rotate-mobile
Sport

Calcio, Sassuolo: Gazzola è pronto a vincere contro i suoi ex compagni dell'Ascoli

Sabato arriva al 'Braglia' l'Ascoli per il recupero della ventiseiesima giornata di campionato. Gazzola è l'ex di turno ma sa che saranno necessari i tre punti per i neroverdi

E' l'ex di turno della sfida di sabato, 25 febbraio alle 15, contro l'Ascoli per il recupero della ventiseiesima giornata di campionato, rinviata causa neve, ed è anche l'ultimo arrivato in neroverde nel mercato di gennaio. Marcello Gazzola è l'uomo che è entrato in squadra andando a sostituire il ruolo da uomo "jolly" prima ricoperto da Lorenzo Laverone, attualmente alla Nocerina. "L'Ascoli è una squadra in salute e si è visto nel corso degli anni che dopo varie stagioni travagliate è riuscita sempre a salvarsi, è una squadra che non molla mai. Non ci sono grandi nomi, ma a livello di squadra sono compatti e tenaci; sento ancora molti di loro con cui sono rimasto in rapporti d'amicizia e so che loro credono alla salvezza".


E' vero che l'Ascoli "risorge" sempre, nonostante i punti di penalità, ma è altresì vero che una squadra con le ambizioni del Sassuolo deve mettere in conto di guadagnare tre punti in una sfida del genere e Gazzola lo sa. "Dobbiamo sfruttare questo recupero per guadagnare il massimo dei punti. Quest'anno abbiamo sacrificato spesso lo spettacolo in favore del risultato, ma in Serie B questa è la teoria vincente". Uomo "jolly", dicevamo; in effetti nemmeno lui sa ancora come lo posizionerà mister Pea sabato. "Ancora non so le scelte del Mister, certo è che a centrocampo abbiamo un buon numero di squalificati perciò io sono a disposizione per qualsiasi evenienza". La prossima sfida sarà tra due squadre al vertice, Sassuolo e Pescara: "Sarà una gara tutta da vivere - ha detto il centrocampista neroverde - e da preparare nel migliore dei modi perché siamo entrambe lassù, ma prima pensiamo all'Ascoli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, Sassuolo: Gazzola è pronto a vincere contro i suoi ex compagni dell'Ascoli

ModenaToday è in caricamento