rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Sport

Unimore, cinque studenti a medaglia nei Campionati Universitari

Sei medaglie, due d’oro, una d’argento e tre di bronzo, ai Campionati Nazionali Universitari per il Tennis tavolo, il Taekwondo, la Lotta Greco- Romana e la Lotta Libera. I complimenti del Rettore agli studenti

Cinque studenti dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia sono saliti sul podio ai Campionati Nazionali Universitari, conquistando sei medaglie. Si tratta di: Lorenzo Bigiani, studente iscritto al terzo anno del corso di laurea in Chimica, che ha conquistato due bronzi nella Lotta Greco-Romana e nella Lotta Libera; Paolo Bisi, iscritto al quarto anno della laurea Magistrale in Giurisprudenza, che ha vinto la medaglia d’oro nel singolo del Tennis tavolo ed una medaglia d’argento nel doppio maschile con Luigi Sala,  studente iscritto al secondo anno della laurea Magistrale in Ingegneria Civile; Marta Bonacci, studentessa laureata in Lingue e culture europee ad aprile scorso, che ha vinto l’oro nelle femminili del Taekwondo e Concetta Pia Mascolo, matricola di Scienze dell’Educazione, che ha vinto il bronzo nella stessa disciplina.


“Ho partecipato ai Campionati Italiani Universitari di Milano per la Lotta lo scorso 24 maggio come studente dell’Ateneo confrontandomi con studenti di altre Università provenienti da tutta Italia. Sono soddisfatto del 3° posto in Greco-Romana, – afferma lo studente Lorenzo Bigiani -  anche se speravo di raggiungere la finale. Il risultato in Lotta Libera, sempre un bronzo, invece mi riempie di soddisfazione in quanto totalmente inaspettato: infatti era la mia prima gara in questa specialità alla quale mi ha iscritto il mio allenatore Giancarlo Gibellini visto il buon risultato in greco-romana”.


“Va fatta una breve premessa sulla importanza dei campionati universitari – afferma Paolo Bisi. Nonostante ormai tutti gli sport ad alto livello richiedano oggi un impegno totale dell'atleta, che non può di conseguenza proseguire gli studi o entrare nel mondo del lavoro, quasi tutti gli atleti, per vari motivi, si iscrivono all’Università anche se poi non sostengono esami. Il livello dei CNU è pertanto piuttosto alto e tutt'altro che scontato è un podio o addirittura la medaglia d'oro. Sono quindi molto felice ed orgoglioso di aver vinto il titolo di singolo per la seconda volta consecutiva, battendo quest'anno in finale l'azzurro Rech <assunto> dall'Aeronautica Militare, e di essere riuscito a conquistare l'argento nel doppio insieme al mio compagno Luigi Sala, che pratica il tennistavolo a livello decisamente più amatoriale, che ringrazio per l’impegno con cui ha affrontato questa competizione”.

“Il campionato universitario di quest'anno – commenta Marta Bonacci - per me è stata una grande soddisfazione. Come ad ogni gara, l’adrenalina è a mille e l’aria di sfida ed allo stesso tempo lo spirito di squadra si mischiano, creando un’atmosfera unica. Dopo gli esiti degli anni precedenti, mi ero quasi rassegnata al ruolo di <eterna seconda>; il fatto di aver vinto la medaglia d'oro per la prima volta sicuramente mi ha reso fiera di me stessa e spero abbia reso fiera di me anche la mia squadra”.

“Bellissima esperienza personale di vita  - commenta Luigi Sala - e molto contento, sportivamente parlando, del risultato ottenuto e del gioco espresso visto il livello nettamente superiore rispetto all'anno precedente a Cassino. Partendo come coppia sfavorita nella semifinale di Doppio abbiamo conquistato con una netta vittoria la Finale , poi persa dopo una rimonta svanita sul finale”.

“Sono molto felice di aver vinto la medaglia di bronzo, dato che mi sono preparata per questa gara in pochissimo tempo. È stato un impatto diverso dalle altre competizioni – afferma la studentessa Concetta Pia Mascolo -  perché in questa mi sono scontrata con sola gente universitaria. Ogni volta che si sale sul podio si provano emozioni forti e belle, difficili da spiegare. Insomma l'impegno viene ripagato sempre in qualche modo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unimore, cinque studenti a medaglia nei Campionati Universitari

ModenaToday è in caricamento