rotate-mobile
Sport

Sassuolo, Magnanelli: "Non siamo intoccabili, un po' di paura può far bene"

E' reduce da una sfortunata sconfitta in uno scontro diretto il Sassuolo di mister Di Francesco, ma capitan Magnanelli non perde la lucidità e spiega quanto accaduto, presentando anche il prossimo match contro il Cesena

Tocca al capitano Francesco Magnanelli cercare di spiegare quanto accaduto nella sfortunata partita di Livorno, persa dai neroverdi per 3-2 dopo aver dominato: "Non è stato un brutto passo falso, ma una partita particolare, bella, proprio come le altre. Siamo partiti benissimo e l'errore è stato quello di non riuscire a dare continuità per tutti i 90'. Con tutti gli errori arbitrali ed episodi fortunati da parte del Livorno, la partita l'abbiamo comunque persa noi. Non pensavamo di averla già vinta ma forse sul 2-0 ci siamo un attimo rilassati - ha ammesso il 'Puma' -. Merito al Livorno, noi dobbiamo essere più forti di tutti gli episodi contrari che possono capitare. La fortuna è poter rigiocare subito: stiamo bene, nessuno è triste o abbattuto e non vediamo l'ora di giocare domenica per ricominciare. Siamo i primi della classe e dobbiamo solo continuare così. Il rammarico c'è stato, perché visto il risultato del Verona avremmo acquisito un vantaggio notevole; di fronte avevamo il Livorno che ha grandissime qualità e in questo momento ha dalla sua parte anche la fortuna. Noi ci siamo, abbiamo un livello altissimo e dobbiamo ripartire da quello. Questa è una partita nata male, ma ci fortifica perché non siamo imbattibili, intoccabili e un pochino di sana paura non fa male".

Appena due giorni tre giorni per rifletterci e riprendersi e domenica arriva già il Cesena al 'Braglia', formazione che sta vivendo una di quelle annate storte in cui, nonostante i valori sulla carta, sul campo non si riesce a dare ciò che si vorrebbe; così, a metà campionato, i neroverdi, primi in classifica, affronteranno quasi un testacoda contro un Cesena in difficoltà : "Dobbiamo capire che se vogliamo stare lì fino alla fine dobbiamo spingere per altre 21 partite - continua Magnanelli -. Ora pensiamo al Cesena che è una squadra tosta e che verrà al 'Braglia' per fare una buona prestazione. Noi sicuramente non entreremo in campo molli; abbiamo una rosa giovane ma con la testa sulle spalle e abbiamo visto come si fa a fare i punti in questo campionato, perciò cercheremo di farne ogni volta. Loro cercheranno di chiudersi un po', noi invece dovremo essere bravi nel giocare nella loro metà campo e a dare ritmo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo, Magnanelli: "Non siamo intoccabili, un po' di paura può far bene"

ModenaToday è in caricamento