rotate-mobile
Sport

La Fratellanza. Lanci invernali, Frattini sfiora un doppio titolo, 13 maglie tricolori agli Italiani Master

Fine settimana pieno di soddisfazioni per la Fratellanza impegnata in diverse rassegne tricolori e non solo

Fine settimana pieno di soddisfazioni per la Fratellanza impegnata in diverse rassegne tricolori e non solo. Mariano Comense ha ospitato la Finale Nazionale dei campionati invernali di lanci dove Giovanni Frattini è arrivato ad un solo centimetro dal primo posto assoluto ed Under 23 nel lancio del giavellotto. Ad Ancona, invece, il quarto weekend di febbraio ha assegnato i titoli italiani per le categorie Master con la squadra gialloblù che ha portato a casa tredici successi ed un totale di 27 podi.

Frattini, doppio argento e convocazione azzurra

Si conferma di nuovo ai vertici italiani dopo l’infortunio che l’ha tenuto ai box per lungo tempo Giovanni Frattini. Il lanciatore romagnolo di casa Fratellanza ha conquistato una doppia medaglia d’argento, Under 23 e assoluta, ai campionati tricolori invernali di lanci sfiorando il successo che dista solo un centimetro. Il portacolori gialloblù, infatti, ha trovato al terzo lancio la grande misura di 71,94 metri, ma è stato superato dal campione dell’Esercito Michele Fina che al penultimo tentativo lo ha scavalcato con 71,95. Il risultato, però, è valso a Frattini il ritorno in maglia azzurra per la Coppa Europa di lanci in programma a Leira, in Portogallo, il 9-10 marzo.

Sempre a Mariano Comense un altro alfiere della Fratellanza si è fatto valere classificandosi al quattordicesimo posto assoluto, ma al quarto tra le Promesse nel lancio del disco: si tratta di Matteo Storti che con la misura di 44,99 metri ha avvicinato il podio senza conquistarlo per una manciata di centimetri.

Italiani Master, 13 titoli ad Ancona

Tredici titoli italiani, sei medaglie d’argento e otto di bronzo: questo è il bottino finale della Fratellanza ai campionati italiani Master andati in scena dal 22 al 25 febbraio ad Ancona. La rassegna che chiudeva la lunga serie di weekend tricolori del mese di febbraio ha prodotto ottimi risultati per i colori gialloblù nonostante importanti assenze e qualche novità all’interno delle formazioni maschili e femminili che, comunque, si sono confermate ai vertici rispettivamente con il quarto ed ottavo posto a squadre.

I primi due giorni di gare hanno visto nel complesso protagonisti quasi tutti gli Over 65 dove a spiccare è stata tra le altre la gara del peso maschile M70 con il podio tutto targato Fratellanza formato da Tarcisio Venturi primo con 12,09 metri, Ugo Coppi secondo con 11,42 e Pietro Fiacchi terzo con 10,87.

Per Giuliana Gherardi, poi, la ‘solita’ serie di successi tra le F75 e più precisamente i titoli conquistati sono tre ovvero quello del peso con 7,23 metri, del martello con 22,34 e del martello maniglia corta con 8,87. Terzo posto, invece, nel lancio del disco con 13,86 metri.

In quest’ultima specialità, invece, è salito sul gradino più alto del podio, dopo l’argento nel peso, Ugo Coppi con la misura di 45,99 metri.

Tarcisio Venturi, invece, ha calato il tris con i successi nel martello, grazie ad un lancio a 34,13 metri, e nel martello maniglia corta con 14,25 metri. Quarto posto, invece, nel giavellotto con 32,90 metri.

Le due successive giornate, invece, hanno visto protagonisti principalmente i Master più giovani e anche qua non sono mancate le soddisfazioni a partire dai lanci con Valentina Montemaggiori F55, campionessa nel peso con 11,31 metri che rappresentano anche il nuovo primato italiano che resisteva dal 2021. Per lei successo anche nel martello con 36,74 metri e doppio argento nel giavellotto con 25,06 e nel martello maniglia corta con 10,47. La rassegna di titoli continua poi con Simona Barchetti nel disco F50 con 29 metri tondi poi si passa alla pista con Bokar Badji, M35, primo nei 200 piani in 22”44. Davanti a tutti chiude anche Alessandro Bianchi negli 800 M50 in 2’08”13, mentre è terzo nei 1500 in 4’24”69.

Passando agli argenti da segnalare Mirko Paolini nei 400 dedicati agli M55 in 56”24 e Arrigo Ghi nel salto triplo M75 con 8,22 metri. Tornando ai lanci, poi, c’è Sauro Malagoli grande protagonista tra gli M50 con l’argento nel disco con 38,83 metri, il bronzo nel peso con 13,36 metri ed il podio sfiorato nel martello maniglia corta con 13,61 metri oltre ad un quattordicesimo posto nei 60 piani chiusi in 7”84.
Ci sono poi anche i bronzi di Giulia Sighinolfi, F40, nei 3000 in 10’57”52, di Emanuela Bolattino tra le F60 nei 60 piani chiusi in 9”13, nuovo record regionale, e di Lara Gualtieri negli 400 riservati alle F50 con 1’07”45.

Infine le staffette 4x200 con l’oro della M45 formata da Riccardo De Luca, Mirko Paolini, Maurizio Pelloni e Bokar Badji in 1’38”77. Bronzo, invece, per la F50 con Emanuela Bolattino, Paola Bassano, Simona Barchetti e Lara Gualtieri che ha chiuso in 2’04”86.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Fratellanza. Lanci invernali, Frattini sfiora un doppio titolo, 13 maglie tricolori agli Italiani Master

ModenaToday è in caricamento