rotate-mobile
Sport

Genoa Carpi, probabili formazioni | Biancorossi a Genova, si rivede Borriello nei panni dell’ex

Castori è carico: “Meglio nervosi che depressi. Siamo vivi, non ci arrendiamo”. Biancorossi a caccia di punti salvezza

Ormai è inutile caricare le gare con le etichette da “ultima spiaggia” o giù di lì. Il Carpi deve ringraziare il Verona che gli tiene compagnia lì in fondo alla classifica ma vive una situazione non facile.  I biancorossi tornano a Genova, sul campo del loro debutto in A, dove la Samp chiuse 5-0 il primo tempo. Contro i rossoblù di Gasperini che in casa, sospinti dal loro gran pubblico, si esaltano e spesso vincono nel finale, come ben sa il Sassuolo, non sarà per niente agevole. Castori attacca: “Noi nervosi? Magari lo fossimo stati col Chievo, non saremmo partiti così. E poi in fondo meglio nervosi e arrabbiati che depressi. Siamo vivi e abbiamo bisogno assoluto di fare risultato, mettendo in campo ogni risorsa, tattica, mentale, agonistica e tecnica. Il Genoa? E’ fra le più forti tra quelle che sfideremo, ma preferisco concentrarmi sui miei. Spero che il Carpi ritrovi il suo spirito e che non finisca come con la Samp. Lì in campo non c’eravamo proprio. Loro attaccano anche in  cinque, ma non dobbiamo farceli arrivare ai limiti della nostra area, diventa pericoloso. Pavoletti  lo ricordo anche in Lega Pro a Lanciano, sa attaccare la profondità, non so se in questo momento sia il migliore attaccante della A, ma di sicuro dovremo limitarlo”. Sulla presunta rissa tra Martinho e Perrone (componente dello staff tecnico di Castori) che sarebbe avvenuta al termine dell’allenamento di giovedì il tecnico aggiunge: “Quando ho letto di rissa e di Far West (si riferisce ad un titolo della Gazzetta dello Sport, n.d.r.) mi sono messo a ridere.  Non dico che non sia successo nulla, ma è stato tutto ingigantito”. E Borriello? “C’ho parlato a fine allenamento, volevo accertarmi delle sue condizioni. E’ pronto e disponibile, quindi parte con noi”.

I NUMERI – Il Genoa non perde da quattro giornate ed in casa ha ottenuto 13 punti su 16. Fortino Marassi per Gasperini. Carpi un solo punto nelle ultime sei giornate, non vince in trasferta dal 3 maggio 2015 (Modena-Carpi 1-2)

DAL CAMPO – Fuori gioco Fedele e Bubnjic,  ancora out Spolli, niente Genova anche per Benussi, Iniguez, Gino e Wallace. Solo diciannove i convocati.  Castori si affida al 4-4-2, con Romagnoli e Gagliolo coppia centrale in difesa, Lollo e Marrone in mezzo. Sulle fasce Zaccardo e Letizia sulla catena di destra, Gabriel Silva e Pasciuti dal lato opposto. In avanti Matos affianca Mbakogu.  

GLI EX – Ritorno “a casa” per due dirigenti biancorossi. Il ds Giancarlo Romairone a Genova v’è nato, è cresciuto calcisticamente ma poi il rossoblù della prima squadra non l’ha mai vestito. Il club manager Matteo Scala che sotto la Lanterna faceva il giornalista,  è genoano viscerale.  Per lui non sarà una domenica particolarmente facile. Eppoi Cofie e Borriello. Una volta, quando c’era anche Concas (di fede doriana), lo chiamavano “il Carpi dei genovesi”. 

PROBABILI FORMAZIONI

GENOA (3-4-3): Perin; Izzo, Burdisso, Ansaldi; Figueras, Rincon, Tino Costa, Laxalt; Lazovic, Pavoletti, Gakpé. 

 All.: Gasperini.  A disp.: Lamanna, Ujkani; De Maio, Ierardi, Cissokho, Capei, Tachtsidis, Dzemaili, Pandev, Ntcham. 

CARPI (3-5-2):  Belec;  Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo;  Letizia, Cofie, Lollo, Marrone, Gabriel Silva; Matos,  Mbakogu. A disp.:  Brkic; Martinho, Lasagna, Lazzari, Gino, Wilczek, Pasciuti, Di Gaudio.  

ARBITRO:  Gavillucci di Latina (Di Vuolo/Tonolini; Tasso; Damato/Rapuano. 

PRECEDENTI con l’arbitro: quest’anno il 2-2 a Palermo.  Una sola sconfitta (in D, 1-4 per mano della Giacomense), e cinque vittorie (la prima dieci anni fa,  a Crevalcore, l’ultima contro l’Avellino in B a marzo, entrambe per 2-0).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Genoa Carpi, probabili formazioni | Biancorossi a Genova, si rivede Borriello nei panni dell’ex

ModenaToday è in caricamento