rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Sport

Modena “capitale” italiana della Petanque. Tornano i campionati nazionali in città

Sabato 10 e domenica 11 settembre i tornei individuali, organizzati dalla Federazione italiana bocce, delle categorie A e C. Si sfidano 48 giocatori su 24 campi allestiti sul viale

Per un week end Modena diventa la “capitale” italiana della petanque: sabato 10 e domenica 11 settembre, infatti, i Giardini ducali si trasformano, come già l’anno scorso, in un ampio campo da gioco diffuso per ospitare i campionati nazionali di questa specialità del gioco delle bocce nata in Provenza e che sta conoscendo una crescente diffusione anche nel nostro Paese. Sulla “pista” rappresentata dal sentiero principale dei Giardini, infatti, si sfidano 48 giocatori nelle specialità individuali delle categorie A e C, mentre un anno fa il torneo era riservato alle coppie di atleti. La manifestazione è organizzata da Modena Petanque, in collaborazione con la Polisportiva Modena est, la polisportiva Morane e le comunità montane di Montefiorino e Cerredolo, col supporto della Federazione italiana bocce (Fib) di Modena e Reggio Emilia e col patrocinio del Comune di Modena.

VIDEO | Ai Giardini ducali arriva il Petanque, la specialità delle bocce nata in Provenza

La competizione è stata presentata alla stampa questa mattina, mercoledì 7 settembre, da Grazia Baracchi, assessora allo Sport del Comune di Modena; Steve Cavazzuti, componente della giunta regionale del Coni; Ivan Baracchi, presidente del Modena Petanque; Francesco Furlani, presidente della Fib regionale; Matteo Frigeri, delegato della Fib di Modena e Reggio Emilia. Presenti anche Marcello Zanasi, vice presidente del Modena Petanque; Andrea Ferrari, a capo dell’organizzazione del torneo.

Come hanno spiegato gli organizzatori, gli atleti attesi in campo a Modena, 16 della categorie A e 32 della categoria C, arrivano dalle fasi di qualificazione che si sono svolte negli ultimi mesi in tutta Italia e in particolare nelle regioni del nordovest, in Toscana ed Emilia Romagna, dove la petanque è maggiormente conosciuta e praticata. I campi da gioco allestiti sul viale dei Giardini ducali sono 24, dove dalle ore 14 di sabato 10, dopo la presentazione degli atleti iscritti alla kermesse, prendono il via le sfide con le partite delle fasi “poule”. Si continua, quindi, fino alle 19 con gli ottavi e i quarti di finale. Domenica 11, a partire dalle 9, sono in programma le semifinali e poi le finali, seguite infine dalle premiazioni, previste per le 11.30. L’accesso del pubblico è libero e chi non potesse raggiungere i Giardini si può collegare sulla webtv della Fib, dove viene trasmessa la diretta streaming della manifestazione.

A differenza delle bocce italiane, la petanque si gioca su qualunque tipo di terreno, ghiaia in questo caso, ma anche terra o sabbia battuta, e il giocatore deve tirare tenendo i piedi fermi all’interno di un cerchio del diametro massimo di 50 centimetri. Le bocce sono di metallo, più piccole di quelle italiane, e l’obiettivo è avvicinarle il più possibile al pallino. Il gruppo Modena Petanque è nato sei anni fa e riunisce circa quaranta giocatori, uomini e donne, di età diverse con una buona partecipazione di atleti di altre nazionalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena “capitale” italiana della Petanque. Tornano i campionati nazionali in città

ModenaToday è in caricamento