Sport

Catania Carpi 0 - 2 | Biancorossi inarrestabili, vittoria anche al 'Massimino'

I biancorossi non si fermano più, battuto anche il Catania. Di Gaudio e Inglese in gol nella ripresa. La squadra di Castori vince di prepotenza al 'Massimino' e chiude l'andata a quota 43

Clamoroso al Cibali.  Oltre ogni immaginazione e pronostico iniziale. Il Carpi espugna anche Catania con i gol nel secondo tempo di Di Gaudio e Inglese,  e tocca quota 43 al giro di boa. La capolista non si ferma mai. Tredicesimo risultato utile di fila (nove i successi). I biancorossi asfaltano a domicilio anche il club etneo (pericolosamente vicino ai play-out), mantenendo nove punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici, Frosinone e Bologna. Un successo legittimo, limpido ancorché autoritario, che denota, una volta di più lo spessore tecnico-agonistico di questa squadra, destinata a grandi imprese. Probabilmente non è il Catania attuale l’avversaria più ardua che sia possibile affrontare, ma il match del Massimino ha confermato di che pasta sia fatta la truppa di Castori, a soli sette punti dalla quota….salvezza, ma con un ritmo da serie A. 
Squadra che stravince non si cambia. Il tecnico marchigiano ipresenta a distanza di quattro giorni la stessa formazione di partenza del trionfale match col Perugia. Il Catania, quattro squalificati e qualche indisponibile illustre (Rosina), schiera un undici inedito, rabberciato e forzatamente ringiovanito, In avanti le speranze sono affidate al bomber Calaiò affiancato da Rossetti e Castro, 
Clima di contestazione al Massimino, con i tifosi di casa sul piede di guerra.
Si parte piano, con poche emozioni nel primo quarto d’ora. Lollo becca un giallo dopo 8’ per un intervento scorretto su Calello.  Decisamente blando, al 13’, un tentativo di Letizia che non inquadra lo specchio della porta di Frison. Non fa complimenti il Catania. Fallo di Parisi su Di Gaudio al 17’. Ammonito anche lui. Pochi istanti dopo entrataccia a piedi uniti del giovanissimo Odjer su Porcari. Fabbri tira ancora fuori il cartellino.   
Al 19’ interessante lo schema su punizione per i biancorossi. Porcari tocca per Pasciuti che scodella in area, Mbakogu si esibisce in una rovesciata che però termina altissima.  
Buona al 24’ la percussione di Di Gaudio, innescato da Mbakogu.  Sul più bello però l’ala biancorossa si allunga la sfera e Frison lo anticipa in uscita con l’efficace protezione di Odjer. Insiste il Carpi che sfiora per due volte il gol nel giro di pochi istanti. Al 27’ conclusione a botta sicura di Lollo, deviazione provvidenziale di Sauro, palla in angolo.  Un minuto più tardi assist di Pasciuti per Mbakogu che  prova il pallonetto, ma Frison riesce a deviare oltre il fondo.   Il Catania esce dal guscio solo al 39’.  Velleitario il tiro  dalla tre quarti di Castro, la palla sfila lontana dai pali di Gabriel.  Al 46’ Sauro interviene con le cattive su Pasciuti in area, Fabbri fischia solo la fine del primo tempo. Azione da rivedere. 
La ripresa pareggia subito i conti in fatto di contestazioni. Al 3’ conclusione da dentro l’area di Castro, Suagher si oppone in qualche modo. I siciliani chiedono il rigore, ma il braccio del difensore biancorosso sembra attaccato al petto.  Lo stesso Suagher rischia tantissimo al 5’ con un retropassaggio sul quale si avventa Castro, Gabriel è attento ed esce prontamente. 
 Biancorossi avanti al 12’. Ci pensa Di Gaudio a battere Frison sul primo palo con un sinistro preciso e tagliente. Azione corale iniziata da Mbakogu e rifinita da Bianco con l’assist vincente per il numero 11.  Gli etnei accusano il colpo, poi però abbozzano una reazione. Al 18’ Gabriel toglie dalla testa dell’ex Çani un pallone pericoloso. Il Carpi va vicino al raddoppio al 20’, ma Frison e il palo negano a Mbakogu la soddisfazione del gol.  
Castori opera un doppio cambio. Al 24’ fuori Pasciuti e Di Gaudio, dentro Poli e Lasagna. Letizia scala sulla linea dei centrocampisti.  La replica catanese è affidata ad un bel sinistro di Monzon, che al 26’ sfiora il montante. Entra anche Inglese, e il “bimbo” ci mette un minuto per chiudere la partita con una stupenda girata di sinistro che non lascia scampo all’estremo di caso. Carpi micidiale e match in ghiaccio. Solo nel recupero Calaiò si rende pericoloso con una conclusione mancina, serve un grande Gabriel che devìa in angolo con la punta delle dita. Finisce qua. Clamoroso al Cibali. Il Carpi chiude l’andata a quota 43. Bottino da grandissima squadra, di quelle che – statistiche alla mano – in genere centrano la grande impresa. 

IL TABELLINO
GOL: 12’ st  Di Gaudio, 36’ st Inglese 
CATANIA – CARPI 0-2  (0-0)
CATANIA: (4-3-3): Frison; Parisi, Sauro, Rolin, Monzon; Odjer (25’ st Gallo), Calello, Escalante; Rossetti (10’ st Çani), Calaiò, Castro (42’ st Piermarteri). All.: Pellegrino. A disposizione: Terracciano, Ramos, Garufi, Jankovic, Scapellato, Di Grazia. 
CARPI (4-4-1-1): Gabriel; Struna, Suagher, Gagliolo, Letizia; Pasciuti (23’ st Poli), Porcari, Bianco, Di Gaudio (23’ st Lasagna);  Lollo; Mbakogu (35’ st Inglese). A disposizione: Maurantonio, Sabbione, Mbaye. Gatto, Embalo, De Silvestro. All.: Castori. 
Arbitro: Fabbri di Ravenna (Tolfo-Carbone, IV° uff. Nasca)
Note: ammoniti 8’ Lollo, 17’ Odjer, 18’ Parisi, st 22’ Struna, 29’ Gagliolo (diffidato, sarà squalificato), 37’ Gallo, 40’ Monzon
Recupero: 1’, 3’

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania Carpi 0 - 2 | Biancorossi inarrestabili, vittoria anche al 'Massimino'

ModenaToday è in caricamento