rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Sport

Sassuolo Lazio 2-1 | Riscatto Sassuolo, Lazio ko. Neroverdi quarti

Tre punti fondamentali per i sogni di gloria degli uomini di Di Francesco. Sassuolo in gol con Berardi e Missiroli. Per i biancocelesti rimedia Anderson, ma non basta

Di Francesco avanti con un rigore dubbio, ma poi i padroni di casa raddoppiano e sfiorano la goleada.  La rimonta biancoceleste si ferma a metà. 
Alla fine non guardate la classifica. Il Sassuolo rischia le vertigini e magari Squinzi ricomincia con la “battuta” dello scudetto. Meglio il profilo basso, i proclami portano male, anche perché domenica i neroverdi andranno a far visita al Milan, la squadra di cui il patron neroverde è tifosisissimo. Da sempre. Una cosa alla volta. Il Sassuolo piega la Lazio. Questo ha detto il campo.

Una vittoria sofferta fino alla fine, ma indiscutibilmente meritata. Aveva ragione Di Francesco. Ben vengano le grandi. Il Sassuolo piega la Lazio e ritorna quello precedente allo scivolone di Empoli. La strigliata del tecnico è servita. E per una volta che i vertici non hanno parlato di “scudetto”, riecco la squadra vogliosa, attenta, ficcante e pure cattiva e capace di soffrire nel convulso finale.  Le polemiche sul rigore (si o no) vengono comunque annacquate e superate da un prestazione da grande squadra che riesce pur sempre a superare una Lazio reduce da quattro vittorie consecutive. Missiroli super, come pure Acerbi. Berardi freddissimo dal dischetto, fa il suo e fa dannare i difensori biancocelesti.  Pioli cerca di cambiare qualcosa, inserisce Keita che ha un altro passo. Ma la rimonta si ferma al 2-1. 

Di Francesco tiene Defrel in panca, ripesca Biondini e dà un chance a Falcinelli accanto a Berardi e Sansone. Pioli si affida al “vecchio Klose, assistito da Milinkovic in avanti, con Candreva e Anderson guastatori. Rigore per il Sassuolo già al 6’, Fallo di Lulic su Cannavaro in proiezione offensiva. Guida non concede subito il penalty, ma viene indotto  dal suo primo assistente  Tasso  a concedere il rigore. Dalle immagini i dubbi restano, anzi per dirla tutta sembra impercettibile il tocco di Lulic che sbilancia Cannavaro. Tant’è, “rigore c’è quando arbitro dà”. Batte Berardi, esecuzione perfetta, Marchetti è battuto. Sass Per il 21enne neroverde è il gol numero 32 in serie A, tredicesimo su calcio di rigore. 

La Lazio abbozza subito una reazione. Candreva mette in mezzo per Milinkovic-Savic, palla sulla traversa. Al 13’ biancocelesti ancora pericolosi da destra, sempre con Candreva, ma Vrsaljko precede Klose di un soffio. Al 17’  Sansone carica male il destro da buona posizione, ne esce un destro debole facile preda di Marchetti, e quattro minuti lo stesso Sansone più tardi non sfrutta bene un contropiede, facendosi malamente recuperare il pallone da Cataldi. E’ comunque un buon Sassuolo che morde e riparte che è un piacere. Troppi errori vanificano l’azione dei ragazzi di Di Francesco. Addirittura Missiroli e Peluso si scontrano al 30’. Poco prima Biondini con un tiro cross sporco “inventa” un assist per l’attaccante aggiunto Cannavaro, che controlla male e perde l’attimo.  Al 33’ si vede la Lazio, Milinkovic Savic conclude di potenza sul primo palo, Consigli si fa trovare pronto.  Ma è ancora il Sassuolo in avanti. Falcinelli si allarga troppo dopo il dribbling a Marchetti e si porta la palla sul fondo. Gara di buoni contenuti e dal discreto ritmo. Al 36’ Candreva (ottimo il suo primo tempo) prova il sinistro dai venti metri, palla fuori di pochissimo.  Poco prima del duplice fischio di metà gara è Magnanelli a ciabattare alto un pallone servitogli da Berardi. 

Ripresa. Al 7’ Falcinelli perde il “compasso” in area su cross di Biondini, si gira con un attimo di ritardo e non trova più la palla.  La Lazio non trova sbocchi. Al 12’ una punizione di Candreva si infrange sulla barriera, mentre sull’immediato capovolgimento di fronte è Berardi ad incrociare il sinistro da posizione centrale, Marchetti blocca senza troppe ansie.  Ma il raddoppio arriva al quarto d’ora: traversone di Vrsaljko, tiro di Sansone respinto da Basta, irrompe Missiroli che insacca dal basso in alto. E poco ci manca che arrivi il terzo al 18’, con un destro a giro di Falcinelli che scheggia la traversa a due passi dall’incrocio.  Gara chiusa? Macchè. Il Sassuolo si addormenta al 23’, e consente a Felipe Anderson di tagliare la difesa in due e di appoggiare solo soletto nell’angolino.  Cambia l’inerzia della gara, biancocelesti tutti proiettati in avanti e Sassuolo a protezione della propria tre quarti ma ficcante di rimessa. Al 33’ Berardi temporeggia e si fa respingere il sinistro in piena area. 

IL TABELLINO
GOL:  7’ Berardi (rig.); nel s.t. 15’ Missiroli, 23’ Anderson.
SASSUOLO – LAZIO  2-1 (1-0)
SASSUOLO (4-3-3):  Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Biondini (25’ st Laribi), Berardi (37’ st Terranova)Falcinelli (26’ st Defrel), Sansone.  In panchina: Pomini, Pegolo; Longhi, Pellegrini, Politano, Ariaudo, Gazzola, Floro Flores,  Floccari. All.: Di Francesco.
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Onazi (1’ st Keita), Cataldi; Candreva (31’ st Kishna), Milinkovic-Savic, Anderson; Klose (20’ st Matri).  In panchina: Guerrieri, Berisha; Hoedt, Patric, Braahfeid, Mauri, Morrison, Radu, Konko,  All.: Pioli.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata (assistenti Tasso/Schenone, quarto uomo Barbirati, arbitri di porta Cervellera e Saia)
NOTE: espulsi al 48’ st Cataldi per doppia ammonizione, ammoniti 7’ Lulic, 21’ Milinkovic-Savic, 44’ Sansone, nel s.t. 30’ Cataldi, 40’ Mauricio.  

LE PAGELLE
SASSUOLO (4-3-3):  Consigli 6,5; Vrsaljko 6, Cannavaro 6,5, Acerbi 7, Peluso 6; Missiroli 7, Magnanelli 6,5, Biondini 6; Berardi 6,5 Falcinelli 6,5 , Sansone 6-. 
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Onazi, Cataldi; Candreva, Milinkovic-Savic, Anderson; Klose. 

MIGLIORI TODAY:  Acerbi 7 Praticamente perfetto, un muro. Klose non ne becca una. Conte da casa avrà preso appunti.
Missiroli 7 Assist, corsa, numeri. Che si vuole di più? 
PEGGIORI TODAY: Sansone 6 (politico).  Ha sprecato diversi palloni, ma non è il caso di andare a cercare il pelo nell’uovo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo Lazio 2-1 | Riscatto Sassuolo, Lazio ko. Neroverdi quarti

ModenaToday è in caricamento