Ricevuta in Municipio Ivana de Martino, la runner solidale

Correndo per 21 km al giorno e toccando 21 città in 21 giorni, l’atleta vuole sensibilizzare sul riconoscimento dei diritti dei minori in fuga dalla violenza e i progetti di “Terres des hommes”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ModenaToday

Questa mattina, venerdì 2 maggio, il sindaco Giorgio Pighi ha ricevuto a Palazzo Comunale Ivana Di Martino, runner con un progetto speciale: in 21 giorni di corsa, percorrendo circa 21 chilometri al giorno, e toccando così 21 città italiane, vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi dell’integrazione e del riconoscimento dei diritti fondamentali dei minori in fuga dalla violenza e raccogliere fondi per il progetto “Faro” di “Terre des Hommes” per i minori che arrivano sulle coste di Lampedusa e a Siracusa.

Per rappresentare il lungo calvario dei minori in fuga, Ivana ha scelto con “Terre des Hommes” di percorrere simbolicamente 21 tappe, partendo da Catania, e coinvolgendo alcune delle città in cui sono presenti Centri di Accoglienza per i migranti. A Modena, Ivana ha corso nella mattinata nel parco Ferrari per poi percorrere l'ultimo km e mezzo lungo la via Emilia per raggiungere il centro. Ad accoglierla nella Sala del Fuoco di Palazzo Comunale, oltre al sindaco che le ha fatto dono di una medaglia con la “Bonissima”, c’erano Paola Francia, responsabile del servizio Sport del Comune e Gino Montecchi, presidente della Consulta dello Sport.

Torna su
ModenaToday è in caricamento