1-1. Nella ripresa le emozioni continuano. Memushaj cerca la finezza con un pallonetto al 13’, che va fuori. Di Gaudio si accentra e scarica un destro che, complice una deviazione di Nordi, picchia sotto la traversa e finisce oltre la linea bianca. Il Carpi è avanti, il Trapani deve rincorrere. Boscaglia inserisce Gambino e poi anche Mancosu. Quattro punte in campo. I biancorossi, però sprecano e meriterebbero un rigore (fallo su Letizia da parte di Rizzato). Fabbri dice di no. Granata al 2-2 al 40’ con un bell’assist di Nizzetto che dalla destra taglia tutta l’area biancorossa, dall’altra parte Gambino indovina il varco giusto. Boscaglia vuole vincerla ma i suoi si fanno infilzare al 46’ da una percussione di Letizia che serve Memushaj. Sinistro chirurgico nell’angolo e Cabassi in delirio. Non è finita, però. C’è Mancosu, al 50’ che grazia Colombi. L’errore del capocannoniere dà una svolta alla stagione biancorossa. Già, perché col 3-3, si sarebbe detto e scritto di tutto.

CARPI(4-4-2): Colombi; Letizia, Legati, Gagliolo, Pasciuti; Concas, Porcari, Memushaj, Di Gaudio (31’ st Acosty), Sgrigna (10’ st Bianco), Ardemagni (37’ st Mbakogu), All.: Pillon. In panchina: Kovacsik, Bertoni, De Vitis, Sperotto, Kiakis, Sarzi Puttini. 

TRAPANI (4-4-2): Nordi; Ferri, Pagliarulo, Martinelli (24’ st Garufo) Rizzato; Basso, Feola (24’ st Gambino), Pirrone, Nizzetto; Iunco, Abate (27’st Mancosu). All.: Boscaglia. In panchina: Marcone, Daì, Raimondi, Rizzo, Pacilli, Yaisien. 

ARBITRO: Fabbri di Ravenna (Mondin-Segna, Tardino) 

RETI: 10’ Ardemagni, 20’ Pagliarulo, st 14’ Di Gaudio, 41’ Gambino, 46’ Memushaj 

NOTE: ammoniti Di Gaudio, Iunco Martinelli, Porcari, Pasciuti, Feola, Basso, Letizia, Porcari, Rizzato, Memushaj. Espulso dalla panchina Costi per proteste. Spettatori 1510 paganti + 947 abbonati. Recupero 0’, 5’.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi Trapani 3 - 2 | Biancorossi all’ultimo tuffo: decide Memushaj al 91’

ModenaToday è in caricamento