rotate-mobile
Sport

Modena Volley, per scendere ancora in campo serve un milione

Parte una campagna di crowdfunding online per sostenere la compagine pallavolistica gialloblu nel suo 50esimo anno di storia. Catia Pedrini: "Abbiamo bisogno di chi ama la pallavolo". Una cifra importante per la quale servirà sicuramente uno sponsor supplementare

All'indomani della straordinaria festa per la vittoria del dodicesimo scudetto della sua gloriosa storia, la pallavolo modenese ritorna con i piedi per terra. Per quanto sospinta dall'entusiasmo, dalla tradizione e dalla passione del suo pubblico, la società Modena Volley si trova a dover affrontare spese importanti, che necessitano di investimenti altrettanto consistenti.

Un milione di euro. E' questa la cifra reale che la stessa presidente Catia Pedrini ha fissato  e che la società si è attivata per cercare in una maniera innovativa: il crowdfunding online. E' attiva infatti da ieri sera un progetto di raccolta fondi sulla piattaforma Indiegogo. “Modena Volley ha bisogno di uno sponsor supplementare – racconta la Pedrini nel video di presentazione - Noi crediamo che questo sponsor straordinario possiate essere tutti voi. Perché la pallavolo è un bene comune e quindi è anche un patrimonio collettivo, da salvaguardare. Perciò chiediamo a tutti - tifosi, istituzioni, imprenditori, cittadini - di sostenere la squadra in modo nuovo, per poter continuare a scendere in campo da protagonisti”.
 
A disposizione dei tifosi-sostenitori che finazieranno il progetto ci sono quindi diversi tipi di riconoscimenti – tra attestati e autografi dei giocatori – che saranno recapitati ai donatori. Il progetto è raggiungibile a questa pagina. Le donazioni saranno possibili fino al prossimo 30 maggio: il giorno successivo, infatti, scadono i termini per decidere se iscrivere la squadra al prossimo campionato.

Come la stessa Catia Pedrini ammette, un milione di euro è una cifra davvero consistente, soprattutto se si pensa di raggiungerla esclusivamente attraverso il crowdfunding online. Nella prima notte di apertura le donazioni sono arrivate a 3.000 euro, ma è chiaro che sperare nel semplice contributo degli appassionati pare un po' utopistico, senza nulla togliere al grande senso di attaccamento che Modena ha sempre dimostrato alla sua squadra. Pare perciò evidente che dovranno essere forze economiche ben più solide a mettersi in gioco, provenienti in primis dall'imprenditoria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena Volley, per scendere ancora in campo serve un milione

ModenaToday è in caricamento