rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Sport

Modena, tifosi: "Chi c'è dietro Commini? Dov'è il progetto tecnico?"

I tifosi gialloblù sono sempre più stanchi e amareggiati dall'assenza di risposte dalla società di viale Monte Kosica e scrivono una lettera per rendere formali le loro domande. Arriveranno, almeno stavolta, le risposte?

Lo scetticismo dei tifosi modenesi si trasforma in richieste formali dopo che ancora una volta, durante la conferenza di ieri per la presentazione del nuovo mister Dario Marcolin, non sono stati chiariti alcuni punti fondamentali riguardanti la gestione societaria. Così è stata scritta una lettera indirizzata al Modena FC, al Comune di Modena, a Ghirlandina Sport, Maurizio Rinaldi, Roberto Casari, Stefano Commini, Antonio Caliendo, Alessio Secco e Giuseppe Cannella.

“Siamo un gruppo di tifosi canarini attenti a tutto ciò che avviene in casa gialloblu e dunque fortemente preoccupati riguardo aspetti decisivi del futuro canarino che le recenti conferenze stampa - compresa quella odierna (presentazione Mister, ndr) in cui pure sono stati versati fiumi di parole - non hanno saputo o voluto chiarire”, così inizia la lettera preoccupata dei tifosi che passa poi ai nodi da sciogliere senza usare mezzi termini.

“In breve:
- Ad oggi il dr. Commini, dati alla mano della CCIAA, non dimostra di avere la forza necessaria per sostenere la gestione della società. I vertici di Ghirlandina hanno assicurato sulla solidità dell'imprenditore romano, dettando anche termini per una ricapitalizzazione del Modena FC di 5 milioni, salvo poi far scadere tali termini e dichiarare impegni diversi e meno stringenti. La domanda decisiva è: chi c'è dietro Commini?
- Il Comune di Modena, che ha dato il beneplacito a tale operazione, è a conoscenza dell'identità del nuovo proprietario?
- La struttura dirigenziale presentata è composta da persone da qualche anno ai margini della gestione societaria di un club professionistico. Vista l'inesistenza per ora del "nuovo" proprietario, chi li ha scelti e a quale scopo?
- Aldilà dei proclami di facciata, come pensa il sig. Caliendo, insieme al suo staff, di operare una "rivoluzione" nel calcio dato che fece le stesse dichiarazioni 15 anni fa e che nessuna rivoluzione si è vista nell'unica società di cui è stato proprietario (QPR)?
- Nel caso in cui non ci fosse nessuno alle spalle di Commini, la CPL, quasi certamente priva di buona parte degli attuali soci di Ghirlandina Sport, assicura il futuro del Modena FC?
- Dal punto di vista sportivo, visto l'approssimarsi del ritiro, quando pensano gli attuali o futuri dirigenti di approntare una squadra per la categoria? Il progetto tecnico è nella testa di qualcuno?
La preoccupazione è massima, anche tenuto conto che nessuno ad oggi, 16 luglio, ha parlato di campagna abbonamenti. L'impressione, insomma, è che si parli di tutto fuorché di calcio in modo serio.
In fede


Ci si augura di avere risposte, se non belle, almeno chiare e sincere a queste domande più che lecite e fin troppo garbate data la situazione e il comportamento della società.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena, tifosi: "Chi c'è dietro Commini? Dov'è il progetto tecnico?"

ModenaToday è in caricamento