Cross, dominio modenese a Osimo. Moro tredicesimo alla Maratona di Firenze

Grandi prestazioni, vittorie e piazzamenti di prestigio per i portacolori gialloblù in maglia Fratellanza e dei Gruppi Sportivi Militari nel Cross Valmusone di Osimo. La seconda prova di selezione per la Nazionale che gareggerà agli Europei di Tillburg è a forti tinte modenesi.

Promesse, Giacobazzi e Colombini sui gradini più alti del podio - Nella gara più massacrante, sulla distanza di dieci chilometri e complicata dal meteo tutt’altro che positivo, grande risultato per Alessandro Giacobazzi e Simone Colombini che chiudono primo e secondo per quanto riguarda la categoria Promesse. I due pavullesi, che da qualche tempo ormai vestono la casacca dell’Aereonautica Militare, hanno fermato rispettivamente il cronometro sul tempo di 30:37 e 30:51 ovvero sesto e ottavo piazzamento complessivo nella classifica generale che tiene conto anche della gara Senior vinta dall’esperto Daniele Meucci dell’Esercito. Un risultato che serviva soprattutto a Simone Colombini che non aveva concluso la prova di Trieste e che vale per entrambi la pressoché certa chiamata in azzurro.

Senior donne, sugli scudi Santi e Cascavilla - Nella prova riservata alle categorie Senior e Promesse donne, sulla distanza dei sette chilometri, ancora tanto gialloblù in vetta alla classifica finale. La pavullese Christine Santi, in casacca dell’Esercito, e l’attuale portacolori della Fratellanza Maria Chiara Cascavilla hanno concluso ai vertici, rispettivamente seconda e quinta assolute, ma prima e seconda considerando solo la graduatoria Senior. Il crono di 24:23 per la Santi e 24:42 per la Cascavilla consente di sperare concretamente in una convocazione in azzurro per entrambe, anche se la composizione della formazione che difenderà i colori in azzurro per questa categoria appare davvero incerta.

Junior e Allievi, ancora una super Cornia. Brighi sorprende - A completare il quadro degli atleti gialloblù in gara sono Martina Cornia e Riccardo Brighi. Per la giovanissima allieva modenese anche ad Osimo arriva un risultato di prestigio, ovvero il successo nella propria categoria ed un terzo posto complessivo al termine di una volata che ha visto prevalere le Junior Elisa Palmero e Ludovica Cavalli per soli cinque e due secondi. Anche per lei porte della Nazionale pronte a schiudersi, mentre ad un passo da questo risultato sembra esser giunto l’ultimo rappresentante della Fratellanza: il classe 2000 Riccardo Brighi. Per lui settimo posto finale al termine di una sfortunata volata che poteva regalargli anche il quinto posto, ma una prova sicuramente convincente ed in crescita dopo il decimo posto di due settimane fa nella più “agevole” Carsolina.

Mohamed Moro vince la scommessa - Alcuni anni fa in pochi avrebbero detto che un ottocentista come Mohamed Moro avrebbe preso a cuore l’impegno di prepararsi per correre una maratona. Ma quest’autunno Moro ha deciso di accettare la sfida di mettersi al lavoro per correre al meglio i 42 chilometri. Sotto la guida di Renzo Finelli e con una buona dose di determinazione ha intrapreso la preparazione per la Maratona di Firenze.

La preparazione - Mohamed Moro ha affrontato la preparazione allenandosi tra il campo scuola e i parchi di Modena, sfruttando anche alcune gare in provincia e fuori regione, passando per la maratona di Parma dove ha corso i 30 chilometri insieme all’azzurra Sara Dossena, che prima di infortunarsi nel mirino aveva ancora la maratona di New York, correndo poi i 21 km di Soliera fino a Riva del Garda. Proprio a Riva del Garda insieme a lui hanno preso parte alla gara anche i corridori di ‘Run&Fun’. “In questi mesi ho imparato molto, la preparazione è andata come da pronostici”.

La gara  - Il percorso della maratona di Firenze è da sempre conosciuto per le sue difficoltà tecniche, aspetto che anche Moro ha notato, ma da cui non si è fatto intimorire, nonostante il crampo preso al diciottesimo chilometro. “Ho concluso questa esperienza in modo positivo, ho corso tutta la gara a un buon ritmo, con sensazioni sempre buone, riuscendo a mantenere sempre alta la concentrazione”.

L’arrivo

Moro ha concluso al tredicesimo posto finale con il tempo di 2 ore 31 minuti, in gara anche Luca Gozzoli, appartenente alla categoria Master SM50, che ha concluso al 42esimo posto della propria graduatoria con il tempo di 2 ore e 50 minuti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Livelli dei fiumi in crescita e strade allagate. Chiusi ponti e sottopassi

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

Torna su
ModenaToday è in caricamento