rotate-mobile
Sport

Sassuolo, Magnanelli: "Promozione? Ci sono ancora troppi punti in palio"

Mancano 10 giornate dalla fine del campionato e il Sassuolo è sempre più in corsa per la promozione diretta, anche se i protagonisti preferiscono pensare solo a giocare al meglio ogni partita

Potrebbe essere l'anno buono per Magnanelli per assaporare finalmente la gioia della promozione con il suo Sassuolo, dopo aver vestito tante volte la fascia da capitano ed essere cresciuto, diventando uno dei centrocampisti migliori della serie cadetta, proprio con la maglia neroverde, partendo nel 2005 dall'allora Serie C2. "Non stiamo ancora pensando alla promozione - ha detto Magnanelli -, ci sono ancora in palio 30 punti e almeno quattro squadre che si giocano quell'obiettivo, quindi continuiamo a pensare ad una partita per volta. Quando mancheranno tre o quattro partite allora il pensiero della promozione comincerà a toccarci, ma noi andiamo avanti preparando una partita alla volta nel migliore dei modi".

"Il Pescara sembrava lontanissimo solo poco tempo fa - continua Magnanelli - poi gli abbiamo ripreso cinque punti e ora siamo lì; ci sono ancora troppi punti in palio e quando è così tutto può cambiare". C'è però qualcosa, spiega il centrocampista, che nel Sassuolo non cambierà: "Abbiamo una nostra identità di gioco, una nostra mentalità: possono esserci momenti più o meno brillanti, ma la nostra mentalità non cambia ed è questa a darci continuità di rendimento, a farci fare la differenza". Vietato parlare del futuro nel Sassuolo, a meno che non sia imminente, soprattutto se si accenna ai contratti e a possibili rinnovi: "Siamo tutti sulla stessa barca, l'obiettivo del singolo ora deve essere messo da parte e dobbiamo pensare tutti solo al collettivo perché un risultato importante è un bene per tutti, può farci togliere molte soddisfazioni".


Sabato però si avvicina e i neroverdi sono attesi a Grosseto dove troveranno una squadra che non ha attualmente un'esigenza di punti dettata da obiettivi particolari, ma che arriva da una sconfitta e che preferisce sempre evitare di far arrabbiare il Presidente, uno dei meno pacati della Serie B: "Conosco bene l'ambiente e il Presidente - prosegue Magnanelli -; sappiamo tutti che loro devono fare punti perché non sono matematicamente salvi e non hanno raggiunto nessun obiettivo ancora. In più vengono da una sconfitta immeritata a Brescia e vorranno togliersi subito molti problemi con una vittoria. La partita è delicata e difficile, Grosseto è sempre stato un campo ostico - conclude Magnanelli -, ma stiamo preparando la trasferta al meglio, come al solito".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo, Magnanelli: "Promozione? Ci sono ancora troppi punti in palio"

ModenaToday è in caricamento