rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Sport

Carpi Brescia, probabili formazioni | Per i biancorossi inzia il countdown verso la Serie A

Servono ancora due vittorie al Carpi per poter festeggiare la matematica promozione, anche se, a seconda dei risultati delle altre squadre, questo dato potrebbe cambiare. Castori ammonisce: "Una cosa alla volta, col Brescia partita insidiosa; non abbassiamo la guardia"

Non è una vigilia come le altre, ma in casa Carpi ci si sforza che lo sia. Il profumo di A è ovunque ma non è ancora il caso di lasciarsi andare ai festeggiamenti. Per fare risultato col disperato Brescia (sabato ore 15), che lotta per non tornare in “C” dopo trent’anni,  e nel contempo accorciare la distanza dallo storico approdo alla serie A, c’è bisogno di una vigilia “normale”, di un Carpi concentrato e determinato al massimo, senza svolazzi di alcun genere. Castori, nella consueto incontro con la stampa della vigilia, lui sì, è sempre il solito. Altrimenti non sarebbe…Castori. Facendo così ha ottenuto due punti (e virgola) a partita. Cosa volere di più? Carica la sua squadra con le solite, autentiche, considerazioni della vigilia, concentrandosi sui pregi degli avversari (e quindi elogiandoli), tenendo per sé i difetti altrui su cui ha lavorato durante la settimana.  “Il Brescia è in forma ed è disperato, ha tanta qualità sparsa. Gli ultimi risultati con Trapani,  Pescara e Bologna stanno lì a dimostrarlo. C’è grande rispetto ma i ragazzi sanno che tipo di partita fare. Non c’è frenesia, il Carpi dovrà interpretare la gara come le altre. Senza fretta, sapendo di avere le qualità per avere la meglio. L’ esperienza mi suggerisce che chi è nella loro condizione, dà il massimo ed anche qualcosa in più. Per cui, data la loro capacità di esprimere anche un buon calcio, non è il caso di rilassarsi o di abbassare la guardia. Pensiamo solo a queta partita, calcoli non ne facciamo. ”. Molina non è convocato, torna nel gruppo Pasini. Gagliolo ha pienamente recuperato, Lasagna e Mbakogu non sono al massimo ma uno dei due ci sarà, a meno che Castori non decida di ripescare Inglese (doppietta all’andata), fisicamente al 100 per cento.
La città freme e i tifosi fanno i conti: nonostante la vittoria del Frosinone nel recupero col Latina di martedì ed il punto “restituito” al Bologna, esiste una sola combinazione che consentirebbe al Carpi di festeggiare già questo weekend. Ma è legata alla sconfitta (eventuale) del Vicenza a Cittadella nell’anticipo, oltre che ai flop di Bologna (in casa con lo Spezia) e dello stesso Frosinone nel posticipo domenicale a Livorno. Più che la matematica, poté la logica. Festa rimandata, al 98 per cento, calcolatrice alla mano.
Il tecnico però non si agita per questo. “So’ ragioniere, i conti mi piace farli alla fine” – ha ripetuto, sapendo tuttavia di essere in una botte di ferro. Se non domenica, sarà fra sette o fra quindici giorni oppure addirittura nel derby di Modena, ipotesi questa che piace pochissimo all’ambiente canarino.  E’ solo una formalità. Ma solo chi non conosce Castori può avere qualche dubbio sull’atteggiamento della squadra, che giocherà per togliere dal piatto anche le briciole. Il Carpi non mollerà nulla e proverà a vincere il più possibile. Ci sono i primati in ballo e il tecnico di San Severino Marche ci tiene a scrivere la storia del club e del torneo di serie B con caratteri ancora più grossi.
I PRECEDENTI – Reti bianche nell’unico precedente al “Cabassi” del settembre 2013. Al “Rigamonti” un successo del Carpi e il rocambolesco 3-3 dell’andata, un vero e proprio manifesto della stagione, col Carpi capace di rimontare due gol negli ultimi minuti nonostante la doppia inferiorità numerica.

PROBABILI FORMAZIONI
CARPI (4-3-3):
Gabriel; Struna, Romagnoli, Gagliolo, Poli;  Pasciuti, Porcari, Bianco; Letizia, Lasagna, Di Gaudio. A disposizione: Maurantonio, Sabbione, Pugliese, Pasini, Inglese, Gatto, Modolo, Laner, Mbakogu.  All.: Castori.
BRESCIA  (4-3-2-1): Arcari; Zambelli, Caracciolo, Di Cesare, Coly; H’Maidat, Budel, Scaglia; Sestu, Da Silva; Corvia. A disposizione: Andrenacci, Tonucci, Valotti, Morosini, Bentivoglio, Lancini, Boniotti, Gargiulo. All.: Calori.
Arbitro: Sacchi di Macerata (sig. Di Francesco di Teramo/ sig.ra Santuari di Trento, IV° ufficiale Tardino di Milano).  Ultima apparizione al Cabassi nel 2012, contro il Lumezzane (altra bresciana, neanche a farlo apposta). Risultato uno a zero, decisivo il sinistro di Ferretti a tempo scaduto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi Brescia, probabili formazioni | Per i biancorossi inzia il countdown verso la Serie A

ModenaToday è in caricamento