Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport

Carpi - Cosenza, probabili formazioni | Per il Carpi l'obiettivo è violare il Cabassi

Arriva il Cosenza e i binacorossi cercano il promo successo in casa. Castori: "Calabresi tosti e ben messi in campo, noi però stiamo bene"

Prima vittoria casalinga cercasi per il Carpi di Castori nel big-match contro il Cosenza (stadio Cabassi, sabato ore 15). Avete letto bene, proprio “big-match”, a dispetto della classifica deficitaria delle contendenti.  Per i biancorossi (beninteso, anche per i “lupi” della Sila) è di sicuro la gara più importante di questo scorcio iniziale della stagione. Quasi uno spareggio contro una diretta concorrente alla salvezza, per di più imbottita di ex, in tutti i ruoli: a parte Capela (assente per infortunio), Verna e Garritano (tutti a Carpi nella passata stagione) c’è  quel Tutino che in biancorosso ha giocato solo un’amichevole nel ritiro di Fanano, prima di lasciare (e ringraziare), tornando in Calabria dove è stato protagonista della cavalcata del Cosenza verso quella B che mancava da 18 anni. Quindi Anastasio, meteora in biancorosso fino a gennaio, prima di passare al Parma e fare anche lì “tappezzeria”.  

Ne è consapevole “capitan” Pasciuti, alla decima stagione in biancorosso che ha dato la carica in settimana: “Sarà fondamentale ritrovare la vittoria” – ha spiegato – “E’ a tutti gli effetti una sfida salvezza che bisogna far nostra per tanti aspetti, la classifica, i tifosi e per il morale. Castori? “Lo abbiamo trovato carico, esattamente come l’avevamo lasciato. Il suo obiettivo e il nostro è quello di riproporre una squadra con lo stesso spirito e atteggiamento di qualche tempo fa”.  

CASTORI - Il tecnico, nella conferenza stampa della vigilia si sofferma sul Cosenza: ““La classifica dice che quello di domani è uno scontro diretto ma il campionato è appena iniziato ed è prematuro fare troppe valutazioni. Il Cosenza è una squadra difficile da affrontare, allenata da un tecnico al quale mi lega un’amicizia di vecchia data, conosco il suo valore, il suo temperamento e la sua esperienza. Sarà un piacere ritrovare Braglia”. Il Carpi come sta? “Noi abbiamo fatto una buona settimana, arriviamo alla partita con la consapevolezza di aver lavorato bene. Non dobbiamo esagerare l’importanza della partita di domani, bisogna affrontarla bene, ma con la serenità di aver lavorato per esprimerci al meglio. Il match è importante e difficile né più né meno di quello di Spezia e lo sono tutte le altre in cui ci sono in palio tre punti. E’ una partita di calcio, che dura 90 minuti, contro un avversario degno del massimo rispetto ma non è che se vinci domani poi puoi perdere le altre o che se perdi domani poi non vinci più… La vittoria che manca da tanto tempo al Cabassi? E’ letteratura che non mi appartiene, alla squadra non sto a fare tanti discorsi, ogni partita ha una sua storia e ricomincia da capo. Noi abbiamo l’esigenza di vincere questa partita come l’abbiamo ogni settimana, ma senza guardare al passato. Il Cosenza è una squadra tosta, ben messa in campo, scaltra. Io e Braglia siamo tra i veterani di questa categoria, ma in campo vanno i ragazzi e sono loro a determinare il risultato. Tatticamente sto cercando di dare certezze alla squadra, se cambiamo ogni partita diventa difficile. Poi c’è la scelta degli uomini in cui intervengono anche altre variabili come la condizione dei singoli”. 

DAL CAMPO – Nel Carpi fuori gioco Pezzi e Piu, recuperati Jelenic, Poli e Serraiocco. Tre uomini per due maglie a centrocampo (Saric contende il posto a Sabbione e Di Noia), ballottaggio Piscitella-Pasciuti sull’out sinistro. Scalpita anche Zinedine Machach, nel ruolo di trequartista. Chissà se Castori ha in mente di calare l’asso…

LA STORIA – Nessun precedente tra Carpi e Cosenza, gara ricca di ex. In biancorosso il segretario Valentino e l’attaccante Arrighini. In passato hanno difeso a vario titolo i colori dei  due club Frezzolini, Pantanelli, De Pietri, Pollak   D’Astoli, Lugli, Presicci, De Biasi e Sannino.

LE PROBABILI FORMAZIONI 
CARPI (4-4-2):
Colombi; Pachonik, Suagher, Poli, Buongiorno; Concas, Sabbione, Di Noia, Jelenic; Arrighini, Mokulu. Altri convocati. Serraiocco; Frascatore, Ligi; Giorico, Piscitella, Pasciuti, Saric, Mbaye, Wilmots, Machach;  Vano, Romairone. All.: Castori. 
COSENZA (3-5-2): Saracco; Idda, Dermaku, Legittimo; Corsi, Mungo, Palmieri, Bruccini, Garritano; Maniero. Tutino. A disp.: Cerofolini, Tiritiello, Anstasio, D’Orazio, Pascali, Varone, Verna, Bearzotti, Schetino, Di Piazza, Baez, Baclet. All.: Braglia. 
ARBITRO: Pillitteri di Palermo (Cipressa e Borzomì assistenti, Volpi quarto uomo).  Con il fischietto siciliano il Carpi ha vinto l’ultima volta in casa (2-1 alla Ternana a fine marzo)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi - Cosenza, probabili formazioni | Per il Carpi l'obiettivo è violare il Cabassi

ModenaToday è in caricamento