Martedì, 3 Agosto 2021
Sport

Sassuolo-Benevento 2-2 | Non basta un super Politano: col Benevento è solo pari

Sanniti agguerriti e pungenti, risultato in altalena. Neroverdi sorpresi due volte da Diabatè

Non va oltre il pari il Sassuolo che si fa sorprendere in casa da un bel Benevento sul 2-2 dopo cento minuti di errori, ribaltoni, bei gol e diverse emozioni.  E non è detto che non si tratti di un punto guadagnato contro l’ultima della classe che però ha dimostrato grande voglia di centrare il primo storico punto esterno in serie A. Inutile ai fini di una salvezza, ormai non più alla portata dei ragazzi di De Zerbi, ma quanto meno è stata una dimostrazione di grande condizione e serietà. Il Sassuolo, invece, deve meditare sul terzo pari di fila e su questi due punti persi (che potevano essere pure tre) che condannano la squadra di Iachini a dover soffrire fino alla fine per agguantare la salvezza. Risultato in altalena e due doppiette a testa. Apre e chiude le danze il beneventano Diabatè, in mezzo i due gol di Politano, sempre più top-player di questa squadra. E che da solo non è bastato. 

Le statistiche non vanno in campo, ma pesano. Benevento, nessun punto in trasferta. Sassuolo, solo due vittorie in casa, l’ultima quattro mesi fa a spese dell’Inter.  Curioso incrocio al “Mapei”, con i neroverdi obbligati ai tre punti per allontanarsi dal terz’ultimo posto e i sanniti (che hanno fatto tremare la Juventus) che vogliono onorare al meglio il finale di un’amara stagione. La lista degli assenti (Lirola, Letschert, Goldaniga e Sensi) determina quasi delle scelte obbligate per Iachini.  In difesa (a tre) inamovibile Acerbi, protetto dai “guardaspalle” Peluso e Dell’Orco. Sugli esterni Adjapong e Rogerio, Magnanelli in regia assistito da Cassata e Missiroli. In attacco torna Babacar al fianco di Politano, Berardi in panchina. Nel Benevento De Zerbi non deroga dal 4-3-3, con le novità Sagna e Guilherme rispetto alle indicazioni della vigilia, co Venuti e Brignola a sedere. 

Dopo un quarto d’ora di nulla, il primo brivido al 16’, con Cassata che cerca di beffare Puggioni fuori dai pali con un pallonetto che sorvola di poco la traversa. C’è un buco nella rete difesa dai giallorossi, ci vuole qualche minuto per rattopparla. Quando si riprende il gioco, al 20’, il Sassuolo va più vicino al vantaggio: assist di Missiroli, Politano si libera di Tosca ed arma il destro che sibila poco distante dall’incrocio.  Ma è il Benevento, a sorpresa, a passare in vantaggio con un gol da leccarsi i baffi.  Colpo di tacco di Djuricic a beneficio di Diabatè che si infila nel corridoio neroverde, finta e controfinta e poi con uno “scavetto” di pregevole fattura batte Consigli per la gioia dei tifosi beneventani. Il gol innervosisce il Sassuolo. Acerbi commette fallo su Guilherme e di fatto lo mette fuori causa. De Zerbi ricorre al giovane Brignola (’99). I sanniti gestiscono male un contropiede al 32’, con la difesa di Iachini mal disposta. Ancora Benevento, al 37’ con Djuricic che si allunga il pallone appena dentro l’area dopo una bella combinazione con Diabatè e manca lo 0-2. Il Sassuolo? Nel momento più difficile si aggrappa al suo uomo migliore. Quel Matteo Politano che canta e porta la croce, irrompendo in area al 41’ su servizio da destra di Babacar, abile ad aggirare la difesa giallorossa.  Ma è il Benevento a mordersi le mani per l’1-2 fallito al 43: discesa di Brignola, traversone a centro area per Diabaté, provvidenziale la deviazione di Dell’Orco che favorisce l’intervento di Consigli. Cinque minuti di recupero: al 4’ episodio dubbio.  Il fallo di Magnanelli su Tosca è leggermente fuori area, la la Var toglie ogni dubbio. Punizione di Cataldi senza esito e si va al riposo addirittura al 54’.  

Secondo tempo. Al 1’ trattenuta fallosa  di Cataldi a Politano ai sedici metri. Cartellino giallo e punizione, che lo stesso Politano gira alta di sinistro rispetto alla traversa di Puggioni.  Rogerio, all’8’ si propone sull’out sinistro e pesca la testa di Babacar, Puggioni è fuori causa, ma la girata del senegalese è fuori di pochissimo. Iachini poco dopo il quarto d’ora cambia l’assetto, inserisce Berardi per Magnanelli e spera nel 3-4-3. Al 18’ ancora un rischio grosso così per i neroverdi, provvidenziale la chiusura di Acerbi sullo scatenato Diabatè.  Si ribalta il fronte ed arriva il sorpasso del Sassuolo. Babacar assiste Politano nel migliore dei modi, lanciandolo tutto solo verso la porta sannita, e il n.16 non sbaglia.  Non è finita, il Sassuolo pensa di aver già vinto ed invece paga dazio, abbassandosi colpevolmente. Il 2-2 arriva puntuale al 28’. Diabatè, sempre lui, arriva puntuale a spingere in rete un cross basso dalla destra di Cataldi. Il finale è rovente. Iachini, già privato di Missiroli (toccato duro da Sagna, sostituito da Mazzitelli), si vede costretto a rinunciare anche a Consigli, rilevato da Pegolo. Il Benevento, libero di testa, è in condizione di far male ancora ad un Sassuolo fiaccato dal secondo gol subìto e balbettante nel momento di riprendere in mano il match. Anzi, i rischi di perderla sono palpabili. In soccorso di Iachini ci arriva Peluso, abile a respingere una conclusione di Parigini, presentatosi tutto solo ai sedici metri. Lo stesso Peluso è costretto agli straordinari, arrivando un decimo di secondo prima di Diabatè nel cuore dell’area di rigore neroverde. Al 43’ Brignola si allunga il pallone e grazia Pegolo e, al 46’ lo stesso giovanissimo attaccante si divora il 2-3 tutto solo, spedendo di testa a lato da posizione favorevolissima. Finale rabbioso del Sassuolo alla ricerca, a sua volta del punto decisivo. Politano, sempre lui, al 49’ ci prova ma disegna una traiettoria che si spegne poco lontano dal montante. E finisce al 51’ anche la ripresa, con un pari che cancella lo “zero” alla casella punti esterni dei sanniti, e che  condanna il Sassuolo a stare sui carboni ardenti ancora per un po’. 

SASSUOLO – BENEVENTO 2-2 (1-1)
GOL:
22’ Diabatè, 41’Politano; nel st 22’ Politano, 28’ Diabatè. 
SASSUOLO (3-5-2): Consigli 5,5 (32’ Pegolo s.v.); Peluso 6, Acerbi 6, Dell’Orco 5,5; Adjapong 5,5, Cassata 5,5, Magnanelli 5,5 (16’ st Berardi 5,5), Missiroli 5,5 (25’ st Mazzitelli 6), Rogerio 6; Babacar 7 Politano 7,5. A disp.: Marson; Lemos, Biondini, Matri, Pierini, Frattesi, Duncan, Ferrini, Ragusa. All.: Giuseppe Iachini 6.
BENEVENTO (4-3-3): Puggioni 6; Sagna 6, Djimsiti 6, Tosca 6, Letizia 6 (41’ st Venuti s.v.); Cataldi 6.5, Sandro 6, Djuricic 7,5; Guilherme s.v. (26’ Brignola 5), Iemmello 5,5, (20’ st Pairigini 6), Diabatè 7,5. A disp.: Brignoli, Del Pinto, Coda, Viola, Gyamfi, Billong, Sanogo, Volpicelli, Sparandeo. All.: Roberto De Zerbi 6,5.
ARBITRO:  Gavillucci di Latina (assistenti Santoro e Zappatore). 
NOTE: ammoniti pt 4’ Peluso, 22’ Acerbi, 51’ Magnanelli; st 1’ Cataldi, 26’ Sandro.  Recupero 5’, 5’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo-Benevento 2-2 | Non basta un super Politano: col Benevento è solo pari

ModenaToday è in caricamento