Domenica, 21 Luglio 2024
Sport Carpi

Perugia-Carpi, probabili formazioni | Al "Curi" sarà battaglia

Biancorossi nella tana del Perugia arrabbiato e contestato. Calabro: "Ci vuole un Carpi tosto"

Aaa colpaccio cercasi. Al “Curi” di Perugia (sabato ore 15)  il Carpi  – a secco di successi in trasferta dalla seconda giornata (0-1 a La Spezia) – prova a rilanciarsi anche lontano dal “Cabassi”.  Tra i legittimi propositi della truppa di Calabro e la loro effettiva concretizzazione c’è da ricacciare indietro la rabbia di una grande delusa del torneo. Ovvero il Perugia dell’ex Bianco, regina del mercato e con un organico sulla carta da numero uno. Eppure, dopo una partenza sfolgorante il “Grifo” ha tirato il freno a mano in maniera che neanche il presidente Santopadre sa spiegarsi, a tal punto che dopo l’1-5 casalingo incassato dalla Pro Vercelli  è arrivato l’esonero del  tecnico Giunti, rilevato da Breda. Assieme al tecnico veneto non è però arrivato l’auspicato cambio di marcia. Dopo due pari e una sconfitta (a Venezia), il Perugia attribuisce  proprio al match col Carpi una grande importanza.  Un motivo in più per moltiplicare l’attenzione.

Calabro lo sa e dichiara: “Ci vorrà un Carpi tosto e determinato. Bisognerà ribattere colpo su colpo alle loro scorribande inziali, sia nel primo che nel secondo tempo. Vengono da diverse settimane negative e ricche di tensioni, ma il Perugia resta, sia come “rosa” che come “piazza” una delle legittime pretendenti alla serie A. Non conta il modulo, ma l’atteggiamento e la duttilità tattica. Si può iniziare un modo e finire in un altro, l’importante è stare sempre dentro la partita. Dispiace per Mbakogu, sarebbe stata la sua partita ideale. Malcore ha altre caratteristiche, per cui dovremo necessariamente trovare delle alternative per far male al Perugia”.

DAL CAMPO – Torna Sabbione (rifiata Pachonik), ancora out Jelenic e Mbakogu. Bittante tornato in gruppo, Concas invece rimanda all’anno nuovo il suo rientro per colpa dell’adduttore che non gli dà tregua.   Ufficializzato Calapai (classe ’93, ex Modena) che andrà in panchina a “fare numero”. Calabro medita sul modulo ad una punta, rinunciando ad uno tra Nzola e Malcore, riproponendo quindi Saber. Nel Perugia, che ha preparato il match in ritiro, è squalificato Cerri, in attacco giocherà la coppia Han-Di Carmine. Breda ha il dubbio modulo (al 4-2-3-1 però dovrebbe preferire il 4-3-1-2). Bianco, Colombatto e Brighi si giocano due maglie. 

L’EX DI TURNO – Se Breda lo manderà in campo Raffaele Bianco, 30 anni, non sarà  un ex qualunque. Con sette gol e 144 presenze in campionato (e due promozioni), molte delle quali con la fascia di capitano, è di sicuro nella storia del club biancorosso.  “Non avevo più stimoli” – ha dichiarato una volta presentato a Perugia lo scorsa estate.  

LE PROBABILI FORMAZIONI
PERUGIA: (4-3-1-2):
Rosati; Belmonte, Volta, Dossena, Pajac; Brighi, Colombatto, Bandinelli; Bonaiuto; Han, Di Carmine. A disp.: Nocchi, Santopadre; Zanon, Coccolo, Monaco, Casale, Bianco, Emmanuello, Choe, Terrani, Mustacchio, Falco, Frick. 
CARPI (4-4-2): Colombi; Sabbione, Brosco, Ligi, Poli; Belloni, Verna, Mbaye, Saric; Saber; Nzola. A disp.: Serraiocco. Brunelli; Vitturini, Pachonik, Calapai, Pasciuti, Capela, Giorico, Manconi, Malcore. All.: Calabro. 
ARBITRO: Sacchi di Macerata (Borzomì/Luciano; Paterna).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia-Carpi, probabili formazioni | Al "Curi" sarà battaglia
ModenaToday è in caricamento