Sport Via Divisione Acqui / Viale dello Sport

DHL Modena – Diatec Trentino 1-3 | Modena perde smalto, testa e partita

Succede davvero di tutto al PalaPanini, dove Trento conquista il punto che riapre la serie di semifinale. Dhl spenta e poco concreta: il solo Vettori non basta a raggiungere la sufficienza (21-25; 23-25; 25-22; 23-25)

Gara 3, trampolino di lancio per la finale per Modena o ultima spiaggia per riaprire la serie per Trento? In un PalaPanini tutto esaurito fa in scena l'ennesima sfida tra le due formazioni, che ha già il sapore di uno scontro decisivo, con la Dhl avanti di due vittorie. Trento dal canto suo deve giocarsi tutte le carte residue, lasciandosi alle spalle la delusione per la sconfitta nella finale di Champions League, giocata magistralmente ma persa contro i russi di Kazan. Lorenzetti non azzarda ancora Petric dall'inizio e deve rinunciare a Piano. Radostin Stoj?ev è invece orfano di Djuric e deve improvvisare Matej Kazijski nel ruolo di opposto.

Quello che si vede in campo è difficile da sintetizzare, con attimi di tensione agosnistica che sfociano in liti, contestazioni ed espulsioni. Ma sul piano del gioco Modena è assente Trento approfitta della serata "no" dei padroni di casa, strappando gara 4 dopo oltre due ore di gioco e non-gioco.

IL MATCH – Fasi iniziali di studio, punto a punto, con i due registi che si appoggiano molto sui rispettivi centrali. Il primo allungo arriva 6-4 su un attacco di Nikic, poi rintuzzato da un ace di Vettori. Trento peò non ci sta e con due ottimi muri su Ngapeth e Vettori si riporta in parità a aquota 8. Al riposo tecnico il punteggio è 12-10 per gli uomini di Lorenzetti. Nella parte centrale del set la Diatec prende il sopravvento in maniera decisa: il turno al servizio di Solè mette in cirisi i canarini che incassano ben sei punti consecutivi andanto in confusione. Lorenzetti chiama timeout sul 13-18 e manda in campo Petric. Proprio il serbo permette ai suoi di accorciare le distanze con un punto prima e con un muro poi: 17-19. Vettori trova un altro ace e la Dhl ritorna nel match con un piccolo capolavoro. Trento resta però avanti di due lunghezze ritrovando un buon equilibrio; Modena commette qualche leggerezza e tanto basta agli ospiti per chiudere il primo parziale: 21-25.

2° SET – Trentini subito avanti anche nel secondo set. Modena fatica sulle corsie esterne del campo, con Bruno che deve affidarsi spesso a Lucas. La Dhl riesce però a impedire una nuova fuga degli avversari, inchiodati punto a punto. Sorpasso 9-8 su ace di Bruno e poi timeut tecnico sul 12-10, come nel set precedente. Al rientro in campo ulteriore allungo  dei gialli, favorito da qualche amnesia difensiva di Trento. Anche Sartoretti (che entra sistematicamente al posto di Bossi per la sola battuta) trova un ace e porta i suoi 17-14. Solè si rivela ancora insidioso per i gialli, permettendo ai suoi di accorciare 18-17. Non mancano gli errori in attacco da entrambi le parti. Stoj?ev ferma il gioco un minuto dopo sul 20-18 per scongiurare una fuga di Modena e poi tocca a Lorenzetti chiamare timeout quando i trentini pareggiano a quota 21. L'ineriza passa da parte trentina, ma la Dhl resta incollata. Scatto di Kazijski e la Diatec va sul 22-24, chiudendo poco dopo sul 23-25 tra lo scoramento evidente del sestetto di casa.

3° SET – Break di Trento in apertura che sembra anticipare tempi bui per Modena. Ngapeth è l'ombra di sé stesso, mentre in casa trentina tutto funziona con semplicità e con grande efficacia. Serve sempre Lucas per riportare a galla i suoi: questa volta lo fa con un ace che riporta il seti in parità 3-3. Trento però allunga di nuovo con prepotenza e Loreznetti si infuria con i sui ragazzi, chiamando timeut sul 5-7. Il gioco resta fermo diversi minuti buoni per videochek e contro-videochek, che decretano il 9-9 e tanto nervosismo in campo e sugli spalti, con il giallo a Stoj?ev. Anche Lucas viene murato, per due volte di fila, permettendo a Trento di ritornare avanti: 11-12. Controsorpasso Modena sul 14-13. 

Poi succede quello che non si dovrebbe mai vedere su un parquet: lite a muso duro tra Bruno e Kazijski che arrivano quasi alle mani: l'arbitro espelle entrambi. Il PalaPanini non gradisce e volano insulti in ogni dove, con Antoine costretto a invocare la calma.

Si riprende a giocare con Pietro Soli in regia per Modena e Mazzone al posto di Kazijski. Trento si riporta avanti 15-17, ma la Dhl non demorde e trova il pareggio a quota 18 in un'atmosfera sempre molto tesa. Il set procede a strappi con errori da entrambi le parti e un gioco che latita. Vettori, migliore dei suoi, riporta avanti i gialli 22-21 prima e 23-22 un attimo dopo. Modena ha il primo setpoint 24-22 e sempre Vettori la chiude subito con un ace.

4° SET – Tanti errori e una brutta pallavolo anche in avvio di quarto parziale. Sembra però risvegliarsi Ngapeth, con alcuni ottimi attacchi. Si procede punto a punto fino ad un allungo deciso di Trento, che sembra aver trovato un miglior equilibrio interno: 5-8. Modena latita manca della grinta vista in campo nelle due gare precedenti della serie: il timeout tecnico arriva sul 8-12. La Diatec conserva le quattro lunghezze di vantaggio per alcuni scambi, ma devono subire il ritorno dei gialli sul 13-14. La rimonta si completa una manciata di minuti dopo con il quarto ace di un impressionante Vettori: 16 pari e timeout Trento. Non basta: il sestetto in divisa bianca scappa via fino al 20-17 grazie ad una maggiore concentrazione e solidità. Ngapeth riaccende le speranze con il punto del 21-22, dopo l'ennesima rimonta. Ma un errore marchiano del francese in ricezione regala due palle match a Trento. Alla seconda il confronto si chiude 23-25.

La sfida procede dunque al PalTrento, dove le due compagini scenderanno nuovamente in campo lunedì 25 aprile, ore 19.15.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

DHL Modena – Diatec Trentino 1-3 | Modena perde smalto, testa e partita

ModenaToday è in caricamento