rotate-mobile
Sport

Fiorentina Carpi 0-1 | Di Gaudio manda i biancorossi ai quarti e scrive la storia

Eliminata la Fiorentina, biancorossi corsari al Franchi con il gol dell'esterno siciliano. La formazione di Castori accede ai quarti di finale nella Coppa Italia delle sorprese

Nella Coppa delle sorprese, dopo Spezia ed Alessandria, c’è posto anche per il Carpi, che per la prima volta non subisce gol fuori casa , eliminado la Fiorentina davanti al suo pubblico, e vendicando anche la beffarda sconfitta in campionato di tre mesi fa.  C’ha pensato Di Gaudio a firmare l’impresa, con un perfetto destro sul palo lontano, inarrivabile per Sepe. Totò Di Gaudio,  anni 26, che il Castelfranco pescò a Palermo e valorizzò prima di cederlo al club biancorosso nel 2010. A Carpi è diventato grande…

Dopo la disfatta di Empoli, la squadra di Castori scrive un’altra pagina di storia a dispetto di una stagione in campionato a dir poco travagliata. Ne paga il prezzo la leziosa e presuntuosa Fiorentina di Paulo Sousa, che fallisce un obiettivo stagionale nella maniera meno attesa, pagando tutta in una volta la ritrovata compattezza di un Carpi attento e concentrato, pungente e reattivo, che per una volta non si ai addormentato nei pressi della propria area. Tutti al di sopra della media, ma spicca la prova di Brkic, assolutamente perfetto.  Mai dare per morti il Carpi e Castori. Hanno nel dna  la capacità di reagire alle avversità, ai limiti, agli errori. Micidiale quando viene sottovalutato. Se n’è accorta la Fiorentina, leziosa e un pizzico presuntuosa, punita al Franchi da un gol di Antonio Di Gaudio, anni 26, che il Castelfranco pescò a Palermo e valorizzò prima di cederlo al club biancorosso nel 2010. A Carpi è diventato grande…

IL MATCH - Castori e Sousa turn-over sì, ma con juicio. Ovvero poche e studiate variazioni sul tema della formazione titolare.  Parte fortissimo la Fiorentina. I viola confezionano tre palle gol nel giro di pochi minuti. Prima due ottimi interventi di Brkic su un tiro da fuori di Rebic, poi  su un colpo di testa ravvicinato di Kalinic. Poi un’altra sventola da lontano di Badelj che viene sporcata inavvertitamente da Zaccardo e sfila di pochissimo a lato. Il Carpi però non ci sta a subire. .  Al quarto d’ora bella sgroppata di Marrone che serve Di Gaudio. L’esterno si accentra e tenta il destro a giro che va fuori. Poi è la volta di Borriello che entra in area e scarica a lato il sinistro da buona posizione. Clamoroso al 22’ il palo di Gagliolo con un gran rasoterra dai venti metri, sulla ribattuta Sepe si esalta su Zaccardo. La Fiorentina soffre ed al 35’ Matos (in prestito al Carpi proprio dal club viola) colpisce male dal vertice sinistro dell’area.  Paulo Sousa si arrabbia. E i suoi cercano di scuotersi. Al 41’ Rebic si mangia un gol fatto davanti a Brkic. Non riesce a dare potenza al destro, e Zaccardo allontana a pochi centimentri  dalla linea bianca. La Fiorentina pareggia il conto dei legni al 44’ con un fendente dal basso in alto di Badelj che coglie la traversa.  Si va al riposo a reti inviolate. 

Subito Brkic protagonista nel secondo tempo al 5’ su un velenoso sinistro di Bernardeschi.  La Fiorentina che ha un Ilicic in più e un Rebic in meno, intensifica l’azione offensiva, un po’ in affanno la difesa biancorossa.   La costante iniziativa viola non trova sbocchi significativi, almeno fino al 18’, quando Ilicic serve Babacar che impegna Brkic a terra.  Al 20’ Kalinic e Zaccardo entro in contatto in area,  protesta la Fiorentina, per Gervasoni però non è rigore.  Castori fa rifiatare Borriello, e getta in campo Mbakogu.  Pericolosa la squadra di Sousa alla mezz’ora, ma Brkic esce con perfetta scelta di tempo su Kalinic lanciato a rete.  Il Carpi però ribalta il fronte e trova il vantaggio. Lollo pesca Di Gaudio in profondità , il numero 11 punta Tomovic, si porta la palla sul destro ed incrocia perfettamente nell’angolo opposto.  La Fiorentina incassa male il colpo e si rende pericolosa solo al 36’ su calcio piazzato di Ilicic (destro a giro di pochissimo lontano dall’incrocio).  Anzi sono i biancorossi a trovare praterie. Matos prova il numero in area, salva Astori.  Al 40’ è addirittura Marrone a trovarsi sul sinistro il pallone del raddoppio, ma Sepe è bravo a opporsi.  I biancorossi rischiano al 43’, con Alonso che chiama ad un doppio intervento non facile Brkic. Ed al 48’ Astori fallisce il pareggio lanciato tutto solo davanti al portiere biancorosso.

FIORENTINA – CARPI 0-1
GOL: nel s.t. al 31’ Di Gaudio. 

FIORENTINA (3-4-2-1): Sepe; Rodriguez, Tomovic, Astori; Rebic (1’ st Ilicic), Badelj, Vecino (34’ st Rossi), Pasqual (10’ st Alonso), Bernardeschi, Kalinic; Babacar.  A disposizione: Tatarusanu, Lezzerini; Gilberto, Verdù, Roncaglia. All.: Paulo Sousa. 
CARPI (5-4-1): Brkic; Letizia, Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo (38’ st Spolli ), Gabriel Silva (29’ st Cofie),  Matos, Lollo, Marrone, Di Gaudio; Borriello (21’ st Mbakogu). A disposizione: Belec, Bianco, Lazzari, Lasagna, Pasciuti, Martinho. All.: Castori. 
ARBITRO: Gervasoni di Mantova (assistenti Fiorito di Salerno e Pegorin di Latina, quarto uomo Di Paolo di Avezzano).

Note: espulsi Mbakogu e Rodriguez al 49’ per doppia ammonizione;  ammoniti 3’Badelj, 22’ Tomovic, 41’ Gabriel Silva, 45’ Marrone; nel s.t. al 7’ Rodriguez, 22’ Matos, 47’ Mbakogu. 
Recupero 1’, 6’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiorentina Carpi 0-1 | Di Gaudio manda i biancorossi ai quarti e scrive la storia

ModenaToday è in caricamento