Sport

Latina Carpi 0 - 1 | I biancorossi espugnano il 'Francioni', la Serie A si avvicina

Bottino pieno dei biancorossi di Castori che esibiscono una difesa formidabile. Gabriel imbattuto da 617’. Il sesto gol stagionale di Totò Di Gaudio nel primo quarto d’ora consegna al Carpi un altro pezzo di storia

Vincono di misura i biancorossi a Latina, sfruttando al massimo una delle poche sbavature dei padroni di casa e poi resistendo sino al sesto minuto di recupero. No, stavolta non è una stata una “bella” vittoria. Né spettacolare, né brillante. Ma che importa? Una gara di sofferenza, di equilibrio, di pragmatismo ed anche fortunata.  Un po’ di fattore “C” che in serie B è di importanza capitale sulla strada della “A”.  Dodici gare alla fine, sempre meno e il Carpi, che “doveva” crollare quanto prima, è ancora lì, issato al primo posto con distacchi a fil di record. Con buona pace dei Lotito e di chi la pensa come lui. Intanto Gabriel Vasconcellos, al secolo il portiere biancorosso, tocca quota 617’ di inviolabilità. Quasi sette partite fa. E il Carpi, capolista da ventuno gare, tocca il settimo risultato utile di fila e si appresta a sfidare sabato al Cabassi il Pescara dell’ex Memushaj, migliore attacco del torneo. 

IL MATCH - Non era semplice battere il Latina in casa sua. E il Carpi c’è riuscito, toccando quota 59, mantenendo a distanza il Bologna, guadagnando due punti sul Vicenza. Lo ha fatto dopo una battaglia e contro un’avversaria “ostica”  e determinata, in un buon momento di forma ed imbattuta da quattro giornate.  Era previsto un match così, povero di reti, ma di grande intensità tra due squadre  bituate a chiudere a chiave la porta, due difese che spesso e volentieri mettono la museruola agli avversari. Latina e Carpi, però, sono molto di più. I pontini hanno un passo da play-off con Iuliano in panchina, dei biancorossi si è già detto di tutto e di più, e la classifica sta lì a dimostrarlo.
Iuliano affida agli esterni Ristovski ed Alhassan, due ritorni del mercato di gennaio, le fasce laterali. Sono i due giocatori che determineranno, a seconda dei loro movimenti, l’essenza del modulo. Ristovski più “attaccante” e Alhassan più “esterno basso” trasformeranno il 3-5-2 in un più offensivo 4-3-3. Dettagli che non hanno cambiato la strategia di Castori. Torna in panca Poli, riecco dopo mesi la coppia centrale Romagnoli-Gagliolo. Molina e Pasciuti le chiavi tattiche, col secondo che si dedica al controllo di Viviani, cercando di limitarne al massimo il raggio di azione e la capacità di illuminare il gioco dei neroazzurri.  Confermato il resto della formazione, con Molina e Di Gaudio a supporto di Inglese in avanti. 

LA CRONACA - Primo brivido del match al 5’, col Latina reclama per un presunto fallo di Letizia in area su Sowe. Solo corner per i laziali. Ma il Carpi c’è e si vede. Molina traversa e Dellafiore all’undecimo rischia l’autogol appoggiando di petto verso Di Gennaro.  Il risultato si sblocca al 13’. Latina morbido, Letizia verticalizza, Angelo e Brosco bucano l’intervento, palla a Di Gaudio che ci crede e realizza il sesto gol stagionale. 
Il Latina non ci sta e propone  diverse situazioni interessanti, sfruttando poco e male due corridoi che il Carpi gli concede. Al 18’ Ristovski ruba palla e prova a servire subito il ben piazzato Oduamadi, ma sbaglia la misura dell’assist, nessun problema per Gabriel.  Il primo ammonito del match è Pasciuti per un fallo su Crimi al 21’. Lo stesso Crimi, al 23’ serve in area Sowe che sbaglia il controllo, chiude Gabriel. Quindi, al 25’ Crimi, imbeccato da Alhassan, non si intende con Valiani, ed incespica in piena area un attimo prima di poter concludere.  Al 27’ Romagnoli ferma con le cattive Sowe, giallo per lui che salterà il “suo” Pescara in quanto era diffidato. Stesso destino per Valiani che viene sanzionato da Abbatista.  Nel finale di tempo soffre il Carpi.  Prima lo specialista Viviani, al 42’, sfiora il palo destro su calcio piazzato. Poi un contrasto tra Gagliolo e Ristovski, il macedone va giù in area. Ci sono proteste, ma lo stesso Ristovski ammette che non ci sono scorrettezze ai suoi danni. Al 45’ Angelo mette in mezzo, mischia paurosa davanti a Gabriel, l’arbitro ravvede un fallo di Crimi sul portiere biancorosso.  Nel primo dei 2’ di recupero palla gol Carpi: Gagliolo va a colpire di testa su corner di Pasciuti, la palla è ben indirizzata ma Di Gennaro ci arriva e para in due tempi.  
Nella ripresa Iuliano toglie Angelo ed affida a Bidaoui le speranze di rimonta, affidandosi ad un “vero” 4-3-3. Proprio l’ex Crotone e Parma inaugura la sua partita al 3’ con una conclusione  sull’esterno della rete.  Cromatismi “sbagliati” al 10’, con un giallo per….Bianco, il capitano del Carpi che anche lui salterà il match col Pescara.   I biancorossi fanno fatica a ripartire, si abbassano a presidio della propria tre quarti. Al 22’ Sowe, tutto solo al centro dell’area,  non arriva per un soffio su cross di Bidaoui.  Il Latina è in pressione, i pontini si divorano il gol del pareggio al 26’ con lo stesso Sowe. Lanciato da Viviani, il gambiano prima va via a Romagnoli e poi tutto solo sbaglia il diagonale vincente. Castori corre ai ripari. Si mette a cinque con l’ingresso di Poli in luogo di Pasciuti, poi tira giù prima Di Gaudio e poi Inglese,  immettendo forze fresche, ovvero Lasagna e Sabbione. Cambi preziosissimi, e non solo per rifiatare. Iuliano si affida a Litteri al posto dell’esausto Sowe e poi esaurisce i cambi con Jaadi al posto di Oudamadi. Finale in trincea, col Latina che ci prova fino all’ultimo e i biancorossi a difendere un preziosissimo risultato fino al 96’.

LATINA – CARPI 0-1 (0-1)
GOL
:  13’ Di Gaudio. 
LATINA (3-5-2): Di Gennaro, Angelo (1’ st Bidaoui), Brosco, Dellafiore; Ristovski, Crimi, Viviani, Valiani, Alhassan; Sowe (28’ st Litteri), Oduamadi (35’ st Jaadi). A disp.: Farelli, Bruscagin, Bouhna, Paolucci, Ammari, Figliomeni. All. Iuliano
CARPI (4-3-3): Gabriel;  Struna, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Lollo, Pasciuti (24’ st Poli), Bianco; Molina, Inglese (33’ st Sabbione), Di Gaudio (29’ st Lasagna). A disp.: Maurantonio, Modolo, Pasini, Pugliese, Laner, Gatto. All. Castori
ARBITRO: Abbattista di Molfetta
ASSISTENTI: Ceccarelli di Terni; Soricaro di Barletta
IV° UOMO: Formato di Benevento
NOTE: ammoniti 21’ Pasciuti, 27’ Romagnoli, 29’ Valiani, nel s.t. 10’ Bianco, 13’ Alhassan.
Recupero 2’, 5’.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latina Carpi 0 - 1 | I biancorossi espugnano il 'Francioni', la Serie A si avvicina

ModenaToday è in caricamento