rotate-mobile
Sport

Carpi Perugia, probabili formazioni | Vigilia di Natale al 'Cabassi' da campioni d'inverno

I biancorossi si preparano ad ospitare il Perugia, nell'ultima gara casalinga del 2014, con la tranquillità e la sicurezza di essere campioni d'inverno con due giornate d'anticipo

Ultima gara dell’anno al Cabassi dove arriva il Perugia, avversaria ricca di storia ma quasi inedita per il Carpi. Un solo precedente in Emilia tra i due club, che risale al 13 marzo 1966, nel girone B della serie C. Finì 2-0 per il Carpi (Carpita e Ferrari), fu vendicato l’umiliante 2-6 patito all’andata nel vecchio impianto del “Santa Giuliana”, ma non servì alla fine per evitare l’ultimo posto. In  porta agli umbri c’era il dottor Boranga, poi protagonista in A col Cesena, recordman di longevità sportiva. 
I punti di contatto tra i due sono rappresentati da tre cessioni illustri. Ovvero quelle di Bagni, Cacciatori e Materazzi, che spiccarono il volo verso la serie A, proprio sulla direttrice Carpi-Perugia. I primi due alla fine degli anni 70, il terzo nove anni prima di diventare Campione del Mondo a Berlino. 
I grifoni guidati da Camplone, partiti benissimo con tre vittorie (quattro nelle prime sei giornate), hanno poi vistosamente rallentato, abbonandosi di fatto ai pareggi (undici, più di tutte insieme al Lanciano). Il Pescara, al 93’, ha inchiodato gli umbri alla sesta “x” di fila. Ma in verità si tratta di una squadra ricca di qualità, di talento, di capacità di palleggio. Non è difficile prevedere che anche al Cabassi proverà ad occupare la metà campo altrui. Primo per possesso, palloni giocati e  passaggi riusciti, il Perugia non brilla di sicuro per concretezza in attacco ma comunque resta difficile da bucare dietro. Il ds Giuntoli: “Sulla carta loro sono più forti, vedremo”. 

QUI CARPI - Rientrano dalla squalifica Porcari e Mbakogu, escono Mbaye e Inglese. Pesante l’assenza di Fabio Concas che si aggiunge a quelle di Romagnoli e Poli. Gioca Di Gaudio, tenuto a riposo a Lanciano, Pasciuti si sposta sul fronte destro dell’attacco. Probabile conferma in blocco della difesa, con Letizia stabilmente a sinistra, come ai tempi dell’Aversa Normanna in C2, Struna a destra, Suagher e Gagliolo in mezzo. Quest’ultimo, con cinque reti, è il miglior realizzatore della serie B (senza rigori) tra i “non” attaccanti. 

QUI PERUGIA - Perugia senza due squalificati, il difensore centrale Giacomazzi e il portiere Koprivec, espulso contro il Pescara. Tra i pali torna il titolare Provedel ’94 scuola Chievo, ex Pisa, che Giuntoli aveva bloccato la scorsa estate e che poi però scelse l’Umbria. In panchina il giovane Primavera Rossin. Comotto riprende il suo posto in difesa. Rientra in avanti Parigini (’96) dopo un turno di stop. Del Prete in panchina, pronto Rossi. 

PROBABILI FORMAZIONI
CARPI (4-3-3
): Gabriel; Struna, Suagher, Gagliolo, Letizia; Lollo, Porcari, Bianco; Pasciuti, Mbakogu, Di Gaudio. A disposizione: Maurantonio, Nava, Sabbione, Mbaye. Gatto, Embalo, Inglese,  Ricci, De Silvestro. All.: Castori. 
PERUGIA (4-3-2-1): Provedel; Goldaniga, Comotto, Rossi, Crescenzi; Nicco, Fossati, Verre; Lanzafame, Parigini; Falcinelli.  A disposizione: Rossin, Flores, Lo Porto, Vinicius, Perea, Taddei, Fazzi, Rabusic, Del Prete  All.: Camplone. 
Arbitro: Di Paolo di Avezzano (Raparelli-Calò, IV° ass. La Penna)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi Perugia, probabili formazioni | Vigilia di Natale al 'Cabassi' da campioni d'inverno

ModenaToday è in caricamento