rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Sport

CasaModena San Giustino 3 - 2 | Il soldato Anderson salva i canarini

Una gara strana, che ha visto CasaModena crollare alla prima difficoltà. Un quarto set che non lascia spazio a domande e finalmente la sofferta vittoria finale dopo un tie break relativamente tranquillo

Era difficile prevedere come sarebbe andata la partita, lo confermava anche Bagnoli solo pochi giorni fa, ma questo andamento certo nessuno lo immaginava. Una partenza che sembrava portare ad una vittoria facile, poi un blackout totale che ha consegnato due set agli avversari. Una gara che finisce al tie break dopo due ore di gioco e tante emozioni.

IL MATCH - Fa tutto San Giustino nelle prime fasi di gioco con due punti e un errore in battuta. Poi è Dennis a pareggiare i conti e a riportarsi prima sul 2-2 poi sul 3-3. CasaModena passa in vantaggio sul 5-4 con un punto di Martino e lo mantiene fino al primo timeout tecnico (8-5). CasaModena alluga ulteriormente con l'ace di Anderson che porta i canarini sul 14-10. Il vantaggio si mantiene sempre tale con i due punti consecutivi di Piscopo e vari errori in ricezione degli ospiti. La forbice si allarga ancora sul 21-16 poi Dennis sbaglia l'ennesima battuta; ci pensa però Anderson a rimediare con un ace che regala il 23-17. Il primo set è gialloblù grazie al punto del 25-18 messo a segno da Angel Dennis. Il secondo set parte in equilibrio con San Giustino che si porta in vantaggio sul 3-4 poi si fa recuperare. L'ace di Matt Anderson regala il primo allungo che porta le squadre al timeout tecnico sull'8-6. I canarini mantengono fisso il vantaggio di due punti con San Giustino che nonostante la netta inferiorità tenta di non mollare. Il secondo timeout tecnico arriva dopo il quinto ace di Anderson (16-13). Esce Anderson ed entra Casoli; Mikko Esko si gira veloce e schiaccia per il 19-14, poi arriva la reazione di San Giustino che riesce a rimontare i cinque punti consecutivi e va oltre  segnando un parziale 0-6 che li porta avanti di un punto (19-20). Modena esce dal momentaneo blackout e torna in vantaggio, ma San Giustino non molla e annulla punto dopo punto ogni vantaggio. Nel momento cruciale del set un errore in battuta di Bellei e due punti consecutivi degli ospiti regalano il set a San Giustino (23-25). Parte ancora con difficoltà CasaModena nel terzo set e segna il primo punto per un errore in battuta avversario sul 1-3. I canarini scherzano col fuoco e lasciano scappare San Giustino sul 1-6. Il muro di Finazzi su Dennis porta ulteriormente in avanti gli umbri che vanno al timeout tecnico sul 2-8. Sul 3-11 comincia la rimonta gialloblù che si ferma però sul 5-12 con un errore in battuta di Anderson. Niente da fare per Modena che non riesce a trovare la continuità per riportarsi sugli avversari fino all'entrata di Bellei quando i gialloblù riescono a ridurre lo svantaggio e vanno al secondo timeout tecnico sul 11-16. San Giustino approfitta delle difficoltà dei padroni di casa, che non trovano più combinazioni e colpi vincenti, e si portano sul 16-22. E' poi Piscopo a interrompere il digiuno gialloblù, ma non basta. L'ex Creus mura Dennis per 18-24 che porta subito dopo San Giustino ad aggiudicarsi il terzo set. Parte finalmente in vantaggio iniziale il quarto set, subito annullato. Anderson poi porta i suoi avanti sul 5-1. Rauwerdink spreca un turno battendo a rete, gli risponde Angel Dennis con un ace, il secondo per lui; il punto dell'8-2 che porta al timeout tecnico è di Andrea Sala. Non vuole lasciare la partita CasaModena che ritrova la lucidità per portarsi al secondo tecnico sul 16-7 dopo un muro di Sala. Non sbagliano più nulla i canarini e volano con Anderson e Dennis portandosi sul 21-9. E' Carletti a portare i gialloblù sul 24-11 a giocarsi il set-point che viene annullato dall'attacco di Bartoletti, ma Anderson non sbaglia la seconda occasione e chiude sul 25-12: tie break! E' sempre Matt Anderson a riaprire le danze dell'ultimo parziale, poi si procede con cautela punto dopo punto, Modena davanti e San Giustino a rincorrere. Il cambio campo arriva sul 8-7 segnato da Matteo Martino che poi batte fuori per il pareggio di San Giustino. Sull'11-9 Dennis prima batte poi schiaccia fuori e  permette agli avversari di continuare a sognare. Ma ci pensa l'implacabile Anderson riportare la squadra a più due con un ace di potenza. Modena spreca il primo match point; il secondo è una schiacciata fuori di Angel Dennis, ma il terzo va a segno ed è Sala a portare la sofferta vittoria a CasaModena.


DICHIARAZIONI POST GARA - Martino: "Dopo questo mese ci poteva anche stare, l'importante è aver vinto anche se non era facile. Con Mikko ci troviamo molto bene, oggi ho avuto dei momenti di offuscamento ma è normale". Bagnoli: "Prima di giocare avevo detto che mi sembrava di dover ricominciare da capo, forse non allo stesso modo ma  con due squadre che hanno avuto diversi problemi. Mi aspetavvo tante cose e speravo la squadra potesse andare meglio, la spiegazione a quello che è successo è molto difficile da dare. C'era una differenza enorme in campo poi ci siamo "incartati". Un pessimo inizio e sono contento di aver portato a casa i due punti. Quando loro hanno cominciato a giocare meglio abbiamo subito molto e commesso tanti errori. Nel secondo set è successo qualcosa che ha cambiato radicalmente la partita, noi siamo scomparsi dal campo ma credo sia stata una questione psicologica. Dobbiamo fare in modo che queste partite ci diano la spinta. L'unico che ha fatto la differrenza è stato Anderson ed era l'unico che poteva permettersi di sbagliare; per gli altri non ho giustificazioni". De Giorgi: "In questo periodo sono pronto a tutto. Quello che abbiamo può bastare per lottare e un punto lo abbiamo guadagnato ma credevo che avremmo potuto vincerla per come si era messa. La squadra ha reagito bene ad una situazione che non ci agevolava".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CasaModena San Giustino 3 - 2 | Il soldato Anderson salva i canarini

ModenaToday è in caricamento