Sport Carpi

Perugia - Carpi 2-0 | Troppi errori, a Perugia disco rosso per il Carpi

La squadra di Pochesci paga a caro prezzo due disattenzioni ma non sfigura

Non basta una buona prestazione complessiva al Carpi per uscire indenne dal “Curi”. I biancorossi sprecano davanti e peccano dietro, pagando inevitabilmente dazio. Lomolino si divora il vantaggio di testa e pochi minuti dopo è un imperfetto intervento del portierino Rossi a confezionare per il grifone la palla del vantaggio al 35’. Due errori che pesano sulla sconfitta, ma non più di tanto sulla classifica, visto che Fano ed Imolese (ovvero la zona play-out) a meno sette. Pochesci lo ha già ripetuto un paio di volte. La “Partita” con la P maiuscola, da non sbagliare assolutamente è quella di mercoledì in casa contro la concorrente Vis Pesaro che all’andata si impose 3-2 al termine di un autentica battaglia, polemiche comprese, che lo stesso Pochesci non ha ancora digerito.

LA PARTITA – Il Carpi appare in salute ed in fiducia, e tiene botta all’inizio quando il Perugia è particolarmene “arrabbiato” perché vuol rifarsi immediatamente della sconfitta di Padova. Rossi deve dire di no a Melchiorri, alzando in corner un destro dell’ex più atteso. Occasionissima per il Carpi al 27’, con Lomolino che di testa non trova la porta da pochi passi su imbeccata da calcio piazzato di Bellini. Proprio nel segmento di gara apparentemente più favorevole al Carpi arriva il vantaggio umbro: Rossi pasticcia su una punizione calciata da lontano, favorendo il tap-in letale di Murano. Il portiere si riscatta parzialmente su Melchiorri nel finale di tempo. Nel secondo tempo il Carpi non ha le energie sufficienti per impensierire i padroni di casa, la gara si trascina fino al 23’, quando è Minesso a chiuderla con un calcio piazzato che si infila nell’angolino basso. Pochesci aveva già cercato di gestire le forze a disposizione, in vista di mercoledì, il resto lo fa la differenza di potenziale e di esperienza tra due squadre di caratura ed ambizioni decisamente differenti. GOL: 35’ Murano; nel s.t. 23’ Minesso.

PERUGIA (4-3-1-2): Fulignati 6; Elia 6, Sgarbi 6 (30’ st Cancellotti s.v.), Monaco 6, Crialese s.v. (30’ Favalli 6); Sounas 6, Moscati 6, Kouan 6 (31’ st Vano s.v.); Minesso 7; Melchiorri 6, Murano 7 (22’ st Sounas s.v.) In panchina: Minelli, Bocci; Lunghi, Cancellotti, Angella, Burrai, Di Noia, Bianchimano. All.: Caserta 6,5.

CARPI (3-4-1-2): Rossi 5,5; Gozzi 6, Venturi 6, Sabotic 6 (1’ st Varoli 5,5); Marcellusi 5 (14’ st Bayeye s.v.), Bellini 6,5 (25’ st Ferretti 5,5), Fofana 5, Lomolino 5,5; Ceijas 5,5 (14’ st De Sena 5,5); De Cenco 5,5 (14’ st Ghion s.v.), Giovannini 6. In panchina: Pozzi, Cavazza; Ercolani, Eleuteri, Offidani, Martorelli, Tripoli. All.: Pochesci 6.

ARBITRO: Galipò di Firenze (assistenti Galimberti di Seregno e Lisi di Firenze; quarto ufficiale Caldera di Como). NOTE: ammoniti 12’ Sabotic, 34’ Venturi; nel s.t. 4’ Kouan, 15’ Monaco. 41’ Vano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia - Carpi 2-0 | Troppi errori, a Perugia disco rosso per il Carpi

ModenaToday è in caricamento