Sponsor confermato, il nome della squadra sarà ancora Leo Shoes Modena Volley

Modena Volley rinnova il main sponsor di un altro anno

Nonostante la crisi dettata dal Covid, Catia Pedrini e la dirigenza gialloblu hanno trovato l'accordo di rinnovo con il main sponsor della passata stagione. La principale squadra di pallavolo della città si chiamerà ancora una volta "Leo Shoes Modena Volley", grazie al contratto che continuerà a legare l'azienda produttrice di scarpe nata 10 anni fa in provincia di Lecce.

"Il popolo gialloblú - spiega il Presidente di Modena Volley - sta urlando al mondo la propria voglia di vivere la pallavolo, emozionarsi e sognare, quel boato è arrivato fino alla splendida terra di Puglia. È nei momenti di difficoltà che emergono i valori e la capacità delle persone di disegnare il futuro della propria azienda: Antonio Sergio Filograna e tutti i suoi collaboratori si dimostrano, ancora una volta, persone speciali, su cui contare e con le quali è possibile costruire progetti che vanno al di là del mondo sportivo, l’ennesima dimostrazione di come l'imprenditoria può incidere sul tessuto sociale del nostro paese. Ad Antonio va il grazie mio e di tutta Modena Volley. Sapere di poter contare su partner come Leo Shoes è un grande privilegio"

Antonio Filograna Sergio, Presidente Leo Shoes Srl: "In un periodo complicato per tutti, questa partnership ora più che mai è per noi motivo di grande vanto. Crediamo nello sport e crediamo in Modena Volley, ma oltre al suo grandissimo passato di cui siamo orgogliosi, siamo certi che ci saranno ancora tantissime pagine da scrivere, delle quali vogliamo fare parte con la sua splendida tifoseria, all’interno del Palapanini. E’ nostra ferma convinzione che non ci si debba mai fermare e che si debba sempre andare avanti, e ancor più in momenti difficili come questo le emozioni di sport sani come il volley sono linfa vitale per un ritorno quanto più rapido possibile alla vita di tutti i giorni".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
ModenaToday è in caricamento