Sport

Spezia Carpi 0 - 1 | Lasagna fa la festa agli aquilotti

Il Carpi espugna il 'Picco' con rete ad inizio di ripresa dell'implacabile Kevin. Colombi salva tutto nella prima mezz'ora, poi i biancorossi iniziano a giocare e pungono come due anni fa

Carpi solo al Cabassi? Macché, meglio il Picco….sospira chi è in tribuna a soffrire per i biancorossi, capaci di vincere a Spezia con un gol di Lasagna al 2’ della ripresa. Certo è che il peso della tradizione si è sentito ancora una volta, stavolta a dispetto dell’imbattibilità dei liguri che si ferma a sette partite. Castori soffre e ringrazia Colombi per tre superparate nella prima mezz’ora poi però aggiusta la squadra e i fatti gli danno ragione. Che sia la vittoria della svolta è presto per dirlo, però si tratta di tre punti maledettamente importanti che rilanciano a buon diritto una favorita per la lotta al vertice. Kevin Lasagna bolla il suo terzo gol stagionale, primo in trasferta. Colombi “fa i bambini” e tutta la squadra, come un professore accademico, entra in campo mezz’ora dopo…ma poi inizia a fare sul serio. E lo Spezia sparisce dal campo, trovando solo conclusioni velleitarie, prima di arrendersi. 

Formazione quasi obbligata per Castori, che porta Bianco in panchina per onor di firma, recupera Poli, colloca Blanchard in panchina, arretra Lollo sulla linea dei centrocampisti, e rilancia l’ex Catellani al fianco di Lasagna.  Di Carlo schiera Mastinu al posto di Piu, il resto del 4-3-3 è quello preannunciato alla vigilia. 
LA CRONACA - Al 2’ percussione centrale di Sciaudone che fila via verso l’area, Colombi gli chiude prontamente lo specchio. Spezia subito aggressivo, biancorossi già in trincea e operativi solo di rimessa. All’11’ grande idea di Catellani, che apre per Di Gaudio, che sguscia in zona rossa, prima di essere anticipato sul più bello dalla rocciosa difesa di casa. Spezia pericoloso al 13’, con Romagnoli che spazza via un pallone pericoloso messo in area da Migliore.  Al quarto d’ora protagonista Catellani che pennella su calcio piazzato, sulla respinta di Chichizola irrompe Pasciuti che spara a lato. 
Colombi al 16’ ci arriva con la punta delle dita ad alzare in angolo un pericoloso tiro-cross di Vignali. Ma nei due minuti successivi il portierone biancorosso salva capra e cavoli, prima volando ad intercettare un siluro di Migliore e poi opponendosi col corpo sul successivo tap-in di Nenè. L’assedio dello Spezia continua a suon di corner e di iniziative ficcanti. Baez fa quello che vuole, disorienta Poli, ed impegna ancora Colombi nell’angolo basso. Il Carpi raramente respira.  Castori mescola le carte, ridistribuisce i ruoli in difesa: Poli va al centro, Gagliolo si allarga, Letizia cambia sponda. E per un po’ lo Spezia si cheta. 
Giallo al 34’, gol annullato al Carpi. Lo aveva fatto l’ex Catellani dopo uno scambio con Lollo. Ma Abisso ha vanificato il punto su segnalazione di un suo collaboratore di linea. In tribuna si danno di gomito?  E’ un Carpi diverso, non più timido, anzi. I biancorossi mettono più volte il muso nella trequarti avversaria. Al 46’ del primo tempo girata di Baez che finisce alta. 
SECONDO TEMPO – Svolta già al 2’. Dopo una conclusione alta di Nenè, arriva il gol di Lasagna, abile a correggere in rete, dopo 100 secondi dall’inizio della ripresa un diagonale sporco di Di Gaudio. Carpi avanti, Spezia gelato che fatica a rialzarsi. Anzi, all’8’ è Kevin Lasagna a sfuggire a Terzi in velocità, ed a servire l’accorrente Di Gaudio che arriva scoordinato e sbaglia l’impatto con la pallone. Lo Spezia si rivede al 14’, ma Sciaudone tira alto con Colombi in controllo. Il ritmo indiavolato del primo tempo non c’è più ma la gara si mantiene godibile e piuttosto maschia. La cornice “all’inglese” fa il resto. Furibondo Castori al 28’ per un paio di contropiede sprecati da Bifulco in fase di lancio. Di Carlo si gioca la carta del “Diablo” Granoche ad un quarto d’ora dal termine. Al 37’ fa tutto bene Bifulco, ma a testa bassa e mette in mezzo dove non c’è nessuno. Poco dopo Lasagna costringe al secondo giallo Datkovic. Carpi in superiorità numerica, entra Jawo al posto dello stesso Kevin, esausto. Al 42’ Gagliolo anticipa Granoche pronto a calciare al volo. Lo Spezia attacca, sia pure in maniera disordinata, ma grandi palle gol non ce ne sono. 

SPEZIA – CARPI 0-1 (0-0)
GOL:
nel s.t. al 2’ Lasagna. 
SPEZIA (4-3-3): Chichizola 6; Vignali 6 , Datkovic 5, Terzi 6, Migliore 6,5; Pulzetti 6,5,  Signorelli 6 (31’ st Granoche 6), Sciaudone 6; Mastinu 6 (24’ st Okereke 6), Nene 6, Baez 6,5 (16’ st Piu 6).  All.: Di Carlo 6,5.  A disp.: Valentini, De Col, Ceccaroni, Deiola, Maggiore, Galli. 
CARPI (4-4-2): Colombi 8; Poli 6, Romagnoli 7, Gagliolo 6,5, Letizia 7; Pasciuti 6, Lollo 7, Crimi 6,5, Di Gaudio 6 (33’ st Blanchard 6,5), Catellani 6,5 (25’ st Bifulco 6),  Lasagna 7 (39’ st Jawo s.v.) All.: Castori 7. A disp.: Rausa, Bianco,  De Marchi.  
ARBITRO: Abisso di Palermo (Lanotte/L. Rossi, Ghersini).
NOTE: espulso al 38’ st Datkovic per doppia ammonizione. Ammoniti Pasciuti, Mastinu, Letizia, Vignali. Recupero 1’, 4’.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezia Carpi 0 - 1 | Lasagna fa la festa agli aquilotti

ModenaToday è in caricamento