rotate-mobile
Sport Via Divisione Acqui / Viale dello Sport

DHL Modena – LPR Piacenza 3-1 | I gialli conquistano in rimonta il derby della via Emilia

Dopo un avvio titubante, la DHL Modena trova le misure all'avversario e si impone in quattro set (20-25, 25-20, 25-16, 25-17). Piacenza cede nel finale soprattutto da un punto di vista mentale e consegna il matche ai gialli. Grande prova di Nemanja Petric

La settima giornata di andata della SuperLega UnipolSai vede Modena affrontare la LPR Piacenza nel turno infrasettimanale, in un PalaPanini come sempre festoso, che ospita oltre agli irriducibili anche una cinquantina di tifosi ospiti. Una partita chiave per dimenticare la sconfitta di Trento e risalire verso la vetta della classifica. Operazione che dopo quasi due ore di gioco si realizza con la vittoria per 3-1, non senza una certa difficoltà dei padroni di casa ad entrare nel match. Ma quando la squadra di Lorenzetti – che ritrova nuovamente Earvin N'Gapeth – inizia a giocare come sa, non ce n'è più per nessuno e il gap tecnico con gli avversari è di tutta evidenza.

IL MATCH – Primo set molto combattuto, con Modena che soffre in ricezione di fronte alle ottime battute degli ospiti e non registra bene il muro. Coscione fa bene il suo lavoro in fase di distribuzione e gli attaccanti piacentini non sbagliano. Sul 17-19 esce Nikic per N'Gapeth, ma il francese ha la testa altrove (forse giustificatamente) e commette errori in difesa, in attacco e in battuta. Un mezzo disastro che consegna alla LPR il prim parziale sul punteggio di 20-25. 

Modena procede punto a punto e balza in testa sul 9-8 dopo un cartellino rosso all'indirizzo di mister Giuliani, proseguendo poi sul filo dell'equilibrio. Piacenza riceve meglio e gioca in maniera più fluida, Modena fatica e pecca troppo spesso di imprecisione. Nonostante il gioco non esaltante, la DHL prende fiducia nel turno in battuta di Matteo Piano, che porta i suoi fino al 19-15, costringendo il coach avversario ad esaurire i propri timeout discrezionali. Lo slancio di Modena prosegue, facendo chiudere il set con lo stesso risulato del precedente, ma a parti invertite.

Terza frazione che inizia meglio delle precendenti per i padroni di casa, con Piacenza decisamente più disunita. Con l'ace di Nemanja Petric si va al timeout tecnico con la DHL avanti 12-7 e anche dopo la sospensione prosegue la cavalcata dei gialli, complici i tanti errori al servizio degli avversari. Modena vola e il terzo set si chiude 25-16.

Nel quarto set la gara dal di intensità, sia sotto il profilo tecnico che sotto quello dell'agonismo. Modena allunga, ma Piacenza rimonta colpo su colpo. Modena va avanti fino al 12-8 con il secondo ace di Matteo Piano, tra i migliori insieme al top scorer Petric. Piacenza fatica a trovare continuità, mentre i gialli di casa ingranano un'altra marcia, con i meccanismi di gioco che diventano sempre più fluidi e con un N'Gapeth che rientra in modo significativo nel match. La LPR cede mentalmente e va negli spogliatoi anzitempo. Il quarto e ultimo set finisce 25-17.

Modena fatica a entrare in partita, come detto, ma una volta che gli automatismi si innescano. Il sestetto canarino diventa imbattibile. Migliore in campo Nemanja Petric, prestazione maiuscola anche per Totò Rossini. Acquisiti i tre punti, Modena è già con la testa alla sfida di vertice, che domenica prossima alle 18 la vedrà impegnata in trasferta contro la capolista Cucine Lube Banca Marche Civitanova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DHL Modena – LPR Piacenza 3-1 | I gialli conquistano in rimonta il derby della via Emilia

ModenaToday è in caricamento