rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Sport

Calcio, Modena: Novellino e Caliendo presentano la nuova stagione

Dopo il primo allenamento gialloblù della stagione, Novellino e Caliendo hanno presentato i tratti essenziali del prossimo campionato, le parole chiave: lavoro, serenità e grinta

Rilassatezza e tranquillità, alcuni tra i temi principali trattati questa mattina da Caliendo, si evincono e sono facilmente riscontrabili negli atteggiamenti dello stesso consulente del Modena che si presenta in conferenza con la novità, già leggendaria, della camicia sbottonata sulla pancia. Tralasciando i commenti estetici, è interessante vedere come l'assenza di alcuni elementi di disturbo (come poteva essere la supponenza di Alessio Secco), stia già dando i primi frutti, riportando l'ambiente gialloblù ad un'atmosfera accogliente, ma ugualmente professionale e probabilmente più invogliante anche per i giocatori che devono viverla tutti i giorni.

Non solo in società sono stati eliminati i meno "simpatici", ma Caliendo fa chiaramente capire che anche alcuni giocatori, pur importanti sul campo, non faranno sentire la loro mancanza a livello umano, come nel caso di Moretti che il consulente spiega: "Moretti mi aveva detto che avrebbe voluto giocarsi le sua chance in Serie A, ma che, se non ci fosse riuscito, sarebbe rimasto con noi - ha detto Caliendo -, invece ci ha lasciati per un'altra società di Serie B e questo mi ha deluso".

Questi sono però discorsi sul passato, ora è tempo di pensare al futuro, ai giovani promettenti che Novellino dovrà allenare e ai propositi della società che vuole avvicinarsi il più possibile ai tifosi. "Ho sentito tanti lamentarsi del mercato che abbiamo fatto fino ad ora, ma forse non sanno che non siamo andati a cercare i giovani perché più facili da raggiungere, anzi, abbiamo dovuto lottare perché Rizzo, Molina e gli altri erano tra i più ambiti", ha tenuto a precisare Antonio Caliendo. "Il nostro è un programma triennale - continua il consulente -: nel primo anno abbiamo puntato a risanare il bilancio, abbiamo ripulito abbastanza ma c'è ancora molto da fare; questo è il secondo anno e partiamo più sereni, avendo anche capitalizzato alcuni giocatori. I tifosi sono sempre scettici finché non vedono la squadra in campo e anche noi siamo ansiosi di vedere cosa succederà a fine agosto e speriamo che i giocatori ci diano delle belle soddisfazioni perché i tifosi del Modena le meritano".

"I tifosi - prosegue Caliendo - sono la prima cosa a cui penso in tutto quello che faccio. Ora li incontrerò per avere con loro un confronto e creare un dialogo tra squadra, società e tifoseria che permetta di costruire tutto insieme". Se il consulente gialloblù è apparso molto più sereno, mister Novellino si è presentato scatenato e carico come una molla: "Sono contentissimo di allenare ragazzi giovani perché hanno la carica giusta e trasmettono entusiasmo", ha detto il Mister gialloblù. "Grazie al Modena anche a me sono tornati gli stimoli giusti e ho una gran voglia di vincere e di allenare creando qualcosa di positivo - continua Novellino -. Lavoreremo tanto per dare soddisfazione ai nostri tifosi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Modena: Novellino e Caliendo presentano la nuova stagione

ModenaToday è in caricamento