rotate-mobile
Sport

Ternana Carpi 0 - 1 | Tre punti che profumano di Serie A per i biancorossi

Pronto il riscatto dei biancorossi al Liberati. Decide Romagnoli nel primo tempo. Bologna a meno nove. Espulso Castori. Sabato supersfida in casa del Vicenza terzo in classifica

Non stuzzicare il Carpi che “dorme”. Ancora una volta, dopo uno stop, è arrivato un successo pesante. E’ la quarta volta, è molto più di un indizio. Un certificato di autenticità, un timbro, una validazione che questo è  l’anno della gloria dopo l’”indolore” stop col Pescara. La legge biancorossa è scattata anche a Terni, grazie ad  un “gollonzo” di Romagnoli nel finale di primo tempo. Forse sugli almanacchi risulterà decisiva la deviazione di  Brignoli, ma è questione di lana caprina. Quello che conta è che la rete del 43’ regala al Carpi tre punti di platino sulla strada della serie A. E’ un Carpi di granito che torna al successo, espugna il “Liberati” di Terni per la prima volta, aumenta il margine sul Bologna (nove punti dietro) ma soprattutto mantiene il +10 sul Vicenza terzo in attesa della supersfida del “Menti” di sabato prossimo.  Un “Lane” che sarà spinto da un pubblico incredibile contro la capolista. 

IL MATCH - Castori ritrova Romagnoli e Bianco, sceglie Lasagna al posto di Inglese, Poli basso a sinistra, Letizia  vice-Struna,  mentre Mbakogu si accomoda in panchina.  Di fronte c’è  una Ternana rivoluzionata da Tesser, che schiera Dianda per la prima volta dal 1’ e cambia diverse pedine rispetto alla sconfitta di Trapani.
Al 9’ primo brivido per i biancorossi, Avenatti non arriva su un bel cross di Gavazzi.  Soffre il Carpi nella prima parte della gara l’aggressività degli umbri, pericolosi soprattutto su azioni derivanti da calcio piazzato con i tanti saltatori in campo. Dall’altra parte c’è un Carpi contratto che si abbassa a protezione degli ultimi venti metri ma non riesce a ripartire.  Al 20’ il sinistro di Vitale, neanche a dirlo, su punizione, attraversa tutta l’area senza che nessun rossoverde riesca a “sporcarla”.  Al 27’ c’è un bella combinazione Avenatti-Ceravolo, scarico per Russo che spreca tirando altissimo sulla traversa.  Poco dopo la mezz’ora è Gavazzi a sprecare, rinunciando a tirare in porta un pallone invitante servitogli da Avenatti e cercando un compagno che non c’è.  La Ternana insiste, al 36’ Ceravolo fa tutto da solo in contropiede, salta un paio di biancorossi ma non Poli che lo ferma sul più bello.  Ma il Carpi quasi a sorpresa trova il gol nel finale di tempo. Al 43’ Romagnoli va su di testa su angolo di Porcari, colpisce la traversa e Brignoli è sfortunato, la sua deviazione è decisiva per il vantaggio degli uomini di Castori. Al 44’ Valjent colpisce fuori, sempre di testa. 
Al riposo è 0-1, risultato un tantino largo per la capolista, cinica come non mai, e nella ripresa attenta e concentrata a difendere con forza e personalità il prezioso vantaggio. La Ternana non ha più quegli spazi di cui ha goduto in precedenza. Tesser immette prima Crecco e poi Falletti, cambia modulo, ma comunque rischia lo 0-2. Gagliolo, ben posizionato in area, spedisce alto un pallone proveniente da sinistra su calcio piazzato.  Finalmente, al 23’, arriva il momento di Jerry Mbakogu. Castori cala l’asso in un momento del match (e del campionato) molto importante.  La Ternana ha un sussulto al 29’, Avenatti grazia Gabriel, non finalizzando, praticamente dal dischetto del rigore,  un traversone di Ceravolo. E Tesser lo”punisce”, sostituendolo con Bojinov al 32’.  Subito dopo chance per Crecco che spara alto sulla traversa. Castori viene espulso pochi istanti dopo, forse vola qualche parola di troppo che il quarto ufficiale riporta immediatamente al direttore di gara.  Mbakogu vorrebbe un penalty al 40’ (presunta trattenuta di Valjent) e poi, al 43’ prende un clamoroso palo dopo una veloce ripartenza “due contro uno”.   Nel lungo recupero (5’) deve intervenire Gabriel in tuffo su un tiro di Bastrini. 

GOL: 43’ autogol di Brignoli 
TERNANA (3-5-2): Brignoli; Valjent, Ferronetti (17’ st Falletti), Bastrini; Dianda, Russo, Viola (10’ st Crecco), Gavazzi, Vitale; Ceravolo, Avenatti (32’ st Bojinov). A disp.: Sala, Janse, Meccariello, Popescu, Dugandzic, Palumbo. 
CARPI (4-3-3): Gabriel; Letizia, Romagnoli, Gagliolo, Poli; Lollo, Porcari, Bianco; Molina (38’ st Sabbione), Lasagna (23’ st Mbakogu), Di Gaudio (49’ st Modolo). All.: Castori. A disp.:   Maurantonio,  Inglese, Gatto, Torelli, Laner, Pasini.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo. Assistenti Colella di Padova e Prenna di Molfetta, quarto ufficiale Ranaldi di Tivoli. 
Note: ammoniti Bastrini, Poli, Bojinov, Bianco, Gagliolo. 
Recupero 1’ pt, 5’ st.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ternana Carpi 0 - 1 | Tre punti che profumano di Serie A per i biancorossi

ModenaToday è in caricamento