Fratellanza, podi e buoni riscontri nei meeting di Rieti e Vittorio Veneto

Va in archivio con buoni segnali e diversi podi il primo vero weekend di atletica per la Fratellanza dopo la ripresa post Coronavirus. I primi meeting nazionali di Rieti e Vittorio Veneto hanno consegnato agli atleti gialloblù che vi hanno preso parte importanti riscontri per il proseguo di una stagione che arriverà al suo culmine a partire da fine agosto, con la prima parte dei campionati italiani assoluti a Padova.

A Rieti la sfida di Fornasari a Tortu e tanti velocisti azzurri

La Fastweb Cup o Trofeo Città di Rieti è uno degli appuntamenti più attesi dai big della velocità italiana e non solo. Il campione azzurro Filippo Tortu era l’uomo da battere, ma la sua condizione non ottimale così come per tanti altri ha fatto sì che il successo sia andato al ghanese Safo-Antwi che chiudendo la finale in 10’’29 ha preceduto proprio Tortu di due centesimi. Per la Fratellanza era in gara Freider Fornasari che ha messo in pista due gare pressoché identiche. Il 10’’80 realizzato in batteria non è stato sufficiente per soli 11 centesimi a centrare la finale A, pertanto il velocista gialloblù si è dovuto accontentare della finale B che ha chiuso al secondo posto in 10’’79.

Tanti podi a Vittorio Veneto

A Vittorio Veneto, invece, il miglior piazzamento complessivo è stato quello di Eleonora Iori che si è piazzata seconda sui 200 metri, con il tempo di 25’’24, alle spalle dell’azzurra Sveva Gerevini (in foto). La Iori era scesa in pista anche sui 100 metri che, invece, ha chiuso sull’ultimo gradino del podio fermando il cronometro su un 12’’03 che nelle prossime settimane sarà sicuramente migliorato con il crescere della condizione fisica. Le buone notizie proseguono poi sempre nella velocità con il terzo posto anche per la giovane classe 2002 Alessandra Morandi nei 400 metri piani. Il suo giro di pista in 57’’02 la pone alle spalle delle più esperte Irene Baldessari dell’Esercito e della vincitrice Alessandra Bonora dell’Atletica Rodengo Saiano. Nella medesima gara undicesima l’altra giovane gialloblù Anna Vientardi in 1’02’’24. A chiudere la carrellata di piazzamenti da podio è stata poi la romagnola di casa Fratellanza Nicole Romani, terza nel salto in alto con la misura di 1.71 metri alle spalle della vincitrice Rebecca Mihalescul, che è arrivata fino ad 1.73, e alla pari anche se con più errori di Greta Brugnolo.

Per quanto riguarda gli altri piazzamenti da segnalare il quinto posto in 19’’10 di Alessia Conciliano sulla distanza spuria dei 150 metri. Per lei anche la soddisfazione di aver vinto la propria serie. In campo maschile, invece, esordio stagionale anche per i giovani talenti romagnoli arrivati in questo 2020 in maglia gialloblù. Il vice campione Junior di prove multiple Indoor, Yoro Menghi, chiude ottavo nel lungo con la misura di 6.51 metri ed è quindicesimo nei 300 piani con il tempo di 37''42. Nei lanci il talento Giovanni Frattini è quinto assoluto con il suo giavellotto grazie alla misura di 61.45 metri. Chiude il quadro Bokar Badji, quinto sui 300 metri e nono sui 100.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento