Ciro Ferrara "interrogato" dagli studenti del Tassoni: "Non trascurate la scuola"

Il ct dell'Under 21 ha incontrato in mattinata i ragazzi del liceo modenese per il ciclo di iniziative "Vivo Azzurro". Molte domande e tanta curiosità per l'ex capitano della Juventus

Si è tenuto stamattina l’incontro di Ciro Ferrara, allenatore della Nazionale di calcio Under 21, con gli studenti del Liceo Tassoni, presso l’aula magna dell'istituto: qui gli allievi hanno potuto interagire direttamente con l'ex campione della Juventus porgendogli domande su ogni tema. Ferrara si è dimostrato molto disponibile a rispondere e scherzare con gli alunni, affascinati dalla sua presenza, affermando di rivedersi in loro.
Il tema trattato con maggiore interesse e intensità dall’ex centrale difensivo è stato quello dell’importanza dell’istruzione: Ferrara ha infatti spronato i ragazzi presenti a non trascurare la scuola e la cultura per dedicarsi allo sport ed ha portato ad esempio la sua carriera che, seppur impegnativa fin dall’adolescenza, non è stata mai anteposta agli studi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Molte domande gli sono state poste sulla diversità dei ruoli che ha svolto nel mondo del calcio e sulle sue sensazioni prima da calciatore poi da allenatore. In risposta Ferrara ha dichiarato:”preferisco la carriera da allenatore, anche se presenta la difficoltà di dover entrare nella testa di 25 persone e non permette di poter pensare singolarmente. Mi sarebbe piaciuto - scherza – fare il cantante, perché chi viene a vederti, viene per vedere solo te e non per fischiarti.”
Il Tecnico Under 21 si ritiene legato alla città di Modena, soprattutto da quando il figlio fa parte delle giovanili della società calcistica cittadina e ha espresso il suo desiderio di poter portare anche la Nazionale minore allo Stadio Braglia. Sull’iniziativa “Vivo azzurro” promossa dalla Federazione come avvicinamento al match della nazionale maggiore contro l'Estonia: "Sono giuste queste iniziative perché la Nazionale deve coinvolgere tutti e deve portare il tifo aldilà dell’attaccamento alla maglia della squadra di club”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Addio a Maria Lucia Matteo, stimata ginecologa di Carpi

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento