rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Sport

Inter – Carpi 1-1 | Questo Carpi non finisce mai, pareggio al Meazza al 93’

Lasagna inchioda i neroazzurri a tempo scaduto. La squadra di Castori riacciuffa l’Inter nonostante l’espulsione di Pasciuti. Un gol annullato a Mbakogu in avvio

Un pari romanzesco, e  ci scusi Castori che non ama la poesia. Un pari che muove la classifica del Carpi e va bene, col quarto risultato utile di fila. Ma è un punto che ne vale di più, per come è venuto,  a tempo scaduto, che arriva proprio quando le energie sono agli sgoccioli e nessuno ci crede più, con l’Inter che è vicinissima a portare a casa il decimo 1-0 di questa stagione. Bianco pesca Lasagna, che avanza palla al piede e poi indovina un diagonale che brucia Handanovic, scatenando l’esultanza di tutti i biancorossi, in campo ed in panchina.

Il Palermo ha vinto? Non importa, il Carpi perde un punto rispetto alla zona salvezza, ma l’autostima si moltiplica e le energie pure dopo un pareggio così. Mai dare per scontato contro “questo” Carpi, mai domo, che crede nella salvezza nonostante la bassa classifica somiglia sempre più ad un elastico che si allarga spessoe volentieri a svantaggio della squadra di Castori. Vince, pareggia, si sbatte, ma le altre sono sempre abbastanza distanti. Non però ancora da frustrare le speranze. Il Carpi ha già vinto “mezzo” campionato, riaprendo la lotta. Spera di completare a maggio, risucchiando in basso quante più squadre possibili, e superarle al fotofinish. Il romanzo del Carpi si arricchisce di un altro capitolo. Mancava finora un risultato sul campo di una grande, in rimonta per giunta. 

LA CRONACA - Castori “ripesca” Martinho e dà una chance dal 1’ per la prima volta a tre arrivi dal mercato,  Suagher, Crimi e Mancosu, ovvero uno per reparto. Squalificati Gagliolo e Cofie, Lollo e Di Gaudio inizialmente in panca. Per Mancini è l’ora di Palacio, sistemato dietro Icardi, con Perisic e Liajic ad attaccare esternamente. Il Carpi vuol rendere la vita difficile ai favoritissimi nerazzurri. Già al 3’ c’è da discutere. Il Carpi va in gol con Jerry Mbakogu, ma Gervasoni ferma tutto per un fallo di Martinho che vede solo lui.  Cattivi pensieri sin dall’inizio. L’Inter si vede dalle parti di Belec all’8’ con un sinistro (centrale) di Perisic, che si ripete, tirando alto al 13’. Protesta l’Inter al 13’ per un contatto in area tra Romagnoli e Icardi. Niente rigore. Il Carpi è vivo, altroché. Ci vuole Handanovic, per due volte. Non paratissime, comunque, al 19’ ed al 20’  su Matteo Mancosu, ma sono campanelli d’allarme per un’Inter che ha qualche difficoltà. L’Inter pericolosa su calcio piazzato. Icardi raccoglie da Liajic, tiro deviato fuori di un soffio. Al 31’ Murillo di testa su corner, Perisic non c’arriva a due metri dalla linea di porta. Ma il Carpi risponde bene, per ben due volte (37’ e 38’) Felipe Melo devìa in angolo su Martinho. L’Inter trova il vantaggio al 39’.  Azione in contropiede, cross di Liajic dalla sinistra, Romagnoli sbaglia il rinvio, palla a Perisic che tira, Suagher smorza la conclusione, Palacio si ritrova tra i piedi la palla più comoda del mondo far gol. Al 44’ i biancorossi rischiano, Perisic però coglie l’esterno della rete da ottima posizione. E sul finire è Bianco, per due volte a mettere i brividi al Meazza. Melo e Murillo (con un braccio) respingono  Si va al riposo con i nerazzurri avanti, ma con il Carpi che recrimina con Gervasoni.  

RIPRESA – Al 4’ primo vero intervento di Belec che butta in angolo un gran tiro di Perisic.  Letizia è costretto ad uscire dopo un duro intervento di Montoya. L’Inter non chiude la gara, il Carpi resta in gioco. Gran palla di Mbakogu dal fondo al 16’, Mancosu non c’arriva. Al 17’ Belec è chiamato in causa da un tiro di Melo che frutta solo un corner per la squadra di Mancini. Al 23’ gran tiro al volo di Crimi, ben appostato nel cuore dell’area di rigore. Ci pensa Juan Jesus a far da muro. Insiste il Carpi, Martinho mette in ansia la difesa di Mancini, tiro deviato da Miranda. Sussulto neroazzurro,sugli scudi Belec con un doppio salvataggio, prima su Palacio e poi su Felipe Melo. 

INTER – CARPI 1-1 (1-0)
IL TABELLINO

GOL: 39’ Palacio; nel s.t. 48’ Lasagna. 
INTER (4-2-3-1): Handanovic 6.  Montoya 5,5 (31’ st Nagatomo s.v.) Juan Jesus 6, Murillo 5,5, Telles  5,5 (3’ st Miranda 6); Melo 6, Brozovic 6; Perisic 7, Palacio 6,5 (39’ st Jovetic s.v.), Liajic 6,5; Icardi 6,  A disp.: Carrizo, Kondogbia, Biabiany, Medel, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, D’Ambrosio, Manaj.  All.: MancinI 6
CARPI: (3-5-2): Belec 7; Zaccardo 6,5, Romagnoli 5,5 , Suagher 5,5; Pasciuti 5,5, Crimi 7, Bianco 7, Martinho 6,5 (28’ st Di Gaudio), Letizia 6 (15’ st Daprelà s.v.), Mbakogu 6,5, Mancosu 6 (24’ st Lasagna 7,5). A disp.: Brkic, Lollo, Matos, Sabelli. All.: Castori 7,5
ARBITRO: Gervasoni di Mantova (De Luca/Tasso, quarto ufficiale Ranghetti) addizionali Giacomelli/Abisso).
NOTE: espulso al 38’ st Pasciuti per doppia ammonizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter – Carpi 1-1 | Questo Carpi non finisce mai, pareggio al Meazza al 93’

ModenaToday è in caricamento