Sport

A.S. La Fratellanza. Prove Multiple, Menghi cede lo scettro ad un super Sion

Un secondo posto alla prima rassegna tricolore su pista della stagione e un grande spettacolo al Campo Comunale di Modena

Un secondo posto alla prima rassegna tricolore su pista della stagione e un grande spettacolo al Campo Comunale di Modena. Sono questi i principali risultati di un weekend che per la Fratellanza vedeva Yoro Menghi impegnato nel Decathlon Juniores a Fabriano, con i titoli italiani in palio, mentre nell’impianto di casa è andato in scena il prestigioso e ormai storico Trofeo Luigi Pratizzoli dedicato alla categoria Cadetti.

Prove Multiple, Menghi cede lo scettro ed è vice campione

Otto mesi e mezzo dopo l’edizione 2020 che lo aveva incoronato campione, Yoro Menghi deve cedere il titolo italiano delle Prove Multiple categoria Juniores. Uno dei principali rappresentanti del gruppo romagnolo in forza alla Fratellanza non è riuscito a conquistare il bis a causa della crescita da applausi del piemontese Alessandro Sion che lo scorso settembre aveva chiuso proprio secondo alle spalle di Menghi. Un cambio della guardia maturato al termine di una due giorni di gare intensissima in quel di Fabriano, in cui dopo sei prove sulle dieci in programma nel Decathlon il portacolori della Fratellanza era sostanzialmente appaiato al rivale. A fare la differenza le successive prove di lancio, disco e giavellotto, ma soprattutto il salto con l’asta che hanno scavato un divario impossibile da colmare nella prova finale di mezzofondo, sui 1500 metri, in cui Menghi si è comunque distinto terminando tra i migliori. Il punteggio finale delle dieci prove dice che Sion ha trionfato con un totale di 7420 che è nuovo record personale e seconda prestazione italiana di sempre in categoria alle spalle di Dario Dester che dista ancora circa 150 punti. Per Menghi medaglia d’argento con 6771 punti davanti a Christian Angeli dell’Atletica Valli di Non e Sole con 6687.

Pratizzoli, vince la Lombardia. Emilia Romagna quarta

Cielo sempre più grigio con il passare delle ore, ma pioggia evitata al Campo Comunale di Modena per il Trofeo Luigi Pratizzoli, storico meeting dedicato ai migliori Cadetti d’Italia che quest’anno ha traslocato da Fidenza, causa lavori di manutenzione, per essere ospitato dalla Fratellanza.

Per i colori gialloblù era in gara la velocista, classe 2007, Chiara Cappi che ha conquistato la seconda piazza nella seconda serie degli 80 piani con il crono di 10”48, lei che vantava un accredito di 10”55. Netto il miglioramento che l’ha portata a conquistare il 17esimo posto finale. Per la modenese, poi, impegno anche in staffetta 4x100 che l’Emilia Romagna ha chiuso al decimo posto con il tempo di 53’’70. Per la nostra regione da ricordare la vittoria nei 1200 metri siepi con l’atleta parmense Anna Galli. La classifica finale per rappresentative regionali ha visto trionfare la Lombardia, con 194 punti, davanti a Toscana, Veneto e proprio Emilia Romagna che ha mancato il podio per soli 9 punti.

Gavioli quarta a Vittorio Veneto

Al 1° Meeting Internazionale ATL-Etica, andato in scena a Vittorio Veneto, ha preso parte difendendo i colori gialloblù la triplista Costanza Gavioli. In una gara che vedeva al via la campionessa bulgara Gabriela Petrova, poi risultata vincitrice, e l’azzurra Ottavia Cestonaro è arrivato un quarto posto con la misura di 12.49 che non rappresenta certo una prova da ricordare per la Gavioli, ma sicuramente una tappa nel percorso di avvicinamento agli appuntamenti tricolori a livello individuale e di squadre. La saltatrice mantovana, che veste i colori gialloblù, ha messo in scena una gara in crescendo senza, però, trovare un acuto che la potesse portare a salire su un podio chiuso dalla pugliese Francesca Lanciano con 12.97

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A.S. La Fratellanza. Prove Multiple, Menghi cede lo scettro ad un super Sion

ModenaToday è in caricamento