menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Domenica di gare dai Cadetti ai Master con CdS, 10000 di Rubiera e Queen Atletica Games

E’ finita la lunga attesa anche per gli atleti del settore giovanile. Ieri e oggi al Campo Comunale di via Piazza è tornata in pista la categoria Under 16, ovvero i Cadetti, in un primo meeting provinciale utile a stilare una classifica di base che potrà essere migliorata settimana dopo settimana in vista della fase finale dei Campionati di Società. Mercoledì si tornerà a gareggiare anche a San Felice sul Panaro, ma per ora a Modena comanda la Fratellanza con una base di 9545 punti accumulati in campo maschile e 12562 in campo femminile. Portacolori gialloblù in pista anche a Rubiera, Faenza e Pavia.

Settore maschile, doppietta per Costanzini

Qualche personale ritoccato, ma anche gare che ancora non erano state affrontate da tanti protagonisti viste le difficoltà causa Covid dell’estate 2019, come ad esempio gli 80 metri dove Samuele Costanzini si è dovuto inchinare per un solo decimo al sassolese Giacomo Spezzani, con i tempi rispettivamente di 10,1 e 10 secondi. Terzo l’altro gialloblù Jordan Rovatti. Per lo stesso Costanzini, però, sono arrivati due successi sui 300 piani e sul salto in lungo con il tempo di 40 secondi e la misura di 5,46 metri. Start list piuttosto sguarnita, invece, nelle gare ad ostacoli con il solo Gregorio Taglini che ha chiuso i 100 in 18,8 e i 300 in 49,6. Sulle distanze più lunghe, invece, vittoria per Claudio De Robertis nei 1000 metri, e per Maurice Maiuri della Polisportiva Castelfranco sui 2000 su Cesare Taglini che, invece, si è imposto nei 1200 siepi davanti al già citato per le gare ad ostacoli Gregorio. 28’00’’1, invece, il tempo di Riccardo Nava nei 5000 metri di marcia. Nell’alto vittoria per Filippo Virdis, della Polisportiva Spilambertese, con la misura di 1.50 metri, mentre nell’asta in gara il solo gialloblù Samuele Vecchi che ha valicato positivamente i 2.70 metri. A chiudere il programma dei salti, oltre al già citato lungo, c’è anche il triplo con il solo Jordan Rovatti in gara e autore della miglior misura a 9.78 metri.

Nei lanci, invece, doppietta spilambertese nel peso con Matteo Ferraresi davanti a Nicolò Lancellotti. Nel giavellotto vittoria di misura ancora una volta per Cesare su Gregorio Taglini, mentre nel disco Tommaso Salvioli conquista la misura di 13.68 metri.

A chiudere il programma maschile la staffetta 4x100 con il solo quartetto di casa Fratellanza formato da Gregorio Gennari, Francesco Rasconi, Matteo Salsi e Matteo Cocconi che ha fermato il cronometro sul 50.5 secondi

Settore femminile, sfida Fratellanza-Castelfranco

Sfida serratissima nella velocità sugli 80 metri con il quartetto di casa composto da Alessia Soukhomazov, davanti a Vittoria Tonioni, Sara Poletti e Emily Fiumicelli, ma tutte e quattro con il tempo di 11.3 secondi. Nei 300 metri, invece, vittoria netta di Elena Broglia, della Polisportiva Castelfranco, davanti ad Alessia Gjikolaj e Alessia Gavioli, mentre nelle due prove ad ostacoli festeggiano ancora la stessa Broglia sugli 80 ed Emma Martignani che sui 300 ha proprio la meglio sulla rivale con il crono di 46.5 secondi contro 47.3.

Nel mezzofondo 3’48’’3 bastano a Ludovica Villa per imporsi sui 1000 metri, mentre sui 2000 per lei c’è il secondo posto dietro all’altra gialloblù Alessia Pini, vincitrice in 8’41’’0. Nei 1200 siepi, invece, vittoria per Azzurra Costanzini e nei 3000 metri di marcia per Bianca Zoboli.

Per quanto riguarda i salti 1,49 metri per Bheatrisha Purboo nell’alto e 2,45 per Mariasole Carpenito nell’asta. Oltre agli ostacoli per Emma Martignani c’è anche la vittoria nel lungo con 4,80 metri, mentre nel triplo in gara la sola Federica Benassi che realizza 8,33 metri. Nei lanci vince ancora Castelfranco con Manuela De Feo nel peso e Giulia Setti nel disco e nel martello. Nel giavellotto, invece, festeggia per la Fratellanza Valentina Bacchiega con 29,14 metri. Nella 4x100, invece, doppietta geminiana con il quartetto formato da Ilaria La Martina, la stessa Bacchiega, Sara Zucchini e Mariasole Carpenito vincitore in 54.3 secondi davanti a quello formato da Emily Fiumicelli, Laura Borghi, Sara Poletti e Bheatrisha Purboo.

10000 di Rubiera e 20 minuti su pista

Alla classica manifestazione di Rubiera dedicata al mezzofondo prolungato buone le performance dei portacolori della Fratellanza. A partire dalle categorie giovanili buoni risultati tecnici nei 20 e 30 minuti di corsa, dove lo scopo della gara era percorre il maggior chilometraggio possibile nel tempo a disposizione. Nei 30 minuti di corsa Allievi seconda piazza per Matteo Costa con 8068 metri percorsi, terzo Simone Pietro con 7429 metri. Nei 20 minuti bene le pavullesi in gara coi colori della Fratellanza, tra loro la migliore è stata Giulia Bertacchini, seconda con 4993 metri alle spalle della piacentina Santelli. Quarta Sofia Ferrari con 4796 metri e quinta Francesca Venturelli con 4731 metri percorsi.

Nei 10.000 metri femminili prima piazza per la Promessa Chiara De Giovanni con 40’34”81 siglato nella gara assoluta vinta da Federica Proietti con 36’52”92. Nella prova maschile, invece, trentanovesimo posto assoluto, ma secondo per la categoria Juniores per Gian Marco Ronchetti con il tempo di 34’15’’44.

Gare fuori dalle righe ai Queen Atletica Games

Gare ‘anomale’, come il salto in lungo da fermo e varie distanze spurie di velocità, ai Queen Atletica Games andati in scena a Pavia. Particolarmente avvincente i 30 metri shoot-out, ovvero una sfida uomo a uomo dove solo il primo classificato passava il turno per accedere a semifinali, impostate sempre con la sfida uno contro uno, e finali. Ad avere più volte la meglio per la Fratellanza è stata Sandra Milena Ferrari che ha conquistato la finale, non riuscendo però ad imporsi dopo aver vinto le due gare precedenti. Il crono di 4”42 in finale è stato comunque il migliore fatto registrare nella sua giornata di gare. La Ferrari ha anche primeggiato nella singolare gara del salto in lungo da fermo dove ha realizzato un buon 2,52 metri al quinto salto vincendo di oltre 20 centimetri sulle avversarie.

Negli 80 metri piani buone le performance delle sprinter gialloblù con Laura Fattori che ha fatto registrare il miglior crono delle 6 serie femminili in programma con 9”90. Sesto invece il tempo siglato da Leonice Germini in 10”15. Anche al maschile la Fratellanza si è imposta negli 80 metri piani con il buon 8”80 di Freider Fornasari.

Nei 150 metri maschili record personale per Andrei Zlatan che con 15”80 ha conquistato la seconda piazza e siglato un ottimo risultato anche dal punto di vista tecnico. Nei 150 metri femminili Federica Giannotti ha dovuto aspettare la dodicesima serie per salire sui blocchi e scalzare buona parte delle avversarie trovando l’ottavo posto nella classifica complessiva stilata alla fine delle serie, buono il suo 18”80.

Nei 250 metri piani, infine, Michelle Petillo sfodera un ottimo sprint facendo registrare il secondo miglior tempo tra le sette serie in programma con 28”56. Sesto Matteo Ansaloni in 28”70.

Master a Faenza

Nelle gare Master a Faenza bene Giuliano Bagnoli, SM60 che si è cimentato sia nei 400 metri chiudendo al secondo posto in 1’15”32 che nei 100 metri in 15”61. Nei 1500 metri maschili buona la prestazione del pavullese Corsinotti, anch’egli SM60 che ha chiuso in 5’32”39. Alle sue spalle sempre per la Fratellanza bene Amedeo Trenti in 5’37”62. Al femminile sesta Katia Citro e settima Loretta Rubini. Nella gara più lunga in programma, il 5000, molto bene la quota rosa della Fratellanza con un ottimo secondo posto di Monica Barchetti SF50 in 19’38”67, bene anche Annarosa Mongera, SF45 sesta, e ottava Paola Bernini. Al maschile diciottesimo posto per D’Amelio, SM35 in 19’05”51.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, 113 casi in provincia. Tre decessi e tre ricoveri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento