rotate-mobile
Sport Lama Mocogno

Un successo per la prima edizione dei "Giochi senza barriere" a Lama Mocogno

L’iniziativa, ideata da Agnese Sala e sostenuta dall’Amministrazione Comunale si è svolta domenica 20 agosto

Un’intera giornata per sviluppare uno sguardo differente verso la disabilità e per raccogliere fondi per l’abbattimento delle barriere architettoniche: questo lo scopo della prima edizione di “Giochi senza barriere”, una giornata inclusiva che ha avuto luogo domenica 20 agosto a Lama Mocogno, nello spazio verde dell’ex campo sportivo di Lama Bassa.

L’iniziativa è stata ideata da Agnese Sala e sostenuta dall’Amministrazione comunale di Lama Mocogno e dalle associazioni del territorio. Dalle 10 del mattino fino a sera inoltrata, numerosi sono stati i partecipanti agli stand dimostrativi, che prevedevano calcio e giochi col pallone con AC Lama ‘80, danza, con “Le Muse” Aps, lezioni di LIS e danza con Eloiseloro Scs, trenini elettrici con il Gruppo Fermodellistico Modenese, cart a pedali con Sala SNC, oltre a un’area giochi piccolissimi con il Pge “Lo Scoiattolo”, lo spazio per il Memory e gioco dell’oca con Avis, la presentazione del gioco da tavolo “Lamopoly” di Infrango Aps e la visita al camion dei Vigili del Fuoco di Pievepelago. Molto apprezzati dai più piccoli anche i rapaci de Il Mulino dei Gufi e gli asinelli dell’Asineria di Gombola. Altri beniamini del mondo animale sono stati i cani da slitta, con le dimostrazioni di pet therapy. Da non dimenticare il “motorsmile” di TRT Crew e le dimostrazioni di handbike e tandem con In2TheWhite e Fondazione per lo Sport “Silvia Parente”. Lo Sci club Asd Olimpic Lama, la Scuola di Sci Piane di Mocogno e il Progetto SEW – Sky everywhere hanno trasformato l’area verde in uno spazio per sci di fondo, discesa, skiroll e slittino.

La giornata si è aperta con la sfilata del Corpo Bandistico “G. Rossini” di Lama Mocogno, con i saluti del vicesindaco Fabio Canovi a nome dell’Amministrazione comunale e con l’introduzione di Agnese Sala, mentre nel pomeriggio si sono susseguiti gli interventi degli ospiti. Ha preso la parola Andrea Dondi, presidente regionale del CONI, seguito dalla presentazione del progetto “Filippo al Circo” con Francesca Varagnolo della Cooperativa sociale Eloiseloro di Milana, Elisabetta Mauti, autrice di favole per bambini e Rossana Poggioli, dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “G. Dossetti” di Lama Mocogno. Si è quindi svolta un’intervista a Jessika Rioli, madre di un bambino con una sindrome rara, seguita dall’intervento del sindaco Giovanni Battista Pasini.

Nel corso del pomeriggio, agli interventi degli ospiti ha fatto seguito un momento ludico con la “babydance” per i più piccoli, con Fanny Animazione, seguita da uno spettacolo di danza aerea, che ha poi lasciato lo spazio ad un Happy hour con Mattio e Fede Dj. Dalle 21, il Gruppo folkloristico storico di Barigazzo ha messo in scena i balli della tradizione emiliana. Molto attivi gli stand gastronomici, a cura di Asd Olimpic Lama, Ac Lama ’80, dei volontari di “Paura e Delirio” e del Circolo sociale “Belvedere” Aps.

Tutte le associazioni presenti hanno operato a titolo gratuito, devolvendo gli incassi alla raccolta fondi, che ha ricevuto numerose adesioni anche da ditte del territorio e da semplici privati. La raccolta fondi, a cura dell’Associazione “La Notte nera” Aps è tuttora attiva all’Iban: IT20T 05387 66810 00000 3699510, causale: donazione “Giochi senza barriere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un successo per la prima edizione dei "Giochi senza barriere" a Lama Mocogno

ModenaToday è in caricamento