rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Sport

Trofeo Cittadella, le firme di Ligorio, Bertacchini e Pasquinucci sull’edizione 2021

La gara dell’8 dicembre era mancata a tutti. Lo ha dimostrato la fitta presenza di partenti nelle varie prove al Trofeo Cittadella. Il Parco Ferrari è stato teatro ancora una volta di questa manifestazione di corsa campestre giunta ormai alla 49esima edizione dopo la mancata disputa del 2020. Più di 550 atleti sui 608 iscritti si sono effettivamente allacciati le scarpe chiodate e hanno provato a portare a termine la loro gara nella parte del parco che da sempre caratterizza il Trofeo Cittadella ovvero quella più a sud, dal lato opposto all’ingresso principale dopo il laghetto.

Ad accompagnare la mattinata di tutti i presenti la cronaca accurata di Roberto Brighenti e l’organizzazione sempre impeccabile della Fratellanza che da sempre ha un occhio di riguardo per questa gara, specialmente nella persona di Gianni Ferraguti. Il meteo, nonostante le previsioni avverse, è stato clemente per tutta la mattinata con la pioggia che ha cominciato a scendere quasi in concomitanza con il termine dell’ultima gara in programma. Il Trofeo Cittadella quest’anno rappresentava anche la seconda prova del circuito Runcross Emilia Romagna che proseguirà poi con le campestri regionali della seconda fase nel nuovo anno. Le classifiche di squadra dopo le due gare della prima fase vedono la Fratellanza al comando sia nella classifica maschile che in quella femminile con ampissimo margine sull’Atletica 85 di Faenza.

La cronaca della giornata

Veniamo alle gare. A dar l’impressione di correre forte son stati molti degli atleti gialloblù che sia in gare tattiche che in gare più libere hanno dimostrato di aver lavorato in questi mesi e di essere pronti per affrontare al meglio la stagione invernale.

Tre nel complesso sono state le vittorie messe a segno dagli atleti della Fratellanza a partire dalla categoria Allieve dove a dominare la gara di 3 km è stata la pavullese Giulia Bertacchini, ben a conoscenza delle sue spiccate capacità nel terminare le gare in progressione. La mezzofondista geminiana ha infatti militato nel gruppo di testa per tutta la durata della gara per poi decidere di spingere sull’acceleratore nell’ultimo giro, dove ha salutato le avversarie involandosi solitaria verso la vittoria. Quarto posto per la gialloblù romagnola Alice Alessandri, settima Rebecca Mosca e decima Sofia Ferrari.

Tra le giovanissime della categoria Ragazze, invece, vittoria per Giada Margherita Ligorio che ha staccato in volata la pavullese Arianna Boncompagni riuscendo così a vincere la prova sulla distanza di 1,5 km.

Tra gli Junior, infine, festeggia Alessandro Pasquinucci sui 4 km di gara che ha gestito insieme al gruppo di testa formato con i reggiani Marazzoli e Rondoni fino alla parte finale dell’ultimo giro dove è stato protagonista di una buona progressione che lo ha portato a vincere con un buon margine di distacco sugli avversari. Quinto posto per Gian Marco Ronchetti e sesto per Daniele Silvestri.

Passando ai piazzamenti per i colori gialloblù, nella medesima categoria al femminile terza piazza per Francesca Badiali che nei 3 km, condotti in maniera molto regolare, non riesce a bissare il successo di Faenza, ma si conferma tra le migliori interpreti della specialità.

Nelle gare Senior, invece, al maschile dopo lo sparo dello starter e una prima fase di studio necessaria anche a frammentare i partenti nei vari gruppetti il gialloblù Riccardo Brighi ha preso la testa insieme all’avversario Marco Casini di Sassuolo, vincitore nella prima tappa del circuito. Nell’ultimo giro i due hanno subito l’attacco deciso dalle retrovie di Giuseppe Gravante della Corradini, ma il tentativo di assolo è andato poi in fumo e la lunga volata è stata vinta da Casini che ha costretto Brighi ad accontentarsi della seconda piazza. Bene anche Davide Rossi al quinto posto, Gianmarco Accardo ottavo e undicesimo Andrea Baruffaldi.

Al femminile la gara è stata condotta in testa dalla portacolori del CUS Parma Giulia Vettor, con alle spalle la portacolori di casa Martina Cornia che ha poi conquistato la seconda piazza. Brava anche Aurora Imperiale al quarto posto, ma superata nel finale per il terzo gradino del podio da Giada Fuligni di Modena Atletica, e nona Chiara Bazzani.

Nelle altre gare di giornata, sui 4km della categoria Allievi quarto posto per Matteo Costa e quinto Gabriele Valdevit. Nei Ragazzi vince il pavullese Matias Costi e chiude quinto il miglior gialloblù targato Fratellanza ovvero Giovanni Cargioli. Nella gara Cadetti, invece, decimo Claudio De Robertis nei 2,5 km.

Ad aprire la giornata, però, sono state le categorie Master con il sassolese Taoufik Bazhar a chiudere davanti a tutti la prova dedicata agli SM35-40-45-50. Per la Fratellanza quinto e primo SM35 Mohamed Moro, mentre alle spalle del miglior SM50 chiudono Gian Carlo Bonfiglioli e Maurizio Gentile rispettivamente ottavo e undicesimo assoluti. Decimo, ma fuori dai vari podi Marco Cavallero. Tra gli SM55 e oltre, invece, Marco Moracas chiude alle spalle del ravennate Alberto Lolli, ma sale sul gradino più alto degli SM60. Quarto assoluto e secondo SM55 è Luca Gozzoli, mentre nono e terzo SM60 è Alessandro Manfredi.

Al femminile, invece, sbaraglia la concorrenza la modenese della Corradini di Rubiera Fiorenza Pierli. Quinta assoluta è prima SF35 Giulia Sighinolfi, nona e seconda SF50 Monica Barchetti, mentre chiude decima e completa il podio della categoria più giovane Barbara Debbi. Tra le SF55 a conquistare la terza pizza è stata Rossella Corradini, a seguire Paola Bernini e settima assoluta, ma terza SF60 Loretta Rubini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trofeo Cittadella, le firme di Ligorio, Bertacchini e Pasquinucci sull’edizione 2021

ModenaToday è in caricamento