Livorno-Carpi, probabili formazioni | Castori ci crede ancora: "Nulla è impossibile"

Biancorossi con le spalle al muro, in caso di mancato successo sarà matematica la retrocessione in Serie C

Al “Picchi”, ore 15, quartiere Ardenza di Livorno, partì quasi cinque anni fa l’avventura di Castori che sfociò nell’impronosticabile ma non meno meritata promozione in serie A. Oggi, nello stesso campo, il Carpi, guidato dallo stesso Castori, è ultimo in classifica e con le spalle al muro, non vuole arrendersi all’evidenza di una retrocessione vicinissima. Ma non ancora matematica. Per rinviare il verdetto, e nel contempo alimentare una flebile speranza, ai biancorossi di Castori tocca solo vincere. Prima oggi, contro gli amaranto di casa (sei punti in più in classifica e pure il 4-1 dello scontro diretto del “Cabassi”) e poi contro il Venezia sabato. Difficile, impossibile, complicato o quello che si voglia. S’ha da fare e basta. Altrimenti sarà serie C, sei anni dopo l’”eroica” battaglia di Lecce del 16 giugno 2013.

Castori non si dà per vinto e incita i suoi a dare tutto prima di alzare bandiera bianca: “Nulla è impossibile quando uno ci crede” – sentenzia – “E io ci credo. E’ inutile che mi snoccioliate tutti i numeri negativi della nostra stagione, li conosciamo benissimo. Sono tutti giusti, per carità.  Io però voglio giocarmela fino in fondo. Non andremo all’arrembaggio, sarebbe come consegnarsi all’avversaria, ma con giudizio prepareremo l’assalto ai tre punti che ci servono. “Il Livorno è squadra forte, questo è indubbio, con qualità ed esperienza e l’ambiente sarà caldo” – aggiunge poi – “ma dobbiamo avere forza e determinazione per raggiungere il nostro obiettivo”.  In formazione prevedibile l’ingresso di Vitale in mezzo e Mustacchio sull’esterno, per il resto giocheranno quelli che per un’ora abbondante hanno tenuto testa alla Cremonese, prima del “suicidio” degli ultimi dieci minuti. 

Assenti, oltre i “soliti” Colombi, Jelenic, Rizzo, Di Noia, anche Pasciuti (“Per lui stagione finita, non è grave il suo infortunio ma non è recuperabile”) e il portiere di riserva Serraiocco.  Di contro il Livorno, che è ancora in corsa per la salvezza diretta e sarà spinto dal suo pubblico, agevolato anche dai prezzi dei biglietti, ribassati opportunamente dal club amaranto. Il tecnico Breda non si fida del Carpi: “E’ la prima volta che giochiamo da favoriti, ma bisogna fare attenzione a non sottovalutare i biancorossi, che rispetto all’andata si sono rinforzati e giocano un calcio tosto”. 

LE PROBABILI FORMAZIONI
LIVORNO (3-4-1-2):
Zima; Gonnelli, Di Gennaro, Bogdan; Valiani, Luci, Agazzi, Porcino; Diamanti: Raicevic, Murilo. A disp.: Baiocco, Crosta, Boban, Gasbarro, Dainelli, Eguelfi, Salzano, Kupisz, Rocca, Gori, Giannetti, Dumitru. All.: Breda.
CARPI (4-4-2): Piscitelli; Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi; Rolando, Coulibaly, Crociata, Mustacchio; Arrighini, Cissè. A disp.: Sambo, Kresic, Suagher, Buongiorno, Saric, Wilmots, Piscitella, Concas, Romairone, Marsura, Vano, Vitale. All.: Castori. 
ARBITRO: Abbattista di Molfetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento