rotate-mobile
Sport

Palermo Carpi 1 - 2 | Con i biancorossi è 2 fisso, anche al 'Barbera'

Nono successo esterno dei biancorossi che fanno lo sgambetto alla capolista e toccano quota 55. I gol di Mbakogu e Pasciuti firmano un’altra grande impresa dei biancorossi

Il Carpi non finisce di stupire. Vacanza? Fine dei giochi? Energie al lumicino? No, i biancorossi sbancano il Barbera e rovinano la festa al Palermo alla ricerca di record.  Pillon come il suo predecessore Vecchi, batte Iachini e si prende la scena. Terza trasferta in Sicilia nella storia del Carpi e terzo successo dopo i due di Trapani, entrambi per 1-0 di questo e dello scorso campionato. La firma di una vittoria che non vale solo tre punti, ce la mette Lorenzo Pasciuti, il “capitano” silenzioso, l’unico nella storia del Carpi a segnare in tutte le categorie nazionali (serie D, II e I divisione, B, che firma con un destro chirurgico ad una decina di minuti dal termine, la vittoria più importante. Perché inattesa, perché assolutamente contro pronostico, al cospetto di un’avversaria che non perdeva da cinque mesi, venti partite fa, ovvero dal match dell’andata.  E così Carpi-Virtus Lanciano diventa una sorta di spareggio, con i padroni di casa, inaspettatamente, ancora in corsa per l’ottavo posto finale. 

Maledizione emiliana: così il sito ufficiale del Palermo nel commentare l’inattesa sconfitta al Barbera dei rosanero per mano del Carpi, che, un girone dopo, si conferma la bestia nera della capolista. Un rigore di Mbakogu e Pasciuti infilano Sorrentino e rendono inutile il gol di Bolzoni del momentaneo pareggio. In più, sullo 0-1, grande protagonista Colombi che para un rigore a Dybala. 

IL MATCH - Neanche due minuti ed è già 0-1: Di Gaudio fa impazzire Stevanovic che lo mette giù. Mbakogu va sul dischetto e spiazza Sorrentino.  Dopo poco il Palermo deve rinunciare a Vitiello infortunato, entra Andelkovic. Di Gaudio, palermitano sfiora lo 0-2, inventandosi una bella conclusione a giro che Sorrentino neutralizza . Anche Barreto deve uscire, entra Bolzoni.  Il Carpi rischia al 19’, quando Lollo ferma in qualche modo Dybala in area. Niente rigore per il Palermo, ma il penalty per i rosa è solo rimandato. Al 24’, infatti, Minelli indica il dischetto per un fallo di Legati su Daprelà, ma Colombi ipnotizza Dybala e lascia il Carpi in vantaggio. Poco dopo il portierone biancorosso si ripete, salvando di piede una conclusione ravvicinata di Belotti, innescato da Stevanovic.  Il pari siciliano arriva al 39’. Vazquez traversa dalla sinistra, Bolzoni colpisce di testa e trova il pari. Al rientro degli spogliatoi Vazquez protesta con l’arbitro un po’ troppo animatamente e Minelli lo espelle. Il Palermo giocherà in dieci la seconda metà della gara, e pagherà dazio forse anche per questo.  Nella ripresa, tuttavia, il Carpi rischia nel primo quarto d’ora. L’arrabbiato Palermo sfiora il vantaggio con Dybala al 2’ (sinistro che sfiora il palo), con Belotti al 6’ (strepitoso Colombi sul colpo di testa dell’ex Albinoleffe), quindi al 16’ con Munoz che interviene in spaccata su una punizione di Daprelà, spedendo sul fondo.  Ma il Carpi replica, prima con un colpo di testa in tuffo di Romagnoli (17’), poi con Legati (25’) che spedisce clamorosamente sul fondo da due passi. La squadra di Iachini si scuote e confeziona altre due palle gol. Mancandole prima con Belotti, che colpisce male da buona posizione e poi con Stevanovic che calcia fra le braccia di Colombi un gran pallone suggeritogli da Dybala. Il Carpi colpisce a morte al 34’, con Lorenzo Pasciuti. Il suo destro incrociato sul secondo palo brucia Sorrentino e ferma a venti la striscia positiva del Palermo, ma soprattutto impreziosisce di un’altra perla una stagione storica. 

IL TABELLINO
PALERMO – CARPI 1-2 
PALERMO (3-4-1-2
): Sorrentino; Muñoz, Milanovic, Vitiello (10’  Andelkovic); Stevanovic ( 35’ st  Verre), Barreto (17’ Bolzoni), Ngoyi, Daprelà; Vazquez; Dybala, Belotti. A disp.: Fulignati, Terzi, Lazaar, Maresca, Troianiello, Di Gennaro. All.: Iachini.
CARPI (4-3-3): Colombi; Legati, Pesoli, Romagnoli, Letizia; Lollo, Porcari, Bianco (28’ st Sgrigna), Concas, Mbakogu (41’ st Ardemagni), Di Gaudio (31’ st Pasciuti).  In panchina:  Kovacsik, De Vitis, Ardemagni, Sgrigna, Sperotto, Legati, Acosty, Pasciuti, Inglese. All.: Pillon.
Arbitro:  Minelli di Varese (Zivelli-Zappatore, quarto ufficiale D’Angelo).
Reti: 3’ Mbakogu (rigore), 39’ Bolzoni, st 34’ Pasciuti.
Note: espulso Vazquez per proteste nell’intervallo, ammoniti Concas, Legati, Munoz.
Recupero 2’, 2’. Spettatori  8 mila, 50 ospiti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo Carpi 1 - 2 | Con i biancorossi è 2 fisso, anche al 'Barbera'

ModenaToday è in caricamento