Sport Stadio Braglia / Viale Monte Kosica

Modena Crotone 1-1 | Pareggio inutile per entrambe

Al Braglia Modena e Crotone pareggiano una partita che entrambe erano costrette a vincere. Il risultato è poco soddisfacente e continuano i problemi per il Modena di Bergodi che è costretto a sostituire la spina dorsale della squadra

E' un pareggio immeritato ma soprattutto un pareggio che non serve a nessuno. Le due squadre che versavano nelle stesse difficoltà, continuano a non uscire dal baratro. Meglio comunque il Crotone che arriva tante volte al tiro e impegna Caglioni in alcune parate complicate. Male, malissimo il Modena che fisicamente non regge una partita, tatticamente sbaglia molto e a livello di gruppo, se ogni tanto fa intravedere qualcosa buono, per il resto è solo un numero indefinibile di passaggi sbagliati e incomprensioni. Nonostante i problemi difensivi dovuti agli infortunati, il reparto peggiore è sicuramente l'attacco, dove anche Di Gennaro sembra essere stato risucchiato in un vortice di errori e giocate pallide. Unica nota positiva che potrebbe far ben sperare è stato l'impegno, che soprattutto nel secondo tempo non è mancato.

IL MATCH - E' il minuto 2 e arriva una doppia occasione per il Modena: Fabinho in area appoggia bene per Bernacci che tocca male di testa; sul tentativo di allontanare dei calabresi Bassoli tenta un tiro da fuori di discreta potenza ma poco preciso e finisce appena al lato. Al 4' sugli sviluppi di un angolo Sansone completamente libero davanti a Caglioni riesce a tirare appena alto sulla traversa. Il Modena rischia terribilmente al 10' quando lascia sfilare un pallone lungo tutta la porta, nessuno ne approfitta; subito dopo Sansone tira di nuovo da distanza ravvicinata e manda ancora fuori. Al 17' ci prova Greco su punizione da 30 metri ma Bindi prevede bene la traiettoria e blocca il pallone. Poi è di nuovo il momento di Bassoli, il gialloblù più pericoloso finora, che spara forte da fuori e questa volta sfiora la traversa. Al 27' vantaggio del Crotone: su calcio d'angolo Eramo raccoglie di testa, la difesa pasticcia ed è gol. Il disastro sembra imminente, la palla continua a sfiorare pali su pali e la difesa gialloblù è in piena crisi, peggio ancora l'attacco. L'ultimo tentativo del primo tempo è di Greco, debole dal lato, Bindi non ha nessuna difficoltà a bloccare. Al 52' il Modena rimane in 10: Bassoli prende il secondo giallo della partita e va sotto la doccia anzitempo. Non si può far altro che pensare al peggio quando anche Caglioni comincia a sbagliare le rimesse. Arriva il pareggio insperato al 59': Greco tira sul secondo palo, una deviazione di Eramo manda la palla prima sul legno poi in rete. Ricomincia però lo strazio con un Modena che nonostante la piccola iniezione di coraggio del gol continua a subire e rischiare su ogni palla senza riuscire mai a incidere. Al 77' esce Milani in barella e viene portato direttamente negli spogliatoi; i cambi ormai sono finiti e il Modena rimane in 9. Caglioni compie due miracoli in successione ma è assedio. All'86' incredibilmente sbuca Milani dagli spogliatoi e rientra in campo; contestualmente Greco rischia  il secondo giallo ma l'arbitro, che aveva già la mano in tasca, lo grazia. Sul triplice fischio arriva l'ultimo brivido con Caccavallo che tira una punizione da 35 metri ma Caglioni la para.

LA SVOLTA DEL MATCH - Come accade ogni tanto alle squadre, l'espulsione e la conseguente inferiorità numerica danno per qualche minuto la rabbia giusta e la forza di reazione. Anche in questo caso l'aspulsione di Bassoli provoca lo stesso effetto al Modena che gioca i suoi migliori 10 minuti proprio dopo questo episodio e arriva al gol del pareggio.

DICHIARAZIONI POST GARA - Menichini: "Gli errori sono nostri ma avevamo un rigore netto. Rimane una buona prestazione ma tanta amarezza. Non capisco come si fa a non vedere un rigore del genere. Noi abbiamo giocato bene e il Modena ha fatto la sua partita. Non so se le panchine traballino o meno ma noi allenatori siamo abituati a questo e abbiamo grande serenità". De Vitis: "A parte i primi 15' abbiamo avuto un calo abbiamo preso gol. Nel secondo tempo abbiamo giocato con più cuore e siamo stati fortunati. A Nocera dobbiamo arrivarci con più convinzione e abbiamo bisogno di tempo e di lavorare anche se la piazza comincia a perdere la pazienza". Bergodi: "Il primo tempo è stato difficile ed eravamo nervosi. Nel secondo tempo abbiamo tirato fuori il carattere anche se siamo fragili in questo momento". Giampà: "Siamo in difficoltà e ci portiamo addosso le difficoltà di una brutta partenza. Nonostante l'inferiorità volevamo vincere e si è visto. Se il primo tempo non abbiamo giocato bene è per la mancanza di fiducia nei nostri mezzi".

MODENA: Caglioni, Bassoli, Dalla Bona (52' Gilioli), De Vitis, Bernacci (67' Di Gennaro), Fabinho, Giampà, Milani, Turati, Greco, Perna (27' Jefferson). A disp.: Guardalben, Petre, Stanco,  Spezzani. All. Bergodi
CROTONE: Bindi, Galardo, Calil (60' Pettinari), De Giorgio (72' Gabionetta), Sansone, Vinetot, Djuric (69' Caccavallo), Correia, Eramo, Mazzotta, Abruzzese. A disp.: De Luca, Migliore, Pettinari, Loviso, Tedeschi. All. Menichini
ARBITRO: sig. Baratta di Salerno
RETI: 27' Eramo, 59' Eramo (aut.)
NOTE: ammoniti Greco, Sansone, Giampà e Gilioli. Espulso Bassoli. 2' pt-5' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena Crotone 1-1 | Pareggio inutile per entrambe

ModenaToday è in caricamento