rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Nuoto: Greg Paltrinieri è campione italiano assoluto invernale

Trionfa il carpigiano Greg Paltrinieri nei campionati assoluti invernali di Riccione. Grande entusiasmo del pubblico per la presenza del recordman australiano Ian Thorpe

Greg Paltrinieri trionfa a Riccione: il carpigiano della Coopernuoto si è laureato con il nuovo personale di 15'04.57 campione italiano assoluto invernale,  superando il compagno di allenamenti nel collegiale azzurro di Ostia e con lui sul podio Rocco Potenza;  Alessandro Cuoghi con 15'31.94 è 7'. "Aspettavo questa occasione - ha detto Paltrinieri -, visto che non ho preso parte agli europei e sono riuscito a lavorare bene concentrandomi su questo appuntamento". Un talento guidato da questa stagione da Stefano Morini  che ogni giorno acquista più continuità e, con il lavoro assieme al gruppo del mezzofondo azzurro composto dai fratelli  Potenza, Detti e lo stesso Cuoghi, si sta esprimendo al meglio. Alessandro in questi campionati ha avuto un rendimento altalenante anche se si è dichiarato "assolutamente soddisfatto".

Migliore della seconda e ultima giornata dei campionati assoluti invernali Silvia Meschiari. Nella vasca lunga dello Stadio del nuoto la modenese di Rane Rosse sfiora il podio con 2'13.19 rimanendone esclusa per 2 decimi di secondo non trasmettendo però la consueta sicurezza. Per la modenese  si conta anche il 6' posto nei 400 misti con il tempo di 4'58.28. Tra le note di colore  "tonica" e in crescita ha vinto il tricolore per il team partner di Modena Nuoto, Michela Guzzetti. Per un momento di gossip, la ragazza di Cuoghi è salita sul podio in tutte e 3 le distanze rana, vincendo il titolo nei 200 rana vincendo la seconda serie senza le più accreditate che non sono riuscite a far meglio.
Entusiasmo e tifosi hanno accolto una delle ultime icone del nuoto mondiale Ian Thorpe in una rassegna tricolore che ha mostrato qualche buona performance abbinata a qualche amnesia agonistica da parte dei reduci dall’Europeo in quel che è stato definito un 'campionato di passaggio'.

"Mi mancano i passi gara e i tempi sono in linea con quanto mi aspettavo. Ringrazio Riccione e l'organizzazione per il calore e l'accoglienza che mi hanno riservato", sono state le parole che il recordman australiano ha rilasciato dopo i 200 stile libero che, come del resto anche i 100, sono stati francamente sottotono. Nella gara vinta dall'olandese Verschuren su Magnini il migliore dei portacolori geminiani è stato Mattia Beretta. L'atleta del Gs Vvff di Modena realizza con 1'52.71 il nuovo personale e si piazza al 23' posto. La coppia Rane Rosse  in gara si piazza al 28' posto con Stefano De Zan ed al 36' con Cuoghi. Anche Augusto Bonilauri, migliora il suo record. Impegnato nei  200 farfalla, l’atleta del Gs Vigili del Fuoco, concludendo in 2'04.32 che vale anche il 19' posto in classifica generale.

Giornata sottotono per Lorenzo Benatti, veramente poco in vena nei 100 farfalla, 12' in 50.60, ma anche in staffetta 4x100 mista dove con i compagni dell’Aniene chiude al 6' posto. Stessa gara ma 17' posto per Rane Rosse Aqvasort che vedeva impegnato nella frazione a rana Michele Iotti e a stile Stefano De Zan. Iotti , individualmente impegnato nei 200 della specialità  rana, aveva ottenuto con 2'20.77 il 20' posto Stesso piazzamento sulla distanza dei 100 metri per Mattia Dall’Aglio, per il Gs Vvff, con il tempo di 1'04.51. In chiusura di campionati i 100 dorso con Giulia Negrini che chiude al 20' posto in 1'05.58 e nei  200 misti Daniele Sanna che si riscatta dalla prova opaca nei 400 classificandosi 13' in 2'06.40

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuoto: Greg Paltrinieri è campione italiano assoluto invernale

ModenaToday è in caricamento